Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Fashion

Fashion - 20/10/2018

La it-bag di Sara Bergantini

Dalla pelle liscia a quella lavorata, dal pitone al velluto, dal tessuto floreale al jeans. La personalizzazione dell'accessorio.

Donne e passione per le borse. Sara Bergantini, come donna e fashion designer, è consapevole di questa associazione e ci presenta la sua Rollbag, la vera IT BAG del momento.

Personalizzazione e novità sono gli elementi distinti alla base di questa borsa che rappresenta un accessorio nuovo, innovativo, riconoscibile e capace di far parlare di sé, aiutando chiunque la indossa a valorizzare la sua personalità.

 

Conosciamo meglio con Sara la sua “IT BAG”.

La borsa. Un accessorio fondamentale per ogni donna… parlaci del tuo rapporto con questo accessorio/must have sia come donna che come designer…

La borsa, per me, è da sempre un accessorio fondamentale che delinea lo stile e la personalità di chi la indossa. L’attrazione e la passione che le donne hanno per essa credo che sia qualcosa di davvero unico… personalmente ho sempre avuto la mia idea di borsa ancor prima di cominciare a produrle. Ho, infatti, sempre amato e indossato le borse “a mano”, le pochette dalle geometrie più diverse, anche per il giorno.

 

La borsa costituisce un componente importante di tutte le collezioni da te sviluppate. Spiegaci questo suo “ruolo”.

Come anticipavo, ho sempre avuto la mia personale idea di borsa, così, nel momento in cui è nato il mio marchio ho deciso di introdurle subito all’interno della mia collezione, focalizzandomi sui modelli che amo e indosso, ovvero quelle a “mano”.


A far da padrone e a riscuotere un grande successo è la tua Rollbag un modello sostanzialmente nuovo e accattivante. A cosa ti sei ispirata nella definizione di questa linea? Come mai hai deciso di sviluppare un modello dal volume tondeggiante?

Ho cercato di “portare alla luce” quelle forme che negli anni passati sono sempre state considerate utilizzabili solo in occasione di specifici eventi, ovvero quelli notturni. Ho così “tolto” tutti gli elementi che potevano creare una associazione del prodotto al loro “vecchio utilizzo”, ho cercato di darle praticità, libertà e facilità di movimento. Da questo connubio è nato il prodotto e, così,  ho regalato alle donne quella che in pochi anni è diventata una vera BAG IT di successo: LA ROLLBAG.

L’ultima nata è la “2mini” Rollbag che sta riscuotendo tanto successo in tutte le sue versioni, da quella in animalier, a quella coi laminati oro e argento fino ad arrivare a tutta la gamma colorata in velluto. Questo modello è stato pensato e creato appositamente per soddisfare le donne più stilose e minimaliste che in poco spazio vogliono sempre riuscire a portare con loro solo il necessario ed essere sempre cool.

Ancora una volta la personalizzazione del prodotto e al centro della tua idea. Numerose sono le versioni della Rollbag sia dal punto di vista dei materiali che delle dimensioni. Quali materiali e lavorazioni hai scelto per le tue Rollbag? 

Oggi la Rollbag è una borsa che si caratterizza per mille sfaccettature e diverse misure. È pensata per accontentare tutte le donne, che nel continuo movimento di tutti i giorni hanno bisogno di praticità, minimalismo e stile.

Dalla pelle liscia a quella lavorata, dal pitone al velluto, dal tessuto floreale al jeans (della prossima collezione … questo è un vero e proprio anticipo sul futuro della linea) la Rollbag trova la sua immagine più sportiva o più elegante nelle finiture in Swarovski, negli accessori che la decorano e – anche – nelle lavorazioni artigianali ad uncinetto.

Come sempre la personalizzazione del prodotto è un elemento al centro della mia idea e per questo predispongo numerose produzioni “ad hoc” per clienti speciali e boutique.

Testo a cura di Francesca Rizzi

 

 



Luxury - 11/05/2016

MayMoma: Il gioiello prezioso che si ispira all’art déco

MayMoma è un brand di fashion jewelry made in Italy che sta avendo molte attenzioni nel mondo grazi [...]

Leisure - 03/05/2017

Il Festival #Ensemble a Parigi: padiglioni commestibili

Si chiama #Ensemble e in estate vedrà protagonista architetture, mode, green e food. Alla Cité de [...]

Design of desire - 05/04/2017

Quanto Brasil c’è nel design contemporaneo

Non solo Oscar Niemeyer. Il design brasiliano è sempre più presnete tra noi, tra la nostra cultura [...]

Top