Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 18/04/2017

La science fiction entra nel design di Tokujin Yoshioka per LG

Dal Giappone un approccio multisensoriale alla vita e al futuro delle tecnologie. Un'esperienza che dal Fuorisalone di Milano vive ancora nel ricordo dei visitatori.

Se l’essere umano deve essere al centro di ogni innovazione di desiogn, con l’installazione dei 70 anni a Milano, LG ha fatto centro. Anzitutto perché la creazione del giapponese Tokujin Yoshioka ha richiamato migliaia di persone (ed è stata anche premiata con il Milano Design Award). Poi perché il brand di tecnologia cinese con S.F. “Sensi del Futuro”, il nome dell’installazione che vive ancora nella memoria di tutti i visitatori del Fuorisalone (e sui social network) esprime design poetico basato su tecnologie sperimentali e innovative.

L’esperienza multisensoriale andata in scena al Superstudio Più consisteva in un percorso prima al buio poi a luce soffusa di tanti elementi luminosi che poi venivano avvolti in un’accecante quanto naturale esplosione di luce finale. L’obiettivo era di esprimere il futuro come uno spazio poetico di luce attraverso il design di fama mondiale e la tecnologia innovativa di LG. Le iniziali S.F. stavano, evidentemente, sia per Science Fiction, evocata dal mondo futuribile rappresentato, sia per Sensi del Futuro, che è il nome vero dell’opera.

Una foto dell'installazione per la Design Week di LG a firma Tokujin Yoshioka.

Una foto dell’installazione per la Design Week di LG a firma Tokujin Yoshioka.

Si sono materializzate in un’unica installazione la S.F. Chair, sedia illuminata dalla forgia futuristica che fonde luce naturale e tecnologia in grado di ricreare un quadro di luce, un Wall of the sun, le splosioni solari con degli elementi a luce Oled, simile a quella naturale e a basso consumo.

Il designer giapponese, che fa parte della collezione permanente del Centre Pompidou e del Museo d’Orsay, non è nuovo a collaborazioni con brand globali. Tra i suoi lavori, molte partnership con Hermès, BMW, MOROSO, TOYOTA, LEXUS.

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 18/04/2017

Lo showbiz che incita: “Never Give Up”

Showbiz, eleganza e charity si sono incontrati al Westin Palace Hotel di Milano per un gala in benef [...]

Leisure - 28/08/2017

Alla Gam di Milano riapre il LùBar

Dopo la pausa estiva il 29 agosto 2017 riapre la nuova caffetteria/ristorante della Galleria d’Art [...]

Society - 28/10/2016

Al Pan di Napoli Steve McCurry espone la bellezza degli ultimi

Steve McCurry ha portato la fotografia documentario nella moda, nella cultura popolare, nelle co [...]

Top