Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 10/07/2018

Drefgold, la sua America si chiama Kanaglia

Ha iniziato ad ascoltare il rap americano quando quello italiano ha preso un'altra piega. Storia di un ragazzo di periferia che ha milioni di like.

Il primo progetto discografico di DrefGold, “Kanaglia”, è una collection di 11 inediti su etichetta BHMG/ Island Records è una prova attesa.

Considerato come uno dei migliori rapper della nuova generazione Elia Specolizzi, in arte DrefGold, ha lavorato con uno dei migliori producer della scena odierna: Daves the Kid.

“Dal 2016 mi hanno chiamato così – ci dice presentandoci il nome dell’album – , un mio vecchio mixtape con tutte le prime tracce che avevo inciso all’inizio si chiamava Kanaglia, l’ho usato anche on un acronimo per dare un nome alla mia crew. In tutte queste nuove canzoni faccio luce su cos’è questa parola. Anche con frasi non proprie”.

Drefgold durante l’intervista con The Way Magazine, Milano – luglio 2018.

Aquisire una sua indipendenza, dopo essere stato scoperto da un big della trap contemporanea in Italia è la sua mission: “I brani sono miei, tranne in uno che ha un featuring con Sfera Ebbasta, da settembre comincerà il tour ufficiale, in estate farò un assaggio. Per me è un modo per farmi conoscere e incontrare persone che non hanno famigliarità con quello che ho fatto, ma suono anche le cose che mi hanno fatto conoscere, ovviamente”.

Il video che lancia il progetto è già in alto con le views, si chiama Boss: “Adesso sto pensando anche a fare altri video in base agli streaming ha più senso scegliere la traccia che avrà video, mi sto divertendo molto. Le mie influenze sono tutte italiane, anche Cosang e tutte le cose che escono da Napoli, per dire. Anche perché la roba americana me la sono iniziata ad ascoltare in ritardo, quando il rap classico tipo Club Dogo ha preso altra piega. E a quel punto ascoltare l’America ti fa venire in mente quanto avanti si possa essere”.

 

“Sono orgoglioso di questo progetto che segna un inizio importante per la mia carriera artistica. “Kanaglia” è un punto di partenza, non un punto di arrivo. Questo è il risultato di un percorso importante fatto di sacrifici. È il risultato di anni passati nei quartieri, nelle piccole piazze bolognesi a cantare con i miei primi gruppi. Ci ho messo tanto di mio in queste canzoni e spero che questo possa arrivare ai miei fans”.

Da “Kanaglia”, brano che titola l’intero album, a “Boss”, singolo il cui video ha già oltrepassato 5 milioni e mezzo di views sulla rete, e “Occupato”, sono solo alcuni dei brani inclusi nel disco, che si arricchisce inoltre del preziosissimo feat con la “rockstar” Sfera Ebbasta nel brano “Wave”. Questa collaborazione nasce dall’ingresso del giovane artista nell’etichetta fondata dallo stesso Sfera e Charlie Charles BillionHeadz Music Group.

Di cosa racconta un primo album di un nuovo artista del 2018? Dei palazzi, di storie di periferia, ma anche di argomenti più leggeri come l’universo femminile. Non manca poi l’ambizione al successo, ma sempre con un pizzico di ironia.

Grazie ad un sound ipnotico in grado di catturare sin dal primo ascolto, il disco, ricco di suggestioni musicali fonde perfettamente sonorità rap, trap, elettroniche e melodie vocali in un mix eccezionale di elementi diversi che ben rispecchiano di l’evoluzione del genere trap in Italia, ormai intriso di molteplici influenze, sonorità e tematiche.

L’instore tour tocca il 10 Luglio Salerno e Napoli. Poi l’11 Luglio a Bari e Lecce, il 12 Luglio a Padova e Mestre, il 13 Luglio a Monza e Saronno, il 15 Luglio a Firenze e Massa, il 16 Luglio a Catania e Messina, il 17 Luglio a Palermo, il 18 Luglio a Cagliari e il 19 Luglio a Alghero.

Drefgold sara’ poi pronto per affrontare il “Kanaglia summer tour 2018”, tour estivo che lo vedrà protagonista dal vivo nei principali club della penisola italiana. In partenza il prossimo 4 Agosto da Marina di Ravenna presso il touchè Santafe il live tour proseguirà il 10 a Latina, il 15 a Gallipoli (Le), il 19 a Taranto, il 22 a San Benedetto del Tronto e il 23 a Riccione



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 05/05/2018

Il MotoGP ha una mostra al museo della Scienza

Il motomondiale arriva nelle sale di un museo dedicato all'ingegno umano. A Milano fino a domenica 3 [...]

Trends - 05/10/2016

Il Japan Pop di Tomoko per festeggiare le relazioni Giappone-Italia

Giappone e Italia quest'anno festeggiano i 150 anni delle relazioni diplomatiche tra i due paesi. E [...]

Luxury - 15/06/2018

Storie di gioielli, Francesca Caltabiano lancia Repechage come strumento di terapia

Francesca Caltabiano, la designer di gioielli apprezzata in Toscana e nel mondo, sta portando avanti [...]

Top