Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 22/09/2018

Aigner si affida ai colori Dada per un nuovo lifestyle

La pelle usata per gli abiti a frangia, pantaloni, cappotti in colour-block e giacche, e ritorna anche nel logo per la prossima estate 2019.

Come il post punk dei Placebo che negli anni 90 (e ieri in passerella) ispiravano i cuori ribelli che oggi comprano i vestiti Aigner, anche la moda riesce a tritare influenze con gusto. Ribellione contro le convenzioni: il dadaismo – movimento artistico e letterario del 20° secolo– ha ispirato il Direttore Creativo Christian Alexander Beck per la sua collezione primavera/estate 2019.

Lo ha fatto pensando a un nuovo stile di vita, che nelle intenzioni deve tener presente il classy style in questa collezione femminile DADA ma che inevitabilmente mixa 70-80-90 come le feste tripudio in discoteche affollate. Quindi pantaloni a vita alta, borchie e frange alternati a echi flower power rivistitati e molti motivi grafici e geometrici diseeminati tra maglieria e accessori.

La collezione è dirompente: motivi lineari si contrappongono ad un creativo mix and match di stampe e dettagli inaspettati come le stampe trompe-l’oeil che si traducono in forme pulite.

Il focus sono i tessuti degli abiti: dal pizzo nero classico con motivi floreali e le stampe a righe multicolor per i top, alle paillettes camouflage; dalla seta con stampe Dada a righe e i veli con ricami a gioiello al bouclé nel colour-block blu/rosso.

La pelle, da sempre un must per la maison Aigner, è utilizzata per gli abiti a frangia, pantaloni, cappotti in colour-block e giacche, e ritorna anche nel logo, altro elemento importante della collezione e proposto sia in stampa stampa all-over su trench, gonne, bomber, che in versione classica o in uno sportivo block style.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 17/01/2018

Martin Cambriglia: “La pittura nasce dalla multiculturalità”

Martin Cambriglia ha iniziato a dipingere per caso e ora ha fatto della sua passione una professione [...]

Leisure - 05/09/2018

L’editoria dei giardini ha un evento dedicato a Verbania

I giardini e le bellezze naturali ispirano libri e pubblicazioni di ogni genere. Fino a domenica 9 s [...]

Society - 06/11/2017

Ernia, se questo è un rapper

https://www.youtube.com/watch?v=oVu7CTCUWXo La prima cosa che ci dice Ernia incontrandoci per l'u [...]

Top