Magazine - Fine Living People
Fashion

Fashion - 26/09/2018

Sofia Alemani, debutto moda a Palazzo Bocconi

Presto sarà sede di un museo dedicato all’arte etrusca. Ma Palazzo Bocconi in centro a Milano non rinuncia alla vocazione per la bellezza. Proprio qui ci sono stati debutti eccellenti nell’appena conclusa Fashion Week, in occasione dell’happening Event Savò e della serie di iniziative volte a dare visibilità e notorietà ai brand emergenti di Art Nobless, la stilista emergente Sofia Alemani ha presentato la sua nuova collezione in collaborazione con la designer di gioielli Giusy Donini

Il palazzo, collocato in corso Venezia 48, con il suo cortile interno e le sue bianche e severe forme e scalinate scandisce e valorizza il volteggiare delle modelle che presentano le nuove proposte della designer per la prossima primavera. Le luci colpiscono le ragazze che sfilano esaltando la ricercatezza degli abiti realizzati minuziosamente a mano da Sofia. Ogni pezzo è unico, nasce da una ispirazione propria e da una ricerca ben definita, la materia, le forme e i colori sono il risultato dell’insieme di contaminazioni che costituiscono lo stile e il carattere della fashion designer.

 

Sofia Alemani fashion designer, un’artista “terribilmente” poliedrica che solo da pochi anni si è affacciata al mondo della moda. La donna ha, infatti, iniziato la sua carriera come architetto, ma affascinata dalla fora, dai colori e guidata da una serie di “contaminazioni” personali ha scelto di dedicarsi al mondo della moda e di riprodurre mise geometriche impiegando tessuti alternativi.

Accanto a Sofia hanno sfilato altri cinque designer: Giusy Donini (designer di gioielli handmade ad alta creatività); Katia Montagna (Atelier Chiccosa), Valentina Mondini; Daniel Bozzitelli; Gisella Scibona.

 

La collezione che Sofia ha pensato per la sua la P/E 19 e che ha fatto sfilare nel giardino dell’ex Palazzo Bocconi prende il titolo di “Capsule dallo spazio alla terra”

Per la realizzazione di questa selezione di abiti e della passerella la stilista ha collaborato con la designer milanese Giusy Donini che realizza gioielli. Un’unione, quella tra le due designer che è iniziata da tempo e che le lega sia per affinità stilistica che personale. Sofia e Giusy collaborano appassionatamente e in modo affiatato l’una accanto all’altra e sono state capace di sviluppare un connubio armonio ed interessante. I raffinatissimi gioielli di Giusy valorizzano ed esaltano i capi di Sofia dandogli quel c.d. “tocco” in più.

La collezione di Sofia è ricca di personalità, costituisce la vera e propria rappresentazione dell’es della stilista e del suo stile di vita. Ricercatezza ed innovazione divengono i due elementi distintivi della selezione di abiti che rappresentano un vero e proprio mix esplosivo di semplicità ed eccessi dove avanguardia e stile di condensano e fondono armoniosamente.

Tutti i capi vedono un particolare e raffinato equilibrio tra contrasti dove la continua e ricercata semplicità delle forme, dei volumi e dei colori si scontra con la componente altamente tecnologica dei tessuti (tessuti 3d; tessuti nylon, plastiche).

All’interno di ogni capo di Sofia non mancano sorprendenti effetti scenografici come gli speciali pigmenti utilizzati fanno si che i capi al buio si illuminino.

Una collezione da cui emerge anche la sua anima da architetto poiché viene esaltata una rigorosa geometria dei tagli che si ripercuote in gonne arricciate che si trasformano in abiti o mantelline, in giacche over in lana dal taglio a kimono che diventano cardigan con cappuccio o abiti.

Così come afferma Sofia “La mia “Capsule dallo Spazio alla Terra” vuole essere una sorta di pioggia esplosiva di polveri luminose che lasciano l’impronta”.

Il contrastante connubio tra i capi avanguardistici di Sofia ed i raffinatissimi gioielli di Giusy crea un sofisticato mix iper-femminile e futuribile.

Un evento importante è stato questo che si è tenuto a Milano in quanto costituisce esempio di arte e cultura volto alla effettiva valorizzazione del Made in Italy e dell’intraprendenza imprenditoriale. Un’occasione dove è possibile “toccare con mano” passione e stile esaltando e focalizzando l’attenzione sui marchi che stanno emergendo, affermandosi nel complesso fashion system.

Art Nobless management per la moda assume un ruolo importante nel contesto della moda italiana in quanto è una organizzazione volta a presentare e a valorizzare brand emergenti e stilisti offrendo a questi la possibilità di presentare le  loro collezioni esclusive, handmade ai fini di esaltarne la creatività.

Testo a cura di Francesca Rizzi.

foto di Luigi Di Loro e Gianfranco Fiori



Fashion - 22/09/2018

I decoratori che resero grande Christian Dior

La vena creativa di un leggendario couturier come Christian Dior era necessariamente associata [...]

Society - 28/06/2018

Amadeus: “Il 2018 è l’anno del mio riscatto”

Un uomo mite e non gonfiato dal successo, Amadeus, nome d'arte di Amedeo Sebastiani, classe 1962, na [...]

Design of desire - 14/10/2017

Targa Rodolfo Bonetto, vincono le scarpe che cambiano calore

Un premio alla creatività dei giovani quello pensato per Targa Rodlfo Bonetto, rivolto agli student [...]

Top