Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 19/09/2017

I Maestri del Paesaggio, città alta a Bergamo diventa oasi di green design

Tutte le aziende e i creativi che hanno abbellito per la grande kermesse green la storica città alta di recente entrata nel patrimonio Unesco.

Entrate le mura da poco nel patrimonio Unesco, a Bergamo, in particolare a Città Alta, serviva un’inziativa che ne valorizzasse il contenuto.

Per la settima edizione de I Maestri del Paesaggio (fino al 24 settembre 2017), Bergamo si trasforma in un palcoscenico di natura e bellezza. Abbiamo fatto un giro e abbiamo visto mostre, allestimenti di gran gusto in suggestivi vicoli, corti, chiostri, giardini e sentieri nel verde.

night bergamo the way magazine
Sono arrivate le più famose archistar del paesaggio ospiti all’International Meeting of the Landscape and Garden a testimonianza che ormai il green design è una delle branchie del design mondiale che è in gran voga ultimamente. Ed è per questo che I Maestri del Paesaggio oggi ha un focus chiamato Cool Landscape.

Catellani & Smith, da sempre realtà cultrice del rapporto tra uomo e natura, natura e luce, luce e uomo, nonché creatrice di fonti illuminanti dal forte imprinting artistico ed emozionale, si è avvalsa del progettista Valter Angeli, e il light designer Maurizio Quargnale, per l’installazione nel giardino privato di Casa Tresoldi. Ha abbellito le piante con una lampada, con un diametro corto rispetto alla sua lunghezza che illumina la varietà Typha Angustifolia come soggetto ideale per la voluminosa  “tenda verde” e l’Imperata Cilindrica con foglie verde pistacchio come soggetto della “tenda verde” all’interno. Tale verticalità vegetativa è impostata per riflettere e glorificare la luce e la forma della lampada. Originariamente era una lampada più lunga; ora è più snella e più verticale, ma ancora Syphasera.

Quest’anno come partner per arredare il Portico della Biblioteca Angelo Maj in Piazza Vecchia c’è Zenucchi Arredamenti, il brand molto conosciuto tra Bergamo e Brescia, che ha scelto Roda, azienda italiana leader nel settore dell’arredo outdoor, per l’installazione molto scenografica. Con tanto di nuvole finte al soffitto.

Uno degli angoli più incantevoli di Città Alta, il Lavatoio di Via Mario Lupo accoglie invece il Green Design con un allestimento firmato Pedrali e HW Style. Il progetto prevede una zona centrale di sosta e conferenze con tavolini e sedie circondata da una cornice di graminacee e perenni. Ci sono poi sedie tra le nicchie dei muri medioevali a lato del percorso, come uno show room, destando sensazioni inaspettate. Pedrali ha fornito le sfere luminose Happy Apple appese agli alberi che si illuminano dal crepuscolo. Nel vecchio lavatoio fuoriescono morbide graminacee e felci per accompagnare due divanetti da esterno.

bergamo paesaggio

PIAZZA VECCHIA – L’installazione progettata dal paesaggista olandese Lodewijk Baljon è il fiore all’occhiello della manifestazione e sviluppa il tema della coolness sia in senso letterale – di raffreddamento e di ombreggiatura – sia rifacendosi allo stile e all’attitudine “cool”, che indica disinvoltura e eleganza con il distintivo tetto di palloni. Grande protagonista green dell’allestimento è il Luppolo che, piantato in grandi vasi, si arrampica fino a raggiungere i palloni; alla sua base invece, troviamo l’orzo attorniato da altre perenni ornamentali. Il luppolo è il rampicante utilizzato e ci meraviglia all’interno dell’allestimento grazie alle sue “campanelle” molto gradevoli esteticamente ed è inoltre un elemento di moda ed in perfetto stile cool essendo un ingrediente di base per i nuovi tipi di birra prodotta dalle piccole birrerie locali.
Parte fondamentale dell’allestimento è il grande blocco di ghiaccio posto al centro della Piazza volto a rappresentare la quantità di ghiaccio che si scioglie da un ghiacciaio in un solo giorno, in una settimana o in quindici giorni. Il cambiamento climatico diventa in questo modo visibile e ha la volontà di far riflettere sul tema del surriscaldamento globale.

Catellani&Smith cura l'installazione all'aperto del prestigioso giardino di Casa Tresoldi nella Città alta di Bergamo.

Catellani&Smith cura l’installazione all’aperto del prestigioso giardino di Casa Tresoldi nella Città alta di Bergamo.

Come arredi in piazza vengono utilizzati tre tipi di sedie di colore bianco della linea NOLITA della ditta PEDRALI.
I vasi della ditta ARCA invece hanno una gamma di colori fresca che crea un piacevole contrasto con il tappeto erboso artificiale che ricopre parte della piazza.
In corrispondenza dei 63 vasi/pallone ci sono dei cerchi ottenuti da un tappeto erboso più spesso mentre il resto della superficie è invece coperta da un tappeto erboso più basso.
Sotto il cielo di palloni, che di notte dà l’impressione di un cielo notturno pieno di lune, c’è spazio per passeggiare, sedersi, incontrarsi per un caffè o per una cena, godendo della Piazza in una veste insolita.

In team con Lodewijk Baljon, per il progetto di allestimento di Piazza Vecchia, quest’anno troviamo: Maurizio Quargnale e Diego Ardizzone per il progetto di illuminazione, Lucia Nusiner per il coordinamento.

MATTEO RAGNI – C’è anche la dirma di un grande designer italiano all’interno della manifestazione. ‘Ode alle cose’ è un dialogo tra gli oggetti disegnati da Matteo Ragni e gli spazi della storica dimora di Villa Grismondi Finardi a Bergamo, in occasione di DimoreDesign Bergamo 2017 (10 settembre/1 ottobre), visibile tutte le domeniche, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30. All’interno della dimora, tre le stanze immerse nella storia che ospitano gli oggetti di design, in un allestimento di Marco Sorrentino/Matteo Ragni Studio.

Proseguono poi sempre a Bergamo, gli incontri organizzati da Parolario nell’ambito de I Maestri del Paesaggio, chiamati GreenBook sui temi del verde, del giardino, della sostenibilità, del paesaggio dando voce ai libri e ai suoi autori. L’Associazione Parolario che da diciassette anni organizza con grande attenzione di pubblico l’omonimo festival letterario a Como.

Il 22 settembre ci sarà Giordano Giannini, autore di saggi su arte e cinema, che parlerà di Cinema e Giardini con un focus sulla produzione cinematografica in materia. Seguono dibattiti su Pietro Porcinai e il paesaggio (edizioni Libreria della Natura 2017), che approfondiscono la figura dell’architetto del paesaggio italiano, tra i più importanti del Novecento. Era solito dire: “Dobbiamo fare in modo che i nuovi paesaggi tornino a essere formati come furono quelli di Firenze antica, di Siena antica, di Venezia antica. Il paesaggio riflette sempre, infatti, la qualità di un ordinamento sociale e la società che non ha rispetto per la Natura terrestre non ha rispetto nemmeno per la natura umana.”

Il 23 settembre invece Guido Giubbini dialoga con Alfredo Tomasetta. Da Versailles all’Isola Bella sul Lago Maggiore, da Villa d’Este ai paesaggi di Piemonte e Liguria, dall’Uzbekistan all’Inghilterra, questo libro è un viaggio sulle forme storiche e architettoniche di quello spazio fatto di verde, acqua, luce, inserito in un ambiente e chiamato «giardino». Guido Giubbini è ispettore della Direzione Belle Arti del Comune di Genova e fondatore del Museo d’Arte Contemporanea di Genova.

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 13/04/2016

Newform, il wellness firmato Alberto Apostoli

Newform non è solo azienda di interior design affermata in tutto il mondo. L'orgoglio dei produttor [...]

Luxury - 21/11/2016

Hotel Splendide Royal di Lugano vince l’Happy Guest Award

Lo Splendide Royal di Lugano ha vinto uno dei riconoscimenti più ambiti tra gli alberghi di lusso d [...]

Travel - 04/12/2016

Il lusso ora viaggia su un treno storico dall’Europa all’Asia

Il lusso è anche riscoperta del passato, se fatta con gusto e raffinatezza. Il treno storico come m [...]

Top