Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 16/07/2019

Listone Giordano e Patricia Urquiola fanno design nell’ospedale di Barcellona

La creatività al servizio del benessere. Ecco come una celebre creativa a livello mondiale ha collaborato con un brand italiano per un progetto a Fundacio Kalida.

Dal progetto di Benedetta Tagliabue e dalla collaborazione con Patricia Urquiola e Listone Giordano, nasce a Barcellona Kālida Sant Pau, il primo spazio interno a un ospedale in cui il design presta le sue qualità al sostegno pratico, emotivo e sociale dei malati oncologici.

 

Il prestigioso parquet Biscuit Natural Genius di Listone Giordano decora i pavimenti del nuovo centro, che si propone come una dimora accogliente in cui i pazienti possono esperire una bellezza estetica complementare alle cure mediche. Infatti, il progetto prevede come base fondamentale proprio l’idea del valore curativo del design e dell’architettura, sostenuto dal meglio dell’arredamento mondiale.

 

Fondazioni private, donatori e volontari hanno infine reso possibile la realizzazione di questo progetto: prima fra tutti c’è la Fundación Kālida, costituita proprio per fornire supporto a malati oncologici negli ospedali; è seguita dalla fondazione Nous Cims e dalla fondazione privata Hospital de la Santa Creu i Sant Pau.

Le aziende coinvolte hanno donato i loro prodotti per contribuire nella realizzazione di questo centro, totalmente gratuito. Listone Giordano, storicamente impegnato in attività solidali e di sensibilizzazione civile, è fiero di essere uno dei protagonisti del progetto fin dall’inizio, apportando il suo specifico contributo e know-how tecnico sul tema della pavimentazione in legno.

 

Biscuit, la collezione parquet disegnata da Patricia Urquiola per Natural Genius e scelta per la pavimentazione del centro, si distingue per la capacità di diffondere il calore dell’accoglienza e per il suo raffinato carattere femminile. Si tratta di un parquet tradizionale che viene rivisitato dando vita a una nuova morbidezza visiva e a moderni e originali schemi.

Con questa impresa degna di lunga memoria, il design si conferma a pieno titolo come mezzo di comunicazione d’eccellenza e come valido strumento per il benessere sociale, assicurando al Made in Italy un posto di riguardo in questo contesto. Completa la bontà dell’opera uno stretto dialogo tra Patricia Urquiola e Benedetta Tagliabue, due grandi donne unite nel segno della bellezza e dell’impegno a favore degli altri.



Leisure - 28/06/2017

L’arte contemporanea coreana protagonista a Milano

Anche l'arte coreana contemporanea ha la sua wunderkammer e lo dimostrerà con una grande mostra dif [...]

Trends - 11/09/2018

Cosa si sono messi in testa alle sfilate di New York

Se ne stanno vedendo di tutti i tipi (e colori) alla New York fashion week in questo inizio di sette [...]

Society - 10/07/2017

In Puglia parte Space of Humanity con Lodola e Mascoli

Marco Lodola, l'artista pavese delle sculture luminose, arriva in una chiesa ortodossa pugliese. [...]

Top