Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 06/06/2017

Gio Pagani disegna Senza Fine, mobili con forme atemporali

Siamo sempre a caccia di nuovi trend ma la filosofia di Gio Pagani ci fa capire una cosa: anche nell’arredamento, l’atemporalità è la carta vincente.

Il designer di Parma, attivo dal 1995, dopo prestigiosi progetti intorno al mondo (Costa Smeralda, Londra, Dubai, Belgio), dall’anno scorso ha aperto a Milano l’atelier Giopagani nel Brera Design District e le atmosfere e l’universo della maison hanno finalmente un luogo dove essere ammirati e respirati.

Gio Pagani è design made in Italy con la grande passione per le forme e suggestioni dal mondo.

Gio Pagani è design made in Italy con la grande passione per le forme e suggestioni dal mondo.

Senza Fine è la nuova capsule collection dai colori ricercati, dalla modernità sottile ma penetrante. Il richiamo (il titolo della canzone di Gino Paoli del 1961) è a un periodo storico che ha segnato la nascita della cultura del design italiano, un omaggio alla sensibilità e all’immaginario di un’epoca in cui design, moda e architettura hanno interpretato la potenza della libertà e dell’anticonformismo. Quindi via libera al senso estetico definito, raffinato e unconventional, forme pulite, semplici, ma rivestite di colori che osano.

L'arredo curato da Gio Pagani per il castello di Tura, a Budapest.

L’arredo curato da Gio Pagani per il castello di Tura, a Budapest.

Gio Pagani, a Milano al 30 di via Montebello, ha preparato un perfetto setting per il suo lavoro. Abbiamo visitato il piano terra del palazzo con un inaspettato giardino posteriore. Il bar è un luogo di incontro prestigioso e informale al tempo stesso. Al piano superiore, l’atelier mette in scena una vera casa che diventa il teatro della vita privata, dando la possibilità di vivere e lasciarsi trasportare dalle emozioni.

I maggiori progetti internazionali curati da Gio Pagani negli ultimi anni.

I maggiori progetti internazionali curati da Gio Pagani negli ultimi anni.

La maison, oltre a produrre la collezione Gio Pagani Couture e l’Industrial Design, è attiva anche nella progettazione di architetture ed interni. Lo si vede nel suo portfolio di collaborazioni con il mondo fashion (Diane Von Furstenberg, Pinko, Versace, Max Mara…), Interior design (B&B Italia, Armani Casa, Boffi, Cappellini) e nei progetti di lusso per i megastore come Harrods.

gio pagani senza fine

Reinterpretare le forme vestendole di materia e colore: l’ispirazione per i pezzi della capsule Senza Fine, omaggio agli anni 60 rivisati.

LA PRIMA COLLEZIONE DI TAPPETI – Quest’anno il brand ha lanciato la sua prima collezione di tappeti, con  14 suggestioni monocromatiche che con grafici reinterpretano in chiave moderna l’optical Art. Ci sono tappeti dagli infiniti giochi di prospettive in black&white, che mescolano, con armonia, dinamicità e rigore, linee e forme. Lavorazioni complesse e curate, creati in Nepal con la tecnica dell’annodatura a mano e realizzati in seta naturale, per tappeti che spaziano dal modello RIPPLE, in avorio e nero caratterizzato da una sorta di zebratura irregolare che crea un’affascinante illusione di onde e trompe-l’oeil, al VERTIGO, una spirale di rettangoli bicromatici e concentrici. MOD, in cui i quadri optical sono ottenuti grazie a giochi di negativi e sovrapposizioni. AUSTIN, un optical tridimensionale che accentua la profondità dei volumi.

Tendenza Optical per i tappeti 2017 di Gio Pagani.

Accostamenti d’autore: tendenza Optical e i tappeti 2017 di Gio Pagani.

La linea bicolore dei modelli sfumati, con il suo forte impatto cromatico e decorativo che accompagna da un polo all’altro dell’orizzonte del colore, rompe tutti gli schemi tradizionali.

VERNICI – Una nuova capsule collection dedicata al mondo delle vernici si chiama Crayon, 32 colori  in 9 gamme di sfumature. Da un rosa Flamingo a un blu Posh Petrol, i nomi sono evocativi e risvegliano delle emozioni. Le caratteristiche tecniche delle vernici sono frutto di un’accurata ricerca, per ottenere il grado di opacità voluto ed essere conformi agli standard ecologici nel rispetto dell’ambiente

Gio Pagani fa il suo ingresso nel mondo del light design.

Gio Pagani fa il suo ingresso nel mondo del light design.

LE LUCI – Nel 2017 Gio Pagani fa il suo ingresso nel mondo dell’illuminazione presentando collezioni di luci: ILLOGICA ALLEGRIA, più contemporanea, ed ECLAT D’EAU con un’ispirazione che ha un retaggio estetico legato al tardo Déco, ciascuna composta da sospensione e piantana, singole o a gruppo in versione trittico, a soffitto, a parete e da tavolo. Un’apertura all’illuminazione che significa per la Maison GIOPAGANI vestire attraverso la luce lo stato d’animo, la temperatura dell’ambiente, senza però diventare elemento predominante. I modelli sono entrambi in vetro di Murano e metallo. Le boule, realizzate a mano con la tecnica del vetro soffiato, spaziano da un intenso ambra, all’acquamare, al bianco sfumato che diventa trasparente, abbinate a metalli che riprendono tre dei cromatismi della collezione GIOPAGANI: ottone, rame e pigmento nero.

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 08/03/2017

Celebriamo Manet perché ha dipinto la Parigi moderna

Manet è stato il primo pittore moderno a raccontare la Parigi che diventava città contemporea. Que [...]

Fashion - 16/12/2016

Giacinta Ruspoli, moda nobile e gusto fiabesco

La fiaba che sto per raccontarvi non inizia con la frate "c'era una volta..." perché ha luogo oggi [...]

Luxury - 06/10/2017

Benetti Se77antasette, sulle onde le linee sinuose di Fernando Romero

Benetti ha presentato durante l’ultimo Monaco Yacht Show, il nuovo concept yacht Se77antasette, pr [...]

Top