Magazine - Fine Living People
Gallery

Questo slideshow richiede JavaScript.


Gallery - 16/07/2019

Edo Ferragamo tra i grattacieli di Milano

Il concerto sul tetto del Ceresio 7 al party di IQOS per i 10 milioni di clienti. Successo glamour.

Se vi è capitato di sentire “Common People”, la canzone con la versione acustica mischiata al rap, avete sicuramente notato questo giovane dalla faccia gradevole e voce misurata e precisa. Si chiama Edo Ferragamo, sì, proprio quel cognome lì e da quell’eredità porta bellezza ed equilibrio.

 

L’altra sera Edoardo Ferragamo, figlio di Leonardo e nipote del celebre stilista Salvatore, si è esibito al party di IQOS, il produttore di dispositivi con tabacco riscaldato non bruciato che ha segnato i 10 milioni di clienti nel mondo, a Milano. La location mozzafiato e di classe era il locale Ceresio 7, quello celebre sulla terrazza che domina il nuovo skyline cittadino. A bordo piscina, in una serata insolitamente mite per il pubblico dei fashion victim meneghini, il cantante italiano ha cantato in inglese brani del suo EP che pubblicherà a breve.

Edoardo Ferragamo ha iniziato il suo viaggio musicale in giovane età prendendo lezioni di chitarra a 13 anni. È stato ispirato dal rock classico per affinare la sua arte.
Nel 2006 Edo forma la sua prima rock band, i “Legshakers” con alcuni amici intimi. Il gruppo si è esibito in alcuni dei club più famosi di Firenze, come Keller Platz, Fortezza Da Basso e l’Hard Rock Cafe, oltre al festival MITOFringe di Milano. Il gruppo è stato anche protagonista di un’intervista alla televisione nazionale bulgara dopo il loro concerto al Sofia Live Club. La band ha vinto numerosi premi tra cui il primo posto al Emergenza Rock Festival che gli ha permesso di accedere alla finale della competizione italiana. I Legshaker andarono a Milano per esibirsi ad Alcatraz, uno dei club più grandi della città.
Nel 2011 Edoardo è stato accettato al Berkelee College of Music. Ora si esibisce con Cayenne, il rapper che impreziosisce il suo singolo, di cui avete il video sopra.

I musicisti che lo accompagnano:

Piano: Ludovico Paoli
Upright bass: Simone di Lalla
Cello: Matteo Bressan
Viola: Francesco Paolo Morello
Violins: Julia Massaro, Giulia Lussoso, Margherita Moccia, Sara Zocca
Trombone: Erik Pignotti
Trumpets: Filippo Daga, Luigi Tannoia
Choir: Yaser Ramadan, Maila Fulignati, Costanza Benini, Francesca Paoletti, Luca Cafaggi, Tomas Melani
Conductor: Leone Marangoni

 



Top