Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 25/09/2017

L’essenziale per Jil Sander è l’umanità degli abiti

Semplici e lineari le linee, nessun affollamento di materiali e colori. E una location che ancora non è aperta al pubblico. La sfilata del brand a Milano per l'estate 2018.

In una location ancora non aperta al pubblico nell’avveniristico quartiere di City Life, Jil Sander ha mandato in passerella modelle semplici e vestite in abiti lineare, anche se a ben guardare la collezione si rivela un insieme estremamente complesso di contrasti e nuance.

A Milano Moda Donna per il brand essenziale per eccellenza si sono visti abiti con l’anima. Jil Sander è anima, sensibilità, umanità. È qualità. È design essenziale, è un approccio agli abiti e ai prodotti puro e sofisticato. È trovare il delicato equilibrio tra perfezione e imperfezione.  Più di ogni altra cosa, è parte essenziale della vita che abbraccia l’arte, la musica, il cinema, l’architettura, la spiritualità e la coscienza.
jil sander the way magazine 2017 (3)
Lucie e Luke Meier si sono perfettamente adeguati al mood che il nome per cui disegnano implica e hanno creato la loro prima sfilata per Jil Sander primavera/estate 2018 con sensibilità e purezza unita a un modus operandi moderno e innovativo.

Guardando gli abiti la celebrazione per la natura e il tocco umano è evidente, come la scelta della location, Citylife Shopping District che aprirà al pubblico il prossimo 30 novembre. Secondo gli organizzatori una creazione dell’uomo che ricorda la magnificenza della natura.

Una palette pura di bianchi uniti al blu navy, cammello e nero rimanda ai codici Jil Sander, mentre i colori vivaci danno forza alla maglieria voluminosa. La tradizionale camicia in popelin è stata rivisitata in più versioni; nuovi approcci alla manifattura dei capi si manifestano entrando in contrasto con i drappi leggeri e ariosi; le tradizionali camicie morbide e funzionali connettono la funzionalità maschile ai volumi femminili; l’artigianalità è essenziale in rapporto alla preziosità del macramè e i dettagli ricamati a mano.
Il risultato è essere riusciti a donare emotività agli abiti. Sono stati realizzati per vivere e prendere parte alla vita reale.



Design of desire - 11/04/2017

La poltrona di Gaetano Pesce che ha spaccato il pubblico del Fuorisalone

Una poltrona ha diviso l'opinione delle migliaia di frequentatori del Brera Design District durante [...]

Leisure - 28/09/2017

Le scenografie per eventi, ecco come si disegna un matrimonio

Luca Melilli ha fondato un business florido sul wedding design. Oggi più che mai, il wedding design [...]

Leisure - 22/02/2017

Il Tempo Immobile di Manuel Felisi

Si entra anche in un armadio (dei ricordi) nella mostra di Manuel Felisi allestita a Fabbrica Eos. N [...]

Top