Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 01/02/2018

Una Wunderkammer francese per Vito Nesta

Maison&Objet 2018, l’importante fiera dell’arredo e design francese, ha visto Vito Nesta presentare al mondo Grand Tour, il suo nuovo progetto di edizioni, racconto di un lungo viaggio, a tratti reale e a tratti immaginato, ispirato agli itinerari che i giovani rinascimentali, appena maggiorenni, compivano per vedere con i loro occhi le bellezze e la cultura che il mondo sapeva offrire.
Vito Nesta, Wagasa

Vito Nesta, Wagasa

Nei suoi trenta anni di età Vito Nesta ha fatto del viaggio condizione naturale di sé: un’infanzia dalle suggestioni venezuelane ricondotte in una masseria pugliese, una giovinezza di ricerca dei colori, odori e visioni lontane, scovate altrove così come nel quotidiano. Risultato dell’incessante ricerca girovaga è l’emergere di un immaginario di simboli e storie che suggeriscono mondi lontani, a volte ibridi tra diverse culture.
Piatto Las Palmas, Vito Nesta.

Piatto Las Palmas, Vito Nesta.

In Grand Tour le colonie brasiliane sono evocate da palme dipinte in verde e in ocra sulla superficie dei piatti Las Palmas, dal bordo a contrasto in lustro metallico: atmosfere silenziose e sognanti, in cui anche le persone in lontananza sembrano essere impregnate di eternità.
La solennità del bordeaux, temprata dall’azzurro brillante, è protagonista della collezione di piatti Natsumi, che rivela ancora un luogo senza tempo dalle suggestioni giapponesi, in cui i templi costruiti dall’uomo sono circondati da una natura fiabesca.
Piatto Natsumi, Vito Nesta.

Piatto Natsumi, Vito Nesta.

La cultura nipponica è un’inesauribile fonte di ispirazione, che Vito Nesta riesce a riportare nella quotidianità occidentale con risultati spiazzanti e seducenti, frutto di un perfetto bilanciamento tra passato e presente. Ciò accade con il tappeto Wagasa : il caratteristico ombrello della tradizione giapponese, costruito di bambù e carta di riso, si trasforma in elemento di decorazione aprendosi in molteplici ventagli dai motivi geometrici colorati.
Completano la collezione Grand Tour le ceramiche Anatomica , in cui i profili anatomici della mano sono semplificati per sottrazione fino a ottenere una serie di oggetti essenziali che rappresentano l’archetipo delle forme iconiche. Vito Nesta sceglie colorazioni e motivi che sintetizzano l’estetica dell’intera collezione, in cui la decorazione è il fil rouge capace di innescare pensieri e viaggi immaginari.


Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 10/01/2018

Francesca Michielin: “Sono figlia del mondo”

Nelle foto di Letizia Ragno Franesca Michielin appare nuova, radiosa, abbronzata e...donna. Ha soli [...]

Leisure - 18/06/2018

“Ora o mai più”, la seconda chance strega i telespettatori

Cosa ha portato con la seconda puntata di Ora o mai più rispetto alla prima? Ha portato emozioni, i [...]

Leisure - 10/11/2017

José Molina è AnimaDonna

L’inno al multiforme femminile dell’artista madrileno José Molina alla Hernandez Art Gallery di [...]

Top