Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 18/12/2017

Massimo Dutti e Zara, nuove opening a Milano

Il monomarca dello stilista spagnolo in galleria e la riapertura dello store di corso Vittorio Emanuele, due brand fashion al centro dello shopping della fashion capital italiana.

Il gruppo spagnolo Inditex avanza in Italia e fa bene anche all’occupazione. A Milano in questi giorni hanno aperto il monomarca Massimo Dutti in galleria Vittorio Emanuele e un nuovo punto Zara riaperto in corso Vittorio Emanuele.

Inditex, tra i principali gruppi nel settore moda a livello mondiale, è noto per i suoi celebri marchi Zara, Pull&Bear, Massimo Dutti, Bershka, Stradivarius, Oysho, Zara Home e Uterqüe.

Zara riapre circa 1000 metri quadri al numero 13 di Corso Vittorio Emanuele, ampiamente riconosciuto come una delle vie più rilevanti dello shopping nel mondo.

Zara riapre circa 1000 metri quadri al numero 13 di Corso Vittorio Emanuele a Milano, ampiamente riconosciuto come una delle vie più rilevanti dello shopping nel mondo.

Le due aperture molto importanti confermano la volontà di rilanciare la presenza in centro città e il ruolo a sostegno dell’occupazione. Zara ha assunto 24 nuove persone e Massimo Dutti 35. L’età media di tutti i dipendenti di Zara uomo in Corso Vittorio Emanuele è 27 anni. L’età media di tutti i dipendenti di Massimo Dutti in Galleria Vittorio Emanuele è 27,9 anni.

Si tratta di spazi ampi, molto belli e curatissimi nel design (per Zara è intervenuta un’importante architetta), oltre che di store eco-efficienti. Per Massimo Dutti c’è poi un forte risvolto di innovazione: la tecnologia è protagonista nello store, con soluzioni che migliorano l’esperienza cliente.

MASSIMO DUTTI – Massimo Dutti è stato fondato nel 1985 in Spagna come marchio di abbigliamento maschile. Nel 1995, ha lanciato la sua prima collezione da donna con una varietà di stili, dal casual al sofisticato senza tempo. Oggi ha una presenza commerciale in 76 paesi in Europa, America e Asia con 800 negozi.

Il negozio in galleria a Milano, uno splendido locale di 800 metri quadrati di superficie commerciale, è distribuito su quattro piani, i primi due dedicati alle collezioni Men e gli ultimi due alle proposte Women.

Il design degli interni, sviluppato interamente da Massimo Dutti, si basa sull’uso di nuovi materiali, finiture e illuminazione. Viene messo in evidenza l’esclusivo Museo della Sartoria con tessuti caratteristici di questa arte esposti in vetrine dedicate. Il marmo italiano serpeggiante del pavimento, di colore beige con venature lineari e posato a spiga, contribuisce a dare una nota di eleganza in un luogo che mescola modernità e contemporaneità.

Camerini interattivi: nel momento in cui il cliente arriva in camerino, i capi vengono scansionati e appaiono automaticamente sullo schermo posizionato all’interno. Tramite i touch screen posizionati nei camerini, il cliente può consultare i dati sui capi scelti o richiedere un cambio di taglia. Gli schermi hanno anche un sistema di Visual Search Technology che propone articoli complementari e sostitutivi a quelli scelti.

ZARA UOMO – Il design elegante e discreto dello store, dove predominano i toni chiari e dove le texture e la loro interazione con le luci colorano gli spazi, è concepito come una cornice per la collezione di Zara Uomo, in cui i grandi protagonisti sono il prodotto e il cliente.



Leisure - 08/11/2017

Bricks in Florence, la mania dei Lego per 48 ore

Sarano 48 ore di ammirazione e mania da condividere per i fan dei mattoncini Lego provenienti da tut [...]

Design of desire - 19/04/2018

Il Fuorisalone del Mobile di Milano chiama, Salerno risponde

Sempre più numerosa la presenza delle aziende e dei progettisti campani all’annuale e attesissima [...]

Society - 22/11/2016

Malabellavita, dal lusso sfrenato alla buia galera

Quando ho detto ad un amico che mi sarei incontrata al bar sotto casa per intervistare un ex narcotr [...]

Top