Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 23/01/2017

Pellicce per uomo? Meglio se cruelty-free

Pelo in tutte le forge nel guardaroba maschile. Da Versace a Frankie Morello. E Armani punta (saggiamente) all'ecologico.

Non si è inventato niente di scandaloso a Milano Moda Uomo questo mese, sia chiaro. Però il fatto che rispuntino le pellicce alle ultime sfilate di moda maschile per l’autunno/inverno 2017/2018 è un ritorno che ha cadenza ciclica. Questa volta, non c’è stilista che non le abbia proposte, da quelle lunghe di Emporio e MSGM a quelle oversize di Dolce & Gabbana e Giorgio Armani, senza tralasciare le multicolor di Moschino o le classiche color marrone di Yoshio Kubo.

the beatles the who

Pellicce da uomo dagli anni 60: The Beatles e The Who le hanno sfoggiate con disinvoltura.

Molto apprezzati anche gli eleganti cappotti sia di pelliccia che di pellami pregiati di Billionaire e gli sportivi parka con inserti di pitone e pelo di Frankie Morello per chi ama lusso e dettagli preziosi. Ancora pellicce a ornare e arricchire zaini, gilet, stole, colli e polsi di numerosi accessori e capi d’abbigliamento aggiungendo un tocco insolito oltre che glamour. Ma se si vuole seguire il trend di questa stagione senza danneggiare l’ambiente un’ interessante alternativa è la pelliccia sintetica di Giorgio Armani che da tempo ha imboccato la via dell’impegno ecologico ed etico contro il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali. Maschio in pelliccia, bello se cruelty-free.

Testo e foto: Laura Villani di www.flashfashion.it

Design of desire - 19/09/2016

Sicilia e stile, le creazioni di Eugenio Vazzano a La Tenda

La Sicilia e i suoi manufatti rivelano sempre delle sorprese multisensoriali, che centuplicano la lo [...]

Trends - 09/02/2016

Live in Levi’s, l’ispirazione viene dai consumer

Quando è partita nel 2014, la campagna ‘Live in Levi’s Project’ era una scommessa. LEVI’S c [...]

Trends - 10/05/2017

Le “stories” diventano limitless con una app

Le Stories sui social sono una mania collettiva che resterà nella storia come l'emblema del digital [...]

Top