Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 08/11/2017

Bricks in Florence, la mania dei Lego per 48 ore

Bricks in Florence Festival è organizzato ToscanaBricks all'Ohihall per far luce sui segreti e lecniche costruttive delle opere.

Sarano 48 ore di ammirazione e mania da condividere per i fan dei mattoncini Lego provenienti da tutta Italia che si ritroveranno sabato 11 e domenica 12 novembre all’Obihall di Firenze per la prima edizione del Bricks in Florence Festival. In programma ci sono due giorni di esposizioni, attività creative, gioco libero e concorsi.

Un evento per piccoli e grandi appassionati dei celebri “mattoncini”. I massimi esperti del genere metteranno in mostra le loro creazioni, molte delle quali inedite, e saranno a disposizione del pubblico per parlare di tecniche costruttive, dare informazioni e svelare i segreti delle proprie opere.

Ottima occasione per scoprire le costruzioni fantasy di Dario Tiezzi, il nuovo diorama di Andrea Battaglia, la città vintage di Luca e Lorenzo Romagnani, la Roma antica di Antonio Cerretti e ovviamente il Duomo di Firenze realizzato pochi giorni fa da Giacinto Consiglio.

Le creazioni di Mirko Romano.

Le creazioni di Mirko Romano.

Per l’occasione Obihall sarà diviso in aree tematiche, dove scoprire il mondo Lego Technic e la robotica Lego Mindstorms, Games & Lego Minecraft, la mostra fotografica del gruppo FoToGrAfIa CoStRuTtIvA, le esposizioni dei big e dei giovani costruttori.

I visitatori potranno partecipare alla costruzione del grande mosaico di 12 metri quadrati composto da oltre 50.000 mattoncini, assistere alle dimostrazioni di robotica Lego tenuti dai docenti–ricercatori di Terza Cultura Soc. Coop. Spin-Off UNIFI e approfondire la storia del marchio Lego.

I Lego sono anche in movimento ma hanno nessun componente digitale nelle installazioni.

I Lego sono anche in movimento ma hanno nessun componente digitale nelle installazioni.

La grande area di gioco libero, con decine di chili di mattoncini Lego, permetterà di dar spazio alla fantasia, mentre negli shop presenti all’interno dell’Obihall si potranno trovare set classici, set fuori catalogo, singoli elementi sfusi, minifigure, abbigliamento e libri specializzati.

In programma una serie di incontri dimostrativi (orario 10,30/12/14,30/16) dedicati all’introduzione della robotica educativa nella didattica scolastica con l’utilizzo dei kit Lego Education, WeDo, WeDo 2.0 e Mindstorms. Ad introdurre le lezioni sarà Nao, uno dei robot umanoidi più evoluti in circolazione, con l’aiuto degli studenti dell’Istituto Peano di Firenze.

Foto simbolica: un Lego davanti al Ponte Vechio di Firenze.

Foto simbolica: un Lego davanti al Ponte Vechio di Firenze.

Bricks in Florence Festival è organizzato ToscanaBricks (il Lego Users Group della Toscana) in collaborazione con Obihall e Italian Lego Users Group. Alla due giorni (orario 10/19) si accederà con biglietti a prezzi contenuti e formule vantaggiose per famiglie: fino a 6 anni l’ingresso è gratuito, sotto 14 anni si spendono 5 euro, gli adulti 7 euro (5 euro con la tessera soci Coop). Biglietti famiglia: 15 euro (un adulto e due bambini); 17 euro (due adulti e un bambino); 20 euro (due adulti e due bambini). Info e aggiornamenti sulla pagina Facebook ufficiale www.facebook.com/ToscanaBricks.

Nato nel 2012 da un piccolo gruppo di amici, ToscanaBricks (il Lego Users Group della Toscana) riunisce oggi decine di appassionati, ha all’attivo molti eventi e dal 2014 partecipa allo Skærbæk Fan Weekend, la più importante rassegna mondiale del genere. I membri si ritrovano almeno una volta al mese per coordinare lavori di gruppo, migliorare le capacità costruttive, accogliere nuovi membri e programmare attività. Gli eventi di ToscanaBricks vantano la presenza dei maggiori temi come City, Castle, Star Wars, Classic & Vintage, Pirates, Friends, Architecture, Technic, Bionicle e molti altri.

Da gioco per bambini si è trasformato in fenomeno intergenerazionale, con parchi a tema, film, siti internet specializzati, blog e perfino professionisti. Per non parlare dei veri e propri collezionisti, che si contendono opere e set a prezzi stellari (per le quotazioni esiste il sito www.brickpicker.com).

L’azienda danese Lego, nata negli anni ’30, nel tempo ha aggiornato il proprio catalogo con parti meccaniche e automatismi sempre più sofisticati, lanciando la sua personale sfida ai video-game.

In foto d’apertura: costruzione Lego di Omar Di Luccio.

Leisure - 04/10/2016

Milano Scultura, l’arte del plasmare è anche “immateriale”

Milano Scultura, la prima fiera d’arte dedicata esclusivamente a sculture e installazioni torna a [...]

Leisure - 12/09/2016

Jacob Whitesides: “Innamorato dei parchi a tema e delle piccole città”

Jacob Whitesides, l'idolo pop del momento, confessa a The Way Magazine di essere innamorato dei parc [...]

Society - 06/09/2017

Cena in galleria: c’è Cracco per i 150 anni del salotto di Milano

Ci sono poche altre città al mondo che si identificano con una galleria. Milano è Duomo e galleria [...]

Top