Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 10/10/2018

Design e creatività: come rendere il tuo ufficio funzionale e stimolante

Il grigiore degli ambienti chiusi non favorisce la produttività. Ecco come essere sereni al lavoro.

Le giornate in ufficio possono essere stressanti e si rischia di farsi prende dalla noia della routine sempre uguale, che comincia man mano a svuotarsi di stimoli.

Questi ultimi infatti sono un elemento cruciale, in quanto è grazie a loro che un lavoratore riesce a mantenere alta la propria soglia di attenzione. Di conseguenza, per garantire delle performance ottimali in ufficio, serve intervenire per spezzare un po’ la monotonia.

In nostro aiuto arriva proprio il design che, mescolato con un sano pizzico di creatività, può rendere qualsiasi ufficio funzionale ma anche stimolante e divertente.

Italiani e uffici: i dati di JLL

Il 66% degli italiani lavora ancora oggi in ambienti chiusi e dominati dal grigiore. Lo sostiene il report pubblicato da JLL, secondo il quale i dipendenti delle aziende tricolori faticano a trovare un ambiente stimolante che ottimizzi l’efficacia sul lavoro: in sintesi, solamente il 27% dei dipendenti italiani lavora in un ufficio open space.

Questa ricerca inoltre ci permette di capire come gli italiani vedano i propri uffici: nella fattispecie, il 53% reputa il proprio ambiente di lavoro inadeguato e scarsamente stimolante, con tutte le conseguenze del caso sulle performance.

Il relax fuori dall’ufficio

Prima di arrivare alla questione dell’arredo creativo di un ufficio, è bene specificare quanto sia importante evadere ogni tanto dalla propria scrivania.

Ad esempio, le pause per il pranzo forniscono una scusa perfetta per lasciare, seppure temporaneamente l’ufficio: durante una pausa pranzo, si consiglia di spezzare la noia chiacchierando con i colleghi del più e del meno. Infine anche le zone relax possono rappresentare un luogo ideale per socializzare e aumentare la coesione tra colleghi.

Design e open space

Spesso il principale difetto degli uffici appartiene all’illuminazione, un aspetto che raramente viene curato come si dovrebbe. Con la luce giusta è possibile potenziare la concentrazione e di riflesso le prestazioni, senza accusare disturbi alla vista. Poi si consiglia di seguire la logica dell’open space, creando un ufficio con un’ampia zona centrale e con il mobilio distanziato. La libertà degli spazi calma la mente e gratifica lo spirito, permettendo al dipendente di lavorare meglio e con maggiore piglio.

Come rendere la propria scrivania stimolante

Per combattere il grigiore della scrivania, si consiglia di scegliere un oggetto colorato e di posizionarlo in primo piano. Poi bisogna ricordarsi due semplici consigli per aumentare la creatività: scrivere a mano e non sforzarsi di tenere per forza in ordine la scrivania.

Nel primo caso, è risaputo come la scrittura manuale aiuti a memorizzare e attivare molti più circuiti cerebrali rispetto a quella digitale, ad esempio si può scrivere con dei portamine personalizzate con il logo dell’azienda ordinabili anche online (su siti come Axonprofil), utili per correggere e prendere appunti velocemente.

Nel secondo caso, invece, è bene non sforzarsi di tenere tutto obbligatoriamente in ordine: questo perché una ricerca ha dimostrato che il disordine naturale può essere sinonimo di creatività.

Relax e concentrazione: una questione di colori

Chiudiamo con l’importanza dei colori: esiste una vera e propria palette di toni che stimola la creatività, si tratta del giallo, del rosso, del blu e del verde.
Questi colori, secondo gli studi, possono favorire anche la concentrazione e potenziare l’efficienza sul posto di lavoro e, inoltre, si tratta di tinte che aiutano a calmare lo spirito e dunque i nervi.



Leisure - 06/07/2018

Arte e Umanità alla Sisal Wincity di Milano

È fruibile al pubblico la seconda delle sette mostre di arte contemporanea presso Sisal Wincity di [...]

Leisure - 15/06/2018

“Pino è”, il concerto visto dal backstage con tutte le star

In queste immagini che vi proponiamo ci sono tutte le emozioni da backstage che Pino è, il mega-con [...]

Design of desire - 09/07/2018

Le “voci della terra” del Canada alla Biennale di architettura di Venezia

Il Canada sceglie la cultura indigena per portare un pezzo di sé alla Biennale di Architettura in c [...]

Top