Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 05/05/2019

Annalisa ancora nella scienza, ed è un bene (anche per l’arte)

Oliviero Toscani e Michelangelo Pistoletto, Francesco Jodice e Bruno Genovese: il gotha vivente della cultura italiana in dialogo con la cantante.

Chissà se tra 10 anni ci ricorderemo di Annalisa, la giovane artista ligure uscita da un talent show tv in un tempo che sembra lontano, più come cantante che come divulgatrice. Perché quello che sta facendo in tv da domenica 28 aprile in seconda serata su Italia 1, è ammirabile e davvero utile. Per  “Tutta colpa di Leonardo”, l’appuntamento con la scienza in tre puntate raccontato prodotto da DUEB produzioni, è se possibile ancora più bello quest’anno.

 

Dopo il viaggio al Cern di Ginevra in “Tutta colpa di Einstein”, quello nello spazio in “Tutta colpa di Galileo”, e quello sull’evoluzione degli esseri umani in “Tutta colpa di Darwin”, questa volta Annalisa aggiunge un nuovo tassello nel suo percorso di esplorazione sulla scienza e lo fa con il più grande umanista e inventore di sempre: Leonardo da Vinci, attraverso un racconto che analizza tutti gli aspetti e la complessità della sua produzione artistica e tecnologica.

 

La nuova edizione del programma ha preso il via dal Louvre di Parigi, dove è custodita quella che universalmente è riconosciuta come l’opera più nota del maestro italiano: la Gioconda. Il viaggio di Annalisa toccherà le città dove Leonardo ha maggiormente lasciato il segno: Milano, con le sue chiuse del Naviglio e il “Cenacolo”; Firenze, con una visita alla Galleria degli Uffizi per contemplare la stanza Leonardesca, dove sono custoditi l’“Annunciazione di Cristo”, il “Battesimo” e l’“Adorazione dei Magi”.

 

Nel corso dei tre appuntamenti, Annalisa approfondirà tutte le sfaccettature dell’opera leonardesca: dallo studio del corpo umano, sintetizzata dal disegno dell’uomo Vitruviano, al Codice Atlantico, la più imponente raccolta di segreti, disegni e scritti di Leonardo. La cantautrice si occuperà anche del lavoro ingegneristico e tecnologico del genio toscano, in particolare del suo grande sogno: poter far volare l’uomo. Incontrerà, inoltre, un gruppo di amanti del parapendio – evoluzione dell’antico progetto vinciano – per cercare di cogliere il brivido del volo. Ma il viaggio di Annalisa si proietterà anche nel futuro, cercando di capire chi siano i nuovi visionari, quali siano le nuove tecnologie e che rischi comportano gli hackeraggi.

Ospiti della prima puntata saranno: il fotografo Oliviero Toscani, “Le Farfalle” – le campionesse della Nazionale italiana della ginnastica artistica -, il pittore e scultore di fama internazionale Michelangelo Pistoletto, il direttore di Christie’s Italia Cristiano De Lorenzo, il tatuatore Gian Maurizio Fercioni e la specializzanda in museologia Martina Panizzutt.

Oggi, domenica 5 maggio, Annalisa approfondirà il genio artistico di Leonardo partendo dall’analisi – presso il museo Leonardo 3D di Milano – del Codice Atlantico, la più importante raccolta di segreti, disegni e scritti del maestro vinciano. Il viaggio di Annalisa proseguirà per le strade del capoluogo lombardo dove, costeggiando il Naviglio, incontrerà Germano Lanzoni, il Milanese Imbruttito, che racconterà della “Milano città d’acque”, per poi analizzare con il professore di urbanistica Antonello Boatti il progetto di riapertura dei Navigli.

 

Annalisa analizzerà poi il più grande sogno di Leonardo: poter far volare l’uomo. Per farlo si recherà al centro di volo Uccellacci del Pratomagno per incontrare un gruppo di amanti del parapendio – evoluzione dell’antico progetto vinciano – per cercare di cogliere il brivido del volo.

 

Ospiti della seconda puntata saranno: il volto de il “Milanese Imbruttito” Germano Lanzoni, il curatore del museo Leonardo 3D di Milano Massimiliano Lisa, il fotografo e visual designer di fama internazionale Francesco Jodice, il professore di urbanistica Antonello Boatti, il curatore della mostra “Cyclopica: The Human Side of Infrastucture” Bruno Genovese e il city manager di Mobike Arrigo Cirio.

 

Annalisa con Michelangelo Pistoletto, mito dell’arte povera nata in Italia a metà del Novecento.

“Tutta colpa di Leonardo” è un format originale DUEB produzioni di Luna Berlusconi, scritto da Alessandra Torre, Andrea Bettinetti e Andrea Semerano con la regia di Andrea Bettinetti. Produttore DUEB produzioni Diego Prando. Produttore esecutivo Mediaset, Hélène Cipolletta.

 

Annalisa, grande protagonista dell’anno musicale appena trascorso, nel 2018 ha collezionato certificazioni per ogni singolo estratto dal suo album “Bye Bye”, anch’esso ORO per le vendite. I video dei singoli hanno raggiunto oltre 136 milioni di visualizzazioni, mentre l’album “Bye Bye” ha totalizzato oltre 58 milioni di streaming. A novembre 2018 è stata nominata la vincitrice del “Best Italian Act” dell’’edizione 2018 degli MtvEmas, i premi europei della musica che si sono tenuti a Bilbao. 1 Doppio Disco di Platino, 5 Dischi Platino e 6 Dischi d’oro, collaborazioni con importanti artisti italiani e internazionali e la conduzione di programmi tv, arricchiscono la sua carriera.



Travel - 02/07/2018

“Positano Gourmet” all’Hotel Le Agavi la prima stella Michelin

Lo scorso autunno, il ristorante “La Serra” dell’Hotel Le Agavi di Positano, ha ricevuto la p [...]

Society - 27/05/2019

Vip e moda alla Bazaar Milano special sale

BAZAAR MILANO nasce dall’esigenza di creare un contenitore creativo per marchi emergenti e designe [...]

Society - 14/10/2018

Teresa Fiorentino, dalla Puglia il nuovo talento dello spettacolo italiano

 "Se ce la faccio lì, ce la posso fare ovunque" cantava Liza Minnelli nella celeberrima "New [...]

Top