Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 03/09/2018

Alvaro Soler: “La mia musica è condivisione”

Vuole unire e non dividere. E sogna un duetto con Santana. Il re dei tormentoni estivi lancia il disco "Mar de Colores".

Arriva puntuale e sorridente all’appuntamento con la stampa italiana Alvaro Soler per il lancio del disco “Mar de Colores”. Il mercato italico è secondo solo a quello spagnolo per il cantante de “El Mismo Sol” che anche nel 2018 ha indovinato il tormentone estivo.

“LA CINTURA”, Top 5 in radio e Spotify e numero due nella classifica di vendita italiana,  ha segnato il ritorno di Soler dopo il successo ottenuto dal cantautore spagnolo con i singoli precedenti “El Mismo Sol”, “Sofia”, “Libre” tratti dal disco “ETERNO AGOSTO” e “Yo Contigo tu Conmigo”, colonna sonora del film Cattivissimo Me 2.

Alvaro Soler oggi a Milano per la presentazione del disco nuovo “Mar de Colores”

Come era accaduto con Jennifer Lopez per El Mismo Sol, anche quest’anno Alvaro ha duettato con una donna per lanciare la canzone in più mercati possibili. “Quando in Italia è arrivato il duetto con JLo – dice candidamente – gli italiani già non ne potevano più, avevano avuto me nelle radio per mesi. Questa volta canto con Tini, la star di Violetta, nella nuova versione de “La Cintura” e posso dirvi che è una persona molto semplice e naturale. Forse è stata la prima volta che mi sono sentito più vecchio di una collega, devo ammettere”.

Prossima ambizione, duetto con Carlos Santana. “Ci siamo incontrati a uno show dove lui mi aveva visto cantare. E poi abbiamo iniziato a parlare, prima su un piano distante, nel senso che io non avevo la sicurezza che lui sapesse chi fossi io, ma poi mi ha confermato che mi conosceva. E gli avevo preparato anche un assolo in un pezzo da fargli ascoltare. A lui è piaciuta l’idea ma dobbiamo trovare tempistiche adatte, anche perché lui registra solo con i suoi fidati collaboratori a Miami, in uno studio dove ottiene quel tipo di suono così particolare”.

L’album in uscita venerdì 7 settembre si chiama Mar De Colores, un nuovo tentativo di aggregazione e amore ecumenico del cantante che tutti in Italia associano al sorriso e alla spensieratezza: “In verità sarà un bilanciamento di riflessione e sorrisi – dice presentandolo – e lo so bene perché ho voluto risentirlo e rivederlo nelle minuzie fino alla fine. Il primo album è stato un esperimento, fatto a Berlino in spagnolo e nessuno si aspettava un successo simile. Quando fai una casa è una fondamenta importante e adesso è un passo in avanti altrettanto importante, ho pressione piacevole a fare meglio”.

Mar de Colores tracklist completa: “La cintura”, “Histerico”, “Te Quiero Lento”, “Ella”, “Puebla”, “Au Au Au”, “Fuego” feat. Nico Santos, “Veneno”, “Bonita”, “No Te Vayas”, “Nino Perdido”, “Yo Contigo Tu Conmigo”, “La Cintura” featuring Flo Rida & Tini.

In questo disco dice di aver avuto più coraggio “a prendere idee diverse che istintivamente non si associano al mio mondo ma che ho rielaborato con testi e melodie in maniera più vicina a me”.

Anche se il mondo lo immagina con una chitarra in mano, Alvaro ha iniziato suonando il pianoforte.

“Ci sono due pezzi lenti, alcune fanno anche piangere. I miei genitori mi sentivano suonare in casa al piano, e i miei volevano che facessi una ballata con questo feel. E questa volta c’è, ed è nata anche con un testo in mente mentre creavo gli accordi. Come quando trovi una giacca perfetta, mi sono sentito bene e si sente bene l’equilibrio del brano”.

Portare gioia con la musica, dice, “è la cosa più bella di questo mestiere, perché una canzone allegra ti risolleva. Faccio anche riferimento a delle relazioni nel disco. Volere bene a una persona vuol anche dire fare e vivere senza avere fretta di andare a fare tutto di corsa”.

Se c’è un obiettivo per Alvaro, la musica lo deve trovare nell’unione. E purtroppo, dice oggi, ci sono degli accadimenti anche nel suo paese che spingono nell’altra direzione: “Penso che sia un peccato quello che sta succedendo in Spagna anche se non mi va di approfondire molto questo argomenti. Con la musica il mio obiettivo è sempre stato condividere, portare assieme la gente e non separare. La mia filosofia di vita è questa e la tristezza mi assale quando vedo che parte del mio popolo che fa separare la gente. I miei nonni che vivono da sempre a Barcellona e hanno avuto difficoltà ultimamente, avevano paura di andare in strada. Non stiamo parlando di posti difficili, ma della Spagna che è un posto sviluppato”.

 

Il brano “La Cintura” è accompagnato da un video girato a Cuba. A Milano, città che ha vissuto appieno durante l’esperienza di X Factor 2016, non ci abita più ma ripassa volentieri in zona “porta Venezia dove mi ricordo aver avuto una routine quotidiana per la prima volta dopo tanto tempo“. Ora vive tra Madrid e Berlino e non ha in programma di muoversi altrove.

La Cintura, al vertice della classifica italiana da tempo, sia in radio che su Spotify, è stata vista 118 milioni di volte su YouTube. Come si sente a essere identificato con il pop gioioso? “Le canzoni nascono per gioia. Ma questa volta nel mio disco ci sarà un bilanciamento tra sorriso e riflessione, perché vorrei che tutto fosse apprezzato del mio repertorio”.

Dopo il doppio sold-out nel 2017 al Fabrique di Milano, Alvaro Soler torna in Italia, per la prima volta al Mediolanum Forum di Milano. Per il 9 maggio 2019 biglietti disponibili su ticketmaster.it, ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati dalle ore 10 di giovedì 6 settembre

Appuntamento con l’incontro nelle Feltrinelli e Mondadori di Napoli (15 settembre Feltrinelli piazza Garibaldi), Milano (16 settembre all Mondadori di via Marghera) e Roma (Discoteca Laziale il 17 settembre). Poi unica data speciale dal vivo a Milano, il 9 maggio 2018. “Trascorrerò il mesi di novembre e dicembre a pensare a quale produzione portare in giro dal vivo, voglio uno show molto completo e l’impatto visivo sarà importante. La sfida ora è portare al mio concerto persone che siano interessate non solo alle hit radiofoniche ma a tutte le canzoni del disco. Questo è quello a cui lavorerò prossimamente”.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 19/05/2018

Giusepe Postorino, delizie al Da Noi In del Magna Pars

Il coupe de teatre arriva a fine pasto, con un Tiramisù che è una scultura "lunare", una vera oper [...]

Trends - 09/09/2016

A Maison&Object di Parigi il trend è arredare con humour

Alla Maison&Object di Parigi, la fiera delle tendenze di arredamento più autorevole del mondo, [...]

Trends - 22/03/2017

Restauri straordinari: il prima e dopo del capolavoro ligneo a Firenze

Effetto photoshop o meticoloso restauro made in Italy? La foto del capolavoro ligneo di Palazzo Pitt [...]

Top