Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 04/12/2018

Ara Malikian è il violino rock dall’Armenia al mondo

"The Incredible World Tour of Violin" ha inanellato finora oltre 176 concerti in tutto il mondo. Il rock e la classica incontrano la tradizione folk.

Origini armene, nato a Beirut e residente a Madrid, Ara Malikian è un prodigio del violino con numerosi riconoscimenti alle spalle, tra cui il prestigioso Premio Niccolò Paganini. Questo mese è in tour in Italia (tra cui 11 dicembre Tewatro Obihall di Firenze, 13 dicembre all’Auditorium della Conciliazione a Roma) con la sua proposta di classica, affiancata a quella per le musiche popolari.

Ara Malikina è un artista unico nel suo genere, oltre che una forza della natura per gli intensi e particolarissimi live, che escono dal contesto “classico” incrociando la tradizione armena con influenze mediorientali ed europee.

Il suo spettacolo già visto l’anno scorso a Firenze, si chiama “The Incredible Story of Violin”, tratto da un disco variegato e variopinto, nel quale emerge tutto il suo  straordinario talento, sia come esecutore sia come compositore. Interamente scritto da Ara, l’album è un melting pot di generi musicali, eseguiti con l’impeccabile tecnica che contraddistingue l’artista, specchio dell’affascinante e coinvolgente personalità di un violinista e musicista eccelso.

Malikian inizia a suonare il violino sin da piccolo, guidato dal padre. Il suo talento è presto riconosciuto ma la guerra civile nel suo paese d’origine, il Libano, costringe il giovane artista a lasciare la patria. A dodici anni Malikian si esibisce nel suo primo importante concerto e due anni dopo è il più giovane studente ammesso alla prestigiosa scuola di musica ad Hannover, in Germania. I suoi studi si allargano al teatro, frequentando la Guildhall School of Music & Drama a Londra. Nel frattempo, procedono i suoi approfondimenti al violino ed inizia a comporre i primi brani, in collaborazione con compositori contemporanei del calibro di Franco Donatoni, Malcolm Lipkin, Kuciano Chailly ed altri ancora. Come violino solista, si esibisce in tutto il mondo, da Tokyo a Madrid, da Mosca a Belgrado, suonando sotto la direzione di importanti nomi tra cui Mariss Janssons, Peter Maag, Jesús López Cobos, Vladimir Spivakov, Miguel Ángel Gómez Martínez, Luis Antonio García Navarro, Vassili Sinaisky, Edmond de Stoutz, Gudni Emilson, Juan José Mena, Jo Ann Falleta, pedro Halffter, Alejandro Posada, Cristóbal Halffter or Salvador Brotons. Il talento e le doti di Ara Malikian cominciano a farsi conoscere in ogni angolo del globo, grazie anche ai riconoscimenti ricevuti sin in giovane età. Tra i tanti, nel 1993 si aggiudica l’Artistic Compliance and Dedication Award e vince per ben due volte il Music Awards nella categoria New Music Best Album (2006) e Best Classical Music Performer (2007).Negli anni Ara Malikian ha scritto ed interpreto numerosi album, componendo e rivisitando importanti ed innovativi brani e collaborando con orchestre e musicisti sia della tradizione più classica che in quella più tradizionale, da chitarristi di flamenco ad orchestre, dimostrando l’enorme talento dell’artista ed il suo impegno nella diffusione della musica, in qualsiasi forma.Dal 2006 Malikian collabora con Non Profit Music Foundation e con il compositore spagnolo Jorge Grundman per dare vita alla Non Profit Music Chamber Orchestra, dedita a diffondere nel mondo le opere dei compositori contemporanei. Tra i frutti di questa collaborazione, gli album “Tears of Beauty” e “Meeting with a Friend”. Nel 2008 Ara Malikian crea e co-produce lo show “PaGaGnini”, un’ironica e teatrale rivisitazione di opere classiche di Sarasate, Manuel de Falla, Luigi Boccherini, Mozart, Paganini, ed altri ancora. Negli anni successivi viene chiamato a collaborare alla realizzazione e produzione di concerti e rivisitazioni di opere classiche, tra cui le “Quattro Stagioni di Vivaldi”, attualmente in tournée. Inarrestabile, dal 2010 l’artista è presenza fissa nel programma tv “El Club del Pizzicato”, uno show televisivo dedicato alla diffusione della musica classica tra bambini ed adolescenti. Malikian ha inoltre dato vita a numerosi show, diventati poi dei successi, da “Vivaldi’s Eight Seasons” (2011) a “Piazzolla” (2011) a “The Divines” (2012), solo per citarne alcuni.Con esibizioni in oltre quaranta paesi in tutto il mondo, Ara Malikian vive da oltre due decenni in Spagna. La sua abilità nel reinterpretare la tradizione musicale armena, contaminandola con influenze gypsi, klezmer, tango e flamenco, è tale da renderla fruibile ad un vasto pubblico, esprimendo al massimo le potenzialità della musica classica. Numerose le sue collaborazioni in questa direzione, da co-produzioni a performance dal vivo. Non per ultimo, Ara Malikian ha musicato numerosi film, collaborando con compositori tra cui Alberto Iglesias e con registi del calibro di Pedro Almodóvar, Pascal Gainge e Salvador García Ruiz.

“The Incredible World Tour of Violin” ha inanellato finora oltre 176 concerti in tutto il mondo, la maggior parte dei quali esauriti, per quasi 300.000 biglietti. Al suo fianco c’è la super band che lo segue da anni, la stessa con cui si è presentato al concerto Primo Maggio a Roma dell’anno passato, primo incontro con il pubblico italiano.

Dopo Firenze, Ara Malikian sarà in concerto giovedì 13 dicembre all’Auditorium della Conciliazione (Roma), lunedì 17 al Teatro Colosseo di Torino, martedì 18 al Politeama Genovese (il concerto di Genova è realizzato in collaborazione con Palazzo Ducale e la mostra “Paganini Rockstar”, in programma a Palazzo Ducale dal 19 ottobre 2018 al 10 marzo 2019) e giovedì 20 al Gran Teatro Geox di Padova. Info www.internationalmusic.it.



Design of desire - 24/04/2018

Costantini Pietro, col design di Giorgio Soressi contemporaneità e leggerezza

A San Vito al Torre, in provincia di Udine, le settimane prima dello sbarco alla design week di Mila [...]

Design of desire - 09/06/2016

Il Leonardo di Gufram: un divano a stelle e strisce che torna dagli anni 60

Gufram ha iniziato i sui festeggiamenti per i cinquant'anni di attività durante il Salone del mobil [...]

Trends - 08/11/2018

Nuove manie: stone painting e finger painting

La foto che vedete in apertura di servizio è di un'opera di Domenico D'Oora, Stone Painting, resin [...]

Top