Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 11/05/2018

Radicity torna a rigenerare col green desing

Torna il format di rigenerazione urbana degli architetti Sabrina Masala, Emilia Abate, Mariagrazia Castiello e Francesco Rotondale. Quanttro creativi che chiamano a sè altri specialisti nel mondo del green design

Radicity è un format di rigenerazione urbana degli architetti Sabrina Masala, Emilia Abate, Mariagrazia Castiello e Francesco Rotondale. Quanttro creativi che chiamano a sè altri specialisti nel mondo del green design e offrono la possibilità al territorio e all’artista del verde di creare qualcosa di nuovo.

L’anno scorso, a Eboli, vi abbiamo raccontato come i progetti hanno incantato abitanti e turisti arrivati nella cittadina salernitana. Ci sono state anche polemiche: alcuni non erano abituati a vedere il green design che apre le porte all’utilizzo di spazi abbandonati. Soprattutto quando crea riappropriazione da parte dei cittadini di aree completamente abbandonate e usate solo per parcheggi. Per la qualità della vita, evidentemente, qualche rinuncia la si deve fare.

Da sinistra: Mariagrazia Castiello, Francesco Rotondale, Sabrina Masala ed Emilia Abate.

Sempre più determinati, quindi, i quattro di Radicity, tornano a Eboli il primo giugno per Radicity 2018. Li abbiamo incontrati per un’intervista alla DESIGN WEEK di Milano, presso InHabits, il ciclo di talk con le esperienze migliori di rigenerazione urbana che sono state presentate al maggior evento di design nazionale il mese scorso.

“Siamo autori del nostro format di rigenerazione urbana – ci dice Sabrina Masala – e siamo stati chiamati a Milano per c’è grande sensibilità ecosostenibile, do poco impatto e chiunque ne può trarre giovamento. Portano dei benefici perché parliamo di ecosostenibilità e di verde”.

Si tratta di un’inziaitiva molto duttile, si può facilmente esportare in altre realtà. Certo, nel ritrovato centro storico di Eboli il suo effetto l’ha fatto l’anno scorso. Un borgo pressocché sconosciuto, deturpato da anni di edilizia e gestione “fai-da-te”, ha accolto il verde che gli architetti hanno portato come una bombola d’ossigeno in antitesi all’incuria e abbandono. “La cosa più bella che ricordiamo della prima esperienza – ci dice Emilia Abate di Studio 74 Ramè lo stupore degli stessi abitanti del quartiere antico. Non riconoscevano la bellezza che avevano sotto gli occhi ogni giorno e l’hanno vista e riconosciuta con le installazioni”.

Lì dove c’era una discarica a cielo aperto, Radicity, ad esempio, ha creato un giardino. Una bellezza inconfutabile della natura che se curata, porta beneficio per tutti.

SALERNO – Al centro di Salerno Radicity ha fatto altro. L’installazione realizzata per la Mostra della Minerva 2018 è una pergola che moltiplica il verde e i punti di vista da dove ammirarlo. Le piante scendono dall’alto fino a sfiorare il prato e sono moltiplicate dal gioco di specchi posti a terra. L’installazione invita il visitatore a lasciarsi travolgere da esperienze sensoriali, visive, tattili e olfattive. La pergola funge così da moltiplicatore di verde e generatore di emozioni. Il progetto è stato realizzato con Agricola Mazzeo Floricoltura.

“Siamo in comunicazione con altri comuni come Salerno e Nola – conclude Masala – e speriamo di esportare questa best practise anche nei comune del Nord”.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 06/04/2018

Motta ora sceglie: “Voglio vivere e farvi vedere chi sono”

Un pubblico come il suo molti se lo sognano. Motta, vero nome Francesco Motta, ha 30 anni e ha già [...]

Design of desire - 19/12/2016

I principi di progettazione di Moroso

Il design e la comodità, l'eleganza e l'avanguardia. Il rispetto della storia, non da ultimo, sono [...]

Society - 18/01/2018

Mangiare al top a Lima, Perù. I 3 motivi veri per farlo

Facile storcere il naso quando si tratta di mete insolite per i viaggi. Per il cibo poi, i puristi o [...]

Top