Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Fashion

Fashion - 27/09/2016

Annakiki a The Way Magazine: “A Milano mancava la mia moda sottovuoto”

La stilista di Shenzen porta in Italia il suo progetto con l'illustratore Kaye Blegvad. Le foto della suggestiva presentazione.

cannakiki milano fashion week (16)

Una modella Annakiki posa per The Way Magazzine alla presentazione primavera/estate 2017.

La moda di Annakiki è l’immersione in un mondo multi-sensoriale, congegnato per stupire chi lo visita, oltre che chi lo indossa. La stilista di Shenzen, il distretto cinese di maggior vivacità creativa, a Milano per la collezione primavera/estate 2017 chiamata REVIVE, ha organizzato un happening di rara raffinatezza.

Anna Yang, questo il suo nome di battesimo, si è parzialmente ispirata al noto illustratore inglese Kaye Blegvad, autoproclamatosi “creatore di cose”. Le immagini di Kaye spesso enfatizzano i ritratti umani e le parti del corpo, e Annakiki ha voluto nella collezione queste immagini utilizzando pittura a mano e tecniche di ricamo in modo da creare un effetto visivo unico. Oltre ovviamente alla presentazione, che come vedete dalle foto, è stata fatta in parte con abiti sottovuoto. Da un lato, le modelle vive in un open space, dall’altro, abiti appesi e prosciugati di vita. “La mia moda – ci ha detto la stilista, che vediamo in foto d’apertura in posa con le modelle sullo sfondo per The Way Magazineè quello che mancava a Milano, ricca di proposte spesso minimaliste, elegantissime e di grande tradizione. Per me mettere gli abiti sottovuoto è un gesto che li rende iconici, liberi dal tempo, con attenzione solo alla qualità e la mia trasgressione è questa. Ho preso in prestito il concetto di conservazione degli alimenti per esplorare la conservazione del capo e poi estenderlo alla conservazione della moda. Secondo me è un gesto che funziona in una cornice come quella di Milano“.
Annakiki fa ora moda basata soprattutto sulla bicromia (bianco e nero imperante) avendo abbandonato i suoi soliti colori vivaci, e usando dei veri messaggi sui dettagli di giacche e reverse.

Per info qui



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 04/12/2017

La dirty oasis molto glamour di Angelo Cruciani

Ci sarà un motivo per cui Angelo Cruciani quando fa vestiti ha uno stuolo di rockstar e aspiranti t [...]

Design of desire - 12/03/2018

Christie’s, sede cinese a cura di italiani

Porta la firma dello studio milanese Vudafieri – Saverino Partners la sede di Christie's in Cina [...]

Design of desire - 31/01/2018

Sublime, parte il sito dei piatti d’arte

Nasce oggi ufficialmente SUBLIME Ricette in #cibografia. Un progetto artistico all’avanguardia che [...]

Top