Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 15/04/2018

Dorian Gaudin, il francese americano in mostra con Ethan Greenbaum con Galerie Pact

Due artisti che lavorano a New York City portati nella sezione emergenti da una galleria di Parigi al MiArt di Milano edizione 2018.

Grazie alla Galerie Pact di Parigi (70 rue des Gravilliersgaleriepact.com, info@galeriepact.com +33 (0)1 77 17 23 08) al MiArt 2018 ancora in corso abbiamo scoperto nella sezione emergenti due artisti davvero interessanti.

Dorian Gaudin

Parigino di nascita (1986) ma americano d’adozione, Dorian Gaudin ha studiato arte all’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs, poi a quella des Beaux-Arts, e infine a Le Fresnoy, Studio National des Arts Contemporains, a Tourcoing.

Fin dal 2012, i suoi lavori sono stati in diverse mostre collettive come il C.L.E.A.R.I.N.G (New York e Brussel, 2012 e 2013) e alla Balice Hertling Gallery (2013).

Alla Pact Galerie nel settembre 2016 a Parigi c’è stato il suo debutto personale con la mostra Second Offense, e da lì ha iniziato a esporre presso Art Centre al Palais de Tokyo, nel marzo del 2017 (« Rites and aftermath ») con il curatore Julien Fronsacq. Ha anche partecipato a « Your memories are our future », organizzato da Palais de Tokyo a Zurigo durante Manifesta nel 2016, poi a « What’s up New York » a New York nel 2017 con il curatore Lawrence Van Hagen. Il suo stile di installazioni prevede l’utilizzo di materiali diversi e posizionamenti allegorici dirompenti.

 

 

Ethan Greenbaum

Ethan Greenbaum vive e lavora a Brooklyn, NY. L’artista, classe 1979, si è formato alla Yale’s Master of Fine Art, USA e ha esposto presso KANSAS, New York Derek Eller Gallery, New York; Hauser and Wirth, New York; Marlborough Chelsea, New York, Higher Pictures, New York; Marianne Boesky, New York, Circus Gallery, Los Angeles; Steve Turner, Los Angeles; The Suburban, Chicago; Michael Jon & Alan, Miami, The Aldrich Museum, Connecticut; and Socrates Sculpture Park in Long Island City.

La sua caratteristica è la ricerca di bellezza nei materiali più insoliti, come il cemento o anche i pezzi di decadenza urbana. Greenbaum è capace di creare strutture artistiche che superano la concezione classica di sculture e includono i materiali da costruzione nobilitati a pezzi di interesse estetico.

 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 03/03/2018

Pensieri incontenibili, le lettere di Frida Khalo

Al Mudec di Milano, fino al 3 giugno si può visitare una mostra emozionante che celebra la grandiss [...]

Leisure - 21/05/2018

Anche a Milano l’arte contemporanea in una chiesa sconsacrata

Lo Studio Museo Francesco Messina presenta, dal 24 maggio al 13 giugno a Milano, Omar Galliani - Lor [...]

Design of desire - 09/04/2017

Anche l’indoor si tinge di verde per Accordi di Paola Lenti

Un'oasi di pace ed eleganza ha accolto gli ospiti di Paola Lenti nella settimana appena trascorsa, i [...]

Top