Magazine - Fine Living People
Una giornata col creativo

Una giornata col creativo - 21/05/2019

Donald Welscher: “Il contrasto e le diversità di Milano alimentano la mia creatività!”

Abbiamo trascorso una giornata con Donald Welscher, direttore creativo di Urban.:FX, agenzia di produzione italo-olandese specializzata in eventi e comunicazione. Dal 2001 fornisce idee e strategie di comunicazione a tutto tondo costruite su misura per i clienti. Punto di forza del team, guidato da Donald e dalla socia Paola Pozzer, è la capacità di sviluppare percorsi strategici e operativi non convenzionali e multicanale.

Donald racconta così a The Way Magazine la sua idea di creatività.

Alcuni degli eventi per Milano a cui ha lavora Donald Welscher.

Come vive la città di Milano un creativo: quali sono le zone che ami?
Personalmente amo la zona Isola, è come un piccolo villaggio all’interno della grande metropoli. Si possono trovare ancora le piccole realtà commerciali come bar, ristoranti e negozi di arte, moda e artigianato. Qui abitano molti studenti e questo genera un ambiente creativo e informale. Vicinissimo a Isola c’è piazza Gae Aulenti, un altro dei posti che preferisco in città. Qui l’architettura contemporanea è davvero sorprendente, credo che all’interno del territorio italiano sia unica; ci dà un’idea di come saranno le città nel prossimo futuro.

Come alimenti la tua creatività? Dove trovi gli stimoli?
Vivere a Milano è davvero stimolante, mi piace il fatto che la città sia fortemente orientata al business, tutti sono sempre impegnati a lavorare, non c’è tempo da perdere! L’energia che le persone hanno è davvero sorprendente, mi motiva ogni giorno a portare avanti i miei progetti senza incertezze. Dal punto di vista creativo prendo molta ispirazione dalla diversità che si respira nelle strade, ad esempio: il contrasto dell’ambiente urbano che muta mentre cammini da
Zona Isola a piazza Gae Aulenti è semplicemente fantastico, ti sposti dal XVIII al XXI secolo in un batter d’occhio. È questo genere di contrasto e diversità che alimenta la mia creatività!

Incontri di lavoro, cene… dove ami portare i tuoi clienti?
Preferisco incontrare i clienti nel nostro studio: è la nostra base creativa in cui abbiamo tutti gli strumenti necessari a portata di mano. Ovviamente quando è il momento di rilassarsi amo frequentare i miei locali preferiti. Devo dire che con così tanti posti e così poco tempo è difficile fare una selezione. Adoriamo l’atmosfera autentica del Bar Basso ma ci piace anche rilassarci in compagnia sulla terrazza del ristorante Ceresio 7. L’ambiente di lusso e la vista panoramica sulla città lo rende uno dei migliori locali di Milano.

Quali sono le grandi campagne o i grandi eventi che hanno invaso la città e che più ti hanno colpito?
Penso che il Salone di Mobile sia uno degli eventi più interessanti di Milano; per una settimana la città viene invasa dal design e dall’arte. Ci sono così tante location, iniziative e designer coinvolti che è impossibile sfuggire. Mi piace che la città e le sue persone siano totalmente coinvolte in questo grande spettacolo.

Qual è l’evento che hai creato in altre città o all’estero e che vorresti riproporre a Milano?
Vengo dall’Olanda dove sono molto famosi i festival musicali in larga scala. In passato ho lavorato per l’organizzazione del North Sea Jazz festival che si svolge ogni anno a Rotterdam. Sono 3 giorni di Jazz, Blues, Funk, Hip-hop, R & B, Soul e molti altri stili. Come festival è unico nel suo genere per la quantità di concerti e artisti concentrati in un’unica location. Questo tipo di manifestazioni mancano sicuramente sulla scena Milanese e ciò è un peccato. Sarebbe molto interessante creare qualcosa di simile sia per attirare molti turisti amanti del jazz sia per dare un palcoscenico a tutti i
talentuosi giovani musicisti italiani. Potrebbe essere l’opportunità per inserire la città sulla mappa come punto di riferimento per la musica di qualità.

Come nasce una strategia creativa? Quanto il luogo o la città ti coinvolge e/o influenza?
Personalmente parto sempre osservando e studiando quali sono le nuove tendenze nell’ambiente urbano in maniera da poterle includere all’interno di una campagna marketing. Sembra semplice ma l’originalità e la creatività della vita di strada urbana sono sempre un buon punto di partenza per scoprire nuove idee e nuove tendenze.

Quali sono i prossimi impegni?
Attualmente nel nostro studio ci stiamo dedicando alle produzioni di realtà virtuale. Collaboriamo a stretto contatto con uno studio a Den Haag (Olanda) e uno a Shanghai (Cina) per creare degli straordinari progetti di realtà virtuale. Le tecniche VR sono in forte sviluppo e credo sinceramente che il vero potenziale di questo nuovo mezzo debba ancora esplodere. Attualmente stiamo producendo un’installazione VR per l’industria del turismo. Questa esperienza full immersive sarà impiegata per promuovere la bellezza inesplorata dell’Italia. In particolare, si concentrerà su quelle
straordinarie località che sono ancora sconosciute al turismo di massa.



Leisure - 23/03/2018

Vulcanici ospita The Way Magazine e Spandau Ballet

C'è anche un pezzo di The Way Magazine nell'ospitata tv di una stella internazionale, Steve Norman [...]

Design of desire - 22/11/2018

Eredità viennese per l’elegante design di Gebrüder Thonet Vienna

L'eleganza senza tempo di Gebrüder Thonet Vienna in mostra a Downtown Design Dubai. L’iconica e a [...]

Travel - 01/03/2018

Melìa Serengeti Lodge, il lusso nel resort naturale in Tanzania

Il parco nazionale del Serengeti in Tanzania è il più antico del paese ed è stato dichiarato patr [...]

Top