Magazine - Fine Living People
Eventi

Eventi - 16/06/2017

TAGAD’OFF

 TAGAD’OFF

Dal 23 al 25 giugno, sei spettacoli in tre giorni con i giovani talenti della drammaturgia

 

Un week end interamente dedicato ai talenti under 35 del teatro con gli spettacoli delle sei compagnie finaliste di Tagad’Off, concorso di drammaturgia emergente giunto quest’anno alla sesta edizione. Da venerdì 23 a domenica 25 giugno andranno in scena al Piccolo Teatro Martesana di Cassina de’ Pecchi (MI) i lavori degli artisti selezionati tramite bando dalla Residenza artistica Ilinxarium, organizzatrice del concorso. Tagad’Off, iniziativa realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, è un format ibrido tra concorso e festival con lo scopo di diffondere una cultura teatrale attenta ai linguaggi e alla creatività degli artisti più giovani. Non solo spettacoli: sabato 24 giugno dalle ore 15 è previsto in teatro il workshop “Social media storytelling per le performing arts” con il formatore Simone Pacini e il gruppo Fattiditeatro.

Finalisti e programma

La rassegna si apre venerdì 23 alle 20.30 con “Il contouring perfetto” della compagnia Domesticalchimia: storia di una giovane video blogger, ossessionata dalla sua stessa vita in rete, che finisce per alienarsi definitivamente dalla realtà quando comincia ad interessarsi ai Rettiliani e a vivere immersa nella conseguente paranoia. Alle 22 di venerdì la scena si sposta in Argentina, con lo spettacolo “Assenti per sempre” della compagnia Oyes: un giovane desaparecido e il suo carnefice, un militare, si raccontano al pubblico in un “monologo a due voci”.

Sabato 24, alle 20.30, in scena “Adulto” della compagnia Phoebe Zeitgeist, che racconta, ispirandosi ai testi finali di Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante e Dario Bellezza, la parte interiore di ciascun adulto che si ostina a non crescere. L’omaggio ai grandi della letteratura prosegue con il secondo spettacolo: alle 22 sale sul palco la regina Gertrude dell’Amleto con “Si Stava Meglio #1 – La regina di Danimarca non deve morire” della compagnia Coperte Strette. 

Il primo spettacolo di domenica 25 alle ore 18 è “Nuovo Eden” di Jessica Leonello, il racconto di un risveglio dopo 15 anni di sonno per comprendere insieme al protagonista se siano i luoghi a cambiare le persone col tempo o viceversa.  Chiude la rassegna il futuro prossimo in cui si svolgono le quattro storie ai limiti della distopìa messe in scena dalla compagnia Carolina Reaper con l’opera “L’indulgenza del latte”. 

Il vincitore, che sarà comunicato sul sito web degli organizzatori lunedì 26, sarà scelto da una giuria tecnica: Nicolas Ceruti, direttore artistico della residenza multidisciplinare Ilinxarium, Simone Pacini  di fattiditeatro, il critico teatrale Mario Bianchi e Michela Marelli, drammaturga e direttrice artistica di Teatro In-Folio. Per il primo classificato: un premio di 1500 €, 20 giorni nella Residenza artistica Ilinxarium per lavorare ad una nuova produzione, partecipazione al festival Ex-Posizioni, partecipazione al progetto di formazione e tutoring W.A.Y.

Costi: singolo spettacolo 6€; 2 spettacoli 10€; 6 spettacoli 24€; workshop + spettacoli 24/25 giugno 15€

Per biglietti e prenotazioni: Associazione Culturale ILINX, 02 910 911 81, organizzazione@ilinx.org

 

Programma Tagad’Off 2017

Venerdì 23 Giugno 2017

Ore 20.30

Il Contouring Perfetto – I Contorni Ideali in cui Vivere | Compagnia DOMESTICALCHIMIA

con Zoe Pernici, Elena Boillat e Barbara Mattavelli – Regia Francesca Merli – Drammaturgia Riccardo Baudino e Francesca Merli – Sound design e musiche Federica Furlani – Movimenti scenici Elena Boillat – Costumi Nadia Gini – Light design Silvia Laureti e Isadora Giuntini -Voci follower  Valeria Bono, Giovanni Calò e Federico Rubini – Voce madre Matilde Vigna – Grafiche Ehsan Mehrbakhsh – Una produzione di DOMESTICALCHIMIA – Con il sostegno di Ilinxarium Residenze Artistiche, Cantiere Moline (ERT).

La storia – Il blog di Anita si chiama Anita’s video blog. Se lo googlate, lo trovate subito. Anita vive autoreclusa nel proprio appartamento, dove trascorre le sue giornate in compagnia dei suoi  follower e di Sam, un’amica immaginaria, con cui vive fin dall’infanzia. Ma la sua quotidianità viene sconvolta improvvisamente dall’arrivo della Signora, una figura misteriosa che le fa scoprire il Complotto dei Rettiliani, una razza aliena, che grazie ai suoi poteri governa segretamente la Terra. Dopo questo incontro, Anita perde progressivamente ogni  contatto con la realtà: si convince che i Rettiliani siano ovunque e che siano in grado di mimetizzarsi tra gli esseri umani. La paura cresce fino a diventare totalizzante, e Anita si trasforma in un esempio vivente della paranoia ai tempi di internet e del trash.

Ore 22.00

ASSENTI PER SEMPRE | Compagnia OYES

di e con Umberto Terruso – regia Andrea Lapi – aiuto regia Raffaele Panfili

La storia – Durante la dittatura argentina della fine degli anni ’70, un giovane “desaparecido” e un militare, vittima e carnefice, si raccontano al pubblico, ognuno con la propria vita, i propri sogni, le proprie convinzioni. Un monologo a due voci, che mette in luce dettagli nascosti di un olocausto a volte dimenticato. “Dopo aver letto Le irregolari di Massimo Carlotto, mi resi subito conto che non sapevo abbastanza dell’argomento trattato. Iniziai ad interrogare persone che appartenessero a una o due generazioni prima della mia e molti non seppero dirmi né come, né dove, circa 30.000 persone scomparvero. Cominciai a documentarmi e così toccai con mano gli inquietanti dettagli di una profonda ferita, che a trent’anni di distanza sembra non essersi ancora rimarginata”. Umberto Terruso

Sabato 24 Giugno 2017

Ore 15.00/19.00

Social media storytelling per le performing arts | Masterclass condotta da Simone Pacini / Fattiditeatro

Raccontare lo spettacolo dal vivo attraverso i social media può essere un ottimo strumento di auto-promozione per tutte quelle realtà (medie e piccole) che non hanno risorse (economiche e umane) per attuare politiche di social media marketing, ma che attraverso un racconto empatico possono coinvolgere e ampliare sempre di più la loro community di riferimento. Il racconto digitale diventa anche un mezzo per creare e sviluppare un rapporto speciale fra nuovi spettatori e imprese culturali. Gli argomenti trattati sono:

perché è importante raccontarsi nell’era del web 2.0; nuovi media per nuovi pubblici: un’equazione non scontata; l’hashtag: uno strumento importante per far dialogare imprese culturali e territorio; alla ricerca dell’empatia: “socializzare” un evento dal vivo creando “engagement”.

Ore 20.30

ADULTO | Compagnia Phoebe Zeitgeist 

ispirato dai testi finali di Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Dario Bellezza

uno spettacolo di Giuseppe Isgrò – con Dario Muratore – voci Ferdinando Bruni, Ida Marinelli – suono  Giovanni Isgrò – dramaturg Francesca Marianna Consonni – immagine Sally Cellophane;  grafica Alessandro Tonoli – in collaborazione con  Voci Erranti, Racconigi (CN) e TMO Teatro Mediterraneo Occupato, Palermo

La storia – Adulto è una ricerca sulla parte maledetta della crescita, quella che non matura. Linee di led e radio analogiche sono i confini visivi e sonori della scena: è un buco dall’attività frenetica, una fossa abitata da un unico personaggio. Questa è la storia di una totale resa, di una spesa oscena di sé, di un’estasi fatale, unita carnalmente al fallimento. Invece di crescere e divenire solido, l’io si disperde, si sparge, decresce, torna all’origine, fino all’utero materno. Tutto è però attraversato da desiderio, amore, bisogno estremo e abominevole di tenerezza. Le parole che compongono questa contro oratoria sono ispirate dalle opere finali di Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante e Dario Bellezza, accomunate dall’essere liriche filosofiche, crolli monumentali che prefigurano la morte ma sono anche capaci di un pensiero visionario sul futuro.

Ore 22.00

Si Stava Meglio #1 – La regina di Danimarca non deve morire | Compagnia Coperte Strette

Uno spettacolo di Christian Gallucci – Con Anna Sala – Assistente alla regia Ilaria Cassanmagnago – Con il sostegno di Manifattura K.

La storia – La regina di Danimarca non deve morire è la prima parte del progetto Si stava meglio: una trilogia che parte dal concetto di migrazione e da 3 riscritture – Amleto, Tre sorelle e Medea. V atto, scena II: Gertrude osserva Amleto e Laerte che si sfidano a duello. Di lì a poco Gertrude berrà dalla coppa che Claudio ha avvelenato. Questo è il punto in cui Gertrude, regina di Danimarca, entra in scena e chiede al popolo di fermarla, di non farla bere, di permetterle di fare le valigie e andarsene da questo stato marcio dove le donne muoiono annegate per amore e gli uomini rimangono uccisi dal potere. Ma Gertrude è intrappolata in un meccanismo che la riporta sempre al punto di partenza, costringendola, infine inascoltata e condannata, a esprimere un ultimo desiderio e compiere il gesto fatale.

Domenica 25 Giugno 2017

Ore 18.00

NUOVO EDEN | Jessica Leonello

Di e con: Jessica Leonello – Regia: Manuel Renga – Video: Nicola Zambelli – Scene: Mario Leonello, Mario Barnabi, Manuel Renga – Con il sostegno di Residenza Idra e Verdecoprente Residenze Artistiche – Con il sostegno produttivo di Fondazione A.S.M. 

La storia – Immaginate di addormentarvi per quindici anni, di risvegliarvi e tornare a fare un giro per le vostre città. Tutto sommato, a noi, pare non sia successo nulla. Ma per Cesare, che viveva nel cuore storico di una operosa città del Nord Italia, quasi tutto è cambiato: il cinema Eden –l’ultimo cinema a luci rosse- si è trasformato in un cinema d’essai, altro che Moana Pozzi, ora solo film di Wim Wenders, il cricket è diventato il secondo sport più praticato e i suoi giocatori sono tutti indiani e pachistani ormai di seconda generazione, perfino le prostitute anziane, coetanee di Cesare, sono le ultime rimaste a lavorare in orario diurno, tra i vicoli del centro storico. Ma sono i luoghi che cambiano le persone? O le persone che cambiano i luoghi?

Ore 20.00

L’Indulgenza del Latte | Carolina Reaper 

con Matteo Barbè, Jacopo Fracasso, Paui Galli, Elena Scalet, Andrea Tibaldi – scene Francesca Biffi, luci Daniel Tummolillo –  video Michela Piccinini e Manuele Laghi – assistente alla regia e drammaturgia Livia Castiglioni – soggetto e regia Patrizio Luigi Belloli – una produzione Carolina Reaper

La storia – Quattro storie ambientate nel futuro prossimo. THE INDULGENCE OF MILK 2018. Alcuni ragazzi gay e lesbiche si sottopongono a un duro addestramento per arrivare a sembrare veri e propri neonazisti. I WANT IT 2023. Il giorno del loro matrimonio due promesse spose scoprono di aver comprato lo stesso abito di nozze e tra di loro si apre una crisi. LAST FAMILY DAY 2025. E’ l’ultimo giorno in Italia di una famiglia tradizionale che ha lottato per resistere agli assalti della modernità. La famiglia tradizionale è costretta a esiliare lontano da questa nazione. E’ il Last Family Day. DARK SIDE OF THE ROOM 2017. Daniele, che stava cercando disperatamente casa, ha risposto ad un singolare annuncio. Come sarà vivere in una dark room?

 

Top