Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Fashion

Fashion - 06/04/2016

Alfonso Somma: Per la moda conta l’eleganza innata

Alfonso Somma dell’agenzia Moda Gold è partito da Napoli, quattro anni fa, con il pallino dell’organizzatore di eventi di moda e si è ritrovato a essere uno dei più affidabili scopritori di talenti tra i modelli nostrani. Nella sua squadra oggi ci sono volti noti dello spettacolo e pubblicità, oltre a emergenti già famosi come Nicola Coletta, attore e attualmente testimonial di Brian-K, e Gerardo Russo, modello conteso dai brand di abiti da sposo.

Abbiamo incontrato Alfonso per farci spiegare cosa conta veramente sulle passerelle, dal punto di vista di chi sceglie i modelli da lanciare.

Come hai fondato Moda Gold?

Avevo finito un lavoro con Miss Italia Cinema e da lì, avendo tante ragazze da far lavorare, ho iniziato a fare eventi. Già prima facevo eventi e da quando ho iniziato a collaborare con il Pitti a Firenze mi sono lanciato con tre amici in questa avventura. Il primo marchio che ci ha dato fiducia è stato  un famoso brand nazionale e siamo partiti col piede giusto.

La moda è anche una passione per te?

Sì, perché mi paice lavorare sul prodotto oltre che all’organizzazione. Ho anche lanciato la mia collezione di t-shirt, Starshirt così ho unito le due facce dell’imprenditoria di moda.

Di che t-shirt si tratta?

Sono capi trendy, quest’anno sono disegnate da Elena Napodano. Sono fatte a mano e made in Italy, le definirei maglie sartoriali. Le realizziamo in un cotone adatto all’estate, quello pregiato che fa passare aria. Per la donna abbiamo anche leggings abbinati.

Passando ai testimonial di marchi che hai scoperto, di chi sei più orgoglioso?

Con lo stilista Nino Lettieri facciamo casting ogni sei mesi per portare nuovi volti ai clienti di moda. Nicola Coletta è talmente amato che hanno creato pure un gruppo su Facebook per spingerlo al Grande Fratello. Abbiamo lavorato bene con lui perché l’abbiamo portato a Roma all’Action Accademy di Nando Moscariello e Mariagrazia Cucinotta. E gli si aprono anche le porte del cinema e della tv, ha fatto Onore e Rispetto e Il Bello delle Donne.

Come si fa da tutor a dei ragazzini che vogliono emergere?

Per i ragazzi consigliamo di iniziare a 16 anni è giusto farlo step by step questo mestiere. Ci sono tante sfaccettature che oggi con l’avvento di Instagram si sono un po’ perse. C’è chi ha un bel volto, altri hanno portamento, altri sanno sfilare. Alcuni vanno bene per alcuni contesti, noi li aiutiamo a scoprire quali. Che poi oggi c’è da dire che molti a 20 anni vogliono bruciare tutte le tappe. Se inizi con diligenza qualche hanno prima arrivi ai 20 con un bagaglio già da professionista. Per la donna forse è più facile emergere prima e in questo i social network aiutano.

Però illudono pure…

Certo, non tutte possono diventare Chiara Ferragni. E a Chiara Nasti è andata bene perché è partita da sola da piccola e poi è cresciuta in un momento in cui non tutti lo facevano. Ci sono molti emuli, noi diciamo di fare con calma e scoprire il proprio reale talento.

C’è molta diffidenza nei confronti delle agenzie di moda, poca nei confronti dei rischi del Web. Come te lo spieghi?

Anzitutto oggi ci sono molti genitori che spinono i figli. E se vediamo che la ragazza di turno è pressata dalla madre ma non ci crede fino in fondo le diciamo di pensarci e ripassare. Per quanto riguarda chi si costruisce da solo la fama sul Web dovrebbe stare attento ai rischi, ma quelli sono mondi impenetrabili anche a chi vive nella stessa casa dei ragazzi. Come si fa a controllarli? Invece il momento più bello per noi di Moda Gold è quando un genitore ci fa i complimenti per come abbiamo gestito i ragazzi.

Come fate a non vendere illusioni?

Vedi quello che è successo a Nicola Coletta: gli abbiamo suggerito una strada ed è stata quella vincente. Se il gusto non ce l’hai e non sai aderire a un’idea di stile, possiamo indicarti un obiettivo ma l’eleganza è anche qualcosa di innato. Prima cosa: se al ragazzo piace il mondo della moda, l’investimento in un corso di portamento o dizione fa parte del percorso e deve dare frutti. Siamo i primi a svegliarli dal sonno se le cose non vanno.

Lavori soprattutto con ragazzi del Sud, che idea ti sei fatto di loro?

Si vede subito se c’è eleganza, da dove arrivano, che tipo di frequentazioni hanno avuto nella vita. Anche se c’entra relativamente perché a volte ancora prima di corsi di portamento hanno già eleganza innata. Su quelli puntiamo subito. Gerardo Russo è un esempio, ha bisogno di un grande evento per emergere definitivamente, ora che ha 18 anni. Grosse potenzialità, si sa muovere, sa fare relazioni. Ne sentirete parlare presto.

Moda Gold attualmente ha in carnet 15 modelli.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 24/01/2018

Mudimbi trai giovani di Sanremo 2018: “La prima responsabilità è la nostra felicità”

“La gente guarda male se non sei pieno di guai, meglio dire sono vegano e sto anche in mano agli u [...]

Society - 14/05/2018

Eurovision, cronache dal centro del mondo della musica

Alla fine Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno fatto meglio di Francesco Gabbani che l’anno scorso era [...]

Leisure - 13/06/2018

Mare Mediterraneum, mostra a Palermo

Un collettivo di artisti russi che a Palermo, nell'anno della capitale della cultura, indaga sugli i [...]

Top