Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 20/09/2017

Guy Bourdin, gli anni a Vogue in mostra a Corso Como

Bianco e nero artistico, donne bellissime che escono dall'ombra, anche in maniera figurata. Il celebre fotografo ha ispirato generazioni.

A Milano, fino all’11 ottobre, nel tempio dello shopping cool di Corso Como 10 l’esposizione del grande fotografo del Vogue francese, Guy Bourdin sta rimettendo in luce gli anni in cui gli editorials ispiravano il mondo.

La moda, ma anche il gusto dell’epoca e l’arte di questi scatti tratti dalla collaborazione dell’artista con Vogue, risplendono nella piccola sala della galleria Carla Sozzani.guy

La mostra si chiama In Between  1955 – 1987, curata da Shelly Verthime e mette in luce con un bell’allestimento 20 riproduzioni che sono finite nelle pagine di Vogue Francia quando il fotografo era in attività. Scatti che hanno colorato l’immaginario di tutti i pubblicitari e modaioli del mondo, oltre che di star dell’obiettivo assolute come Mondino, LaChapelle e Mert&Marcus che si sono dichiarate da sempre ispirate dal suo lavoro.
Parte del suo successo Bourdin lo deve all’inventiva ed eleganza del servizio “Chapeaux Choc”, pubblicato nel febbraio del 1955, un debutto che ha segnato un’epoca. E da lì tutte le immagini che raccontavano il ruolo della donna, la bellezza e la violenza, la supremazia dell’estetica e la parola dell’anima che la completa.

Nel 1988 ha ricevuto a New York il prestigioso ICPInfinity award ma continuava a ripetere che tutto il suo lavoro doveva essere distrutto dopo la sua morte. Un’affermazione drammatica, come la sua visione di luci e ombre in era pre-digitale, quando dare la precedenza all’immagine piuttosto che al prodotto era una vera novità coraggiosa. Di Bourdin esistono anche dei film e tanti altri lavori, ma ammirarne il corpus principale, le fotografia magistralmente stampate in bianco e nero in una raccolta saletta milanese è un’esperienza sicuramente da fare.

Galleria Carla Sozzani, Corso Como 10 – Milano

aperta ogni giorno dalle 10,30 alle 19,30 (mercoledì e giovedì fino alle 21)
Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 23/02/2017

Never Stop Designing Spaces, anche quando la location è un paradiso

Never Stop Designing Spaces: più che un titolo di un libro sembra un avvertimento, o meglio, una di [...]

Fashion - 27/06/2017

Fantasia e opulenza per Climber BC nell’estate 2018

Mithat Samsama, uno dei quattro fratelli che nel 1995 hanno fondato Climber BC, è raggiante quando [...]

Leisure - 09/05/2017

Lorenzo Marini re dell’italian pop a New York

Si intitola “Typevisual” la personale di Lorenzo Marini in cartello presso la Georges Bergès Ga [...]

Top