Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 30/04/2019

I magnifici 37 della prima Biennolo

Ci sono Airò, Arienti e Premiata Ditta. Ma tanti altri giovani (e meno) che non hanno spazio in altri contesti. Un grande segnale di rilancio dall'area più "attenzionata" di Milano.

Nasce la Biennale d’arte contemporanea di NoLo, il distretto multietnico della creatività a Milano. Con la presentazione molto partecipata di questa mattina al Mercato Comunale coperto di Viale Monza, l’iniziativa promossa e curata da ArtCityLab, Matteo Bergamini di Exibart e Carlo Vanoni, entra nel vivo con la comunicazione dei nomi degli artisti che si sono cimentati sul tema della #eptacaidecafobia.

Questo è il titolo della prima edizione che si terrà dal 17 al 26 maggio 2019 negli spazi dell’Ex Laboratorio Panettoni Giovanni Cova (via Popoli Uniti 11, metro Rovereto). Alla presenza dell’Assessore alla Cultura e dell’Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano Filippo Del Corno, oggi hanno parlato a cittadini e operatori dell’informazione gli organizzatori ArtCityLab (Rossana Ciocca e Gianni Romano), Matteo Bergamini e Carlo Vanoni.

Carlo Vanoni, ideatore di Biennolo, ha detto: “Molto simbolico anche il luogo dove si tiene questa presentazione, il Mercato Comunale di Viale Monza, simbolo di una rigenerazione della zona che è ormai partita”. Con lui, da sinistra, Matteo Bergamini, Rossana Ciocca e l’assessore comunale Filippo Del Corno.

Sono 37 gli artisti invitati per la prima Biennale d’arte contemporanea di NoLo, selezionati sulla base di una ricerca che incrocia piùpunti di vista, più tipologie di ricerca e piùtemi fra i quali possiamo individuare i seguenti: assenza di luce elettrica, sguardo al “terzo paesaggio”, ricerche antropologiche, psicologiche e sociali, pratiche performative e urbane, utilizzo di processi creativi non convenzionali e, non ultimo, progetti in aderenza con la realtà territoriale che ospita BienNoLo.

Progettare per il territorio crea “identità locale”, produce complicità e cittadinanza attiva. Come spiega Carlo Vanoni “NoLo è un’area metropolitana prototipo di comunità che accoglie, si integra, si inventa modi di stare insieme, si riappropria degli spazi per vivere in un quartiere che ha già mutato pelle”.

Uno dei primi interventi effettuati all’ex magazzino Cova a NoLo: l’artista 2501 realizza la sua opera on location per Biennolo. (foto The Way Magazine).

Gli artisti invitati sono: 2501, Mario Airò, Stefano Arienti, Elizabeth Aro, Francesco Bertelé, Stefano Boccalini, Marco Ceroni, T-yong Chung, Laura Cionci, Vittorio Corsini, Carlo Dell’Acqua, Premiata Ditta,Serena Fineschi, Giovanni Gaggia,Giuseppina Giordano, Riccardo Gusmaroli, Massimo Kaufmann, Sergio Limonta, Loredana Longo, Iva Lulashi, Francesca Marconi, Margherita Morgantin, Alessandro Nassiri Tabibzadeh, Adrian Paci, Federica Perazzoli, Matteo Pizzolante, Alfredo Rapetti Mogol, Sara Rossi, Alessandro Simonini, Ivana Spinelli, The Cool Couple, Eugenio Tibaldi, Luisa Turuani, Massimo Uberti, Vedovamazzei, Bea Viinamaki e Italo Zuffi.



Leisure - 09/07/2018

Tormentone 2018, la caccia è aperta

Cosa sarebbe l’estate senza il classico tormentone musicale? Di sicuro non sarebbe la stessa. Spen [...]

Design of desire - 15/12/2017

Vi sveliamo cos’è il “design degli istanti”

Interessante esperimento sul design "di breve durata" a Milano, che per una sera sola è divenut [...]

Leisure - 19/11/2018

L’arte culinaria nel resort del Sannio

L'evento Arte&Gusto presso il "SAMNIUM RESORT ET SUITES"  a Paolisi, vicino Benevento in Campan [...]

Top