Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 17/03/2019

Sull’Hudson a New York svelato The Vessel

Lo skyline non sarà più lo stesso: l'opera dell'architetto britannico Thomas Heatherwick sta generando polemiche ma anche ammirazione.

Una piattaforma aperta a tutti per qualsiasi cosa vorrà esserci. L’architetto Thomas Heatherwick, che ha disegnato e realizzato padiglioni britannici per le Expo e tante cose nuove che hanno cambiato la faccia a Londra, l’altro giorno ha inaugurato la Hudson Yards Vessel a New York.

Situata all’interno degli Hudson Yards, si tratta di una struttura unica, alta e aperta al pubblico, conosciuta anche come la scalinata di New York, accanto all’High Line Park. Nelle intenzioni del suo ideatore, non è finita ancora: “Ci vogliono le persone che salgono e scendono e la vivono per completarla. Un po’ come succede per le promenade italiane”, ha detto all’affollato debutto con tanta fanfara voluta dalla città di New York.

La struttura è fatta totalmente da scale, connesse da piattaforme, e la forma è ovale: è un edificio, un’opera d’arte e un monumento tutto insieme e per questo è poco capita al momento. Ma ha un forte messaggio. Innanzitutto attira l’attenzione a Hudson Yards, alla fine della celebrata High Line Park, la linea ferroviaria sopraelevata trasformata in parco pubblico lo scorso decennio.

“Quando sei coinvolto nell’architettura, ci sono un sacco di masterplan discussi che non vengono mai realizzati – ha detto l’architetto Heatherwick parlando al pubblico che ha salutato The Vessel – . Per me una nuova opera pubblica deve riflettere il dinamismo di New York che ho sempre vissuto da quando sono arrivato qui la prima volta tanti anni fa. Per chi arriva qui, la fascinazione degli spazi che portano le persone assieme è grande: come nell’idea originale fu per il Central Park, un grandissimo spazio pubblcio al centro città, e la High Line. E queste sono state le idee e le eredità che ci hanno ispirato. Un progetto fatto in un miglio di spazio pubblico e con 2500 scale non credevamo fosse possibile farlo”.

Hudson Yards è diverso da qualsiasi altro parco, perché è quartiere vivo e concepito come un primo approdo dal mare a New York. C’è Vessel e la High Line, ma anche  The Shed, un nuovo centro per l’arte e l’ispirazione. O il  ponte di osservazione – uno spazio all’aperto a mille piedi in aria.

Il tutto è immerso nell’area molto popolare del West Side della città, la Public Square and Gardens, con negozi e ristoranti e tanti posti all’aperto su cui intrattenersi. La centralità disegnata dall’Heatherwick Studio è fatta apposta per essere fruita dal pubblico.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Travel - 20/11/2018

Villa La Tana, dimora medicea e luogo del mistero di Bianca Cappello

Magnificenza e sfarzo regnano a Villa la Tana, antica villa medicea costruita a metà del Quattrocen [...]

Leisure - 27/02/2019

Le arti si incontrano nell’opera di Bruno Munari

Bruno Munari (Milano, 1907-1998), designer, scrittore e uno dei massimi protagonisti dell'arte p [...]

Society - 17/10/2017

Felipe Cardeña il Banksy latino che raduna giovani nel mondo

Fino al 12 novembre al Mondadori Store di Piazza Duomo a Milano si possono ammirare i Pop Up Flowers [...]

Top