Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 20/10/2018

Avitabile e De Angelis, il film e la musica per la “speranza”

Come ci si rialza dal degrado: Pina Turco, Cristina Donadio, Umberto Contarelli fanno da cast a un film da memorizzare.

Da un lato Edoardo De Angelis con le sue sceneggiature mai banali e che tentano sempre una via nuova. Dall’altra la maestria di Enzo Avitabile che passa con disinvoltura da tessuti musicali da camera ad ambienti sonori sussurrati. Altra pellicola che sta nutrendo interesse alla Festa del Cinema di Roma 2018 è ‘Il vizio della Speranza’ di Edoardo De Angelis, con le canzoni e musiche di Enzo Avitabile. Il regista era presente al debutto romano con il cast al completo. La storia prende spunto dal degrado sociale in cui versano alcuni abitanti della città ed in particolar modo la protagonista del film. Tutto ruota intorno ad una nascita inaspettata che, per dirla con le parole del regista, “determina il mutamento delle cose ed instilla una reazione, da parte della protagonista, positiva; perché c’è possibilità di cambiare”.

“Sono felice e onorato di ospitare alla Festa del Cinema un film che conferma il grande talento di Edoardo De Angelis – ha dichiarato Antonio Monda direttore artistico della Festa del Cinema di Roma Ciò che rende commovente e potente la pellicola è il modo in cui il regista riesce a raccontare la speranza all’interno di un mondo di desolazione”.

Edoardo De Angelis – che torna dietro la macchina da presa dopo il successo di Indivisibili, premiato con sei David di Donatello e altrettanti Nastri d’Argento – firma una storia di vendetta e riconciliazione che ha come sfondo il fiume Volturno e le terre che lo circondano: la protagonista è Maria, interpretata da Pina Turco (Gomorra – La serie), la cui esistenza scorre, senza sogni né desideri, a prendersi cura della madre e al servizio di una madame ingioiellata.

Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi, Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. È proprio a questa donna che la speranza, un giorno, tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa: perché restare umani è da sempre la più grande delle rivoluzioni. Nel cast, al fianco di Pina Turco, ci sono anche Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio, Marcello Romolo. Le musiche sono firmate, come già in Indivisibili, dal musicista napoletano Enzo Avitabile. Il vizio della speranza è prodotto da Attilio De Razza e Pierpaolo Verga e sarà distribuito da Medusa dal 22 novembre 2018(Credit foto Il vizio della speranza: Paolo Ciriello)

Ulteriore attore Umberto Contarelli il quale afferma: “è il figlio che costruisce la culla”, visto che nulla può essere deciso, programmato ma accettato come un dono. Indipendentemente se nella vita ci si senta o meno pronti ad un compito così difficile e naturale.

Testo a cura di Vincenzo Pepe inviato di The Way Magazine alla Festa del Cinema di Roma



Design of desire - 05/09/2016

Il marmo non è stato mai così leggero. Le anteprime incredibili di Marmomacc

Marmo, pietre e rocce che diventano arredamento raffinato e illusione artistica. Questo e molto più [...]

Leisure - 13/01/2017

Somaini alla Triennale, quando gli italiani erano visionari

C'è stato un tempo in cui non bisognava andare all'estero per vedere i visionari. Francesco Somaini [...]

Society - 16/05/2016

Vespa simbolo d’Italia, 4 modi per celebrare 70 anni di mito

La Vespa ha 70 anni: il 23 aprile del 1946 fu depositato a Firenze il brevetto della celebre motocic [...]

Top