Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 14/10/2017

Mauro Gasperi, geometrie e influssi acquatici nella sua moda

All’ultima Milano Fashion Week per la primavera/estate 2018 Mauro Gasperi ha riproposto il suo marchio di fabbrica, le linee d’architettura e grafiche integrate nell’elegante guardaroba femminile, con un allettante upgrade.

La  collezione  è  stata  indossata  da  modelle  selezionate  per  la  loro  allure  fresca  e  contemporanea,  muse moderne che sovrastavano   strutture   composte   da   strutture   specchiate,   total   white   e   trasparenti contenenti  acqua, elemento  ispiratore  della  collezione, fondendosi  in  un  gioco  di  luci  e  di  fluidi  effetti cromatici.

gaspari

La   casa   privata,   scelta   come   location   di   questo   evento,  dalla doppia anima minimal e nobiliare, ha fatto da ispirazione alla collezione, in un gioco d’osmosi non comune.  Abbonda il total white e le finiture specchianti.

image011

Questa la motivazione della scelta della location da parte del designer Mauro Gasperi:

“Mi piaceva l’idea di presentare la mia collezione in un appartamento privato, con un’atmosfera intima, informale e rilassante. La scenografia riprendeva il mood della collezione e l’immagine del brand, minimale e geometrica”.

Per gli abiti femminili della prossima estate, Mauro Gasperi  si  ispira in  particolare all’artista  Erik Jones e al suo pop astratto mixato alle influenze figurative. Un  artista  futurista  ma  contemporaneo,  dallo  stile  pop  ma  minimalista.

La  Cina  è  invece  la  meta  lavorativa  più  frequenta  da  Mauro Gasperi che ne apprezza l’arte e la cultura. In  particolare  lo  stilista  è affascinato  dal  disegno  modulare  e  geometrico  che  creano  le  risaie  a  terrazze  in  Cina,  disegno  che  viene ripreso nella stampa sui vari pezzi della collezione.

Le contraddizioni sono un elemento focale: intese come qualcosa  di  incompiuto  o  incompleto,  da  cui  però  è  possibile  trarre  nuove  energie  e  intuizioni,  dove possono coesistere stili diversi, nell’accostamento dei materiali, dei tessuti e dei tagli. La  collezione  è  dedicata a  donne  giovani,  attente  alle  nuove  tendenze,  disinvolte  e  sofisticate. “La novità – dice lo stilista – è data soprattutto dall’introduzione di capi “street” come t-shirt o felpe, impreziosite come capi pret à porter, con ricami, stampe e applicazioni”. Fresco di lancio anche il nuovo sito di compravendita online del brand. Lo stilista dice: “L’idea dell’ecommerce nasce dalla volontà di creare un rapporto diretto con il cliente, sempre alla ricerca di novità. Il negozio on line permette alla nostra azienda di lanciare capsule collection in modo molto più rapido rispetto alla vendita tradizionale. Nell’era digitale lo store on line è inoltre una vetrina importante anche per i nostri clienti esteri”



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 21/04/2016

Rio+Design ci porta il design d’oltre oceano

Durante la Design Week milanese non si sono distinti solo i grandi marchi di lusso italiani, la most [...]

Leisure - 11/06/2018

Ecco perché Senigallia è la città della fotografia

La presenza di un gruppo storico di fotografi e della Tipografia Marchigiana in città ha reso Senig [...]

Trends - 04/02/2017

La pochette simbolo dell’eleganza attraverso un secolo di cinema

Uno degli accessori maschili che più di tutti, anche della cravatta, rappresenta un simbolo è sicu [...]

Top