Magazine - Fine Living People
18/11/2018 - “Sotto la pelle del progetto” – Redesco a Bookcity Milano
Leisure

Leisure - 19/10/2018

Il 2018 di Zucchero: festival, sold out e premi

Il Premio Tenco e i trionfi di Londra. La doppia data di Piazza San Marco che entra nella storia. L'anno esaltante del rocker emiliano.

Da quando è uscito il suo greatest hits “Wanted” quasi un anno fa, Zucchero non si è fermato. L’ultima tappa di quest’anno di celebrazioni della sua carriera ultra-30ennale è stata ieri, con ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI che ha ricevuto il PREMIO TENCO ARTISTA 2018 (maggior riconoscimento della canzone d’autore italiana), nel corso della 42ª edizione del PREMIO TENCO.

“WANTED (The Best Collection)” è un cofanetto speciale composto da 3 CD (Best of 85-90, Best of 90-05, Best of 05-18) + 1 DVD per celebrare la carriera di Zucchero con il meglio di oltre 30 anni di musica, le immagini live dei concerti all’Arena di Verona, un docufilm con immagini di backstage, interviste e contenuti speciali e ben TRE BRANI INEDITI.

«Altro che figlio dell’Appennino, trattasi di Migrans a tutto tondo – recita la motivazione del Premio Tenco – Ha invaso con le sue canzoni i territori più ambiti e meno frequentati dalla canzone italiana. Il suo successo ha riguardato non solo i paesi e i mercati latini e dell’est Europa, tradizionalmente più prossimi a noi, ma ha conquistato anche quelli anglosassoni e nord-americani, i più difficili e ostici. Nel riuscirci, si è inserito di prepotenza nel ristretto gotha degli artisti internazionali».

 

Dopo 2 anni in giro per il mondo con un tour trionfale di 166 concerti in 5 continenti (proponendo live il suo ultimo disco di inediti “Black Cat” e i suoi grandi successi), che ha ancora una volta confermato Zucchero come uno degli artisti italiani più internazionali, si aggiunge adesso alla sua straordinaria carriera un ulteriore riconoscimento da parte della più importante Rassegna della Canzone d’Autore: il PREMIO TENCO ARTISTA 2018.

 

Riconoscimento assegnato dal 1974 alla carriera di artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale. Tra i vincitori degli anni passati: Paolo Conte, Franco Battiato, Roberto Vecchioni, Renato Carosone, Tom Waits, Jackson Browne, Nick Cave, Joni Mitchell, Randy Newman, Willy DeVille, Elvis Costello e molti altri.

 

«È un grande piacere per me e un grande onore ricevere questo premio ha affermato Zucchero – soprattutto perché vale anche come riconoscimento ai miei testi».

Un anno denso e ricco di riconoscimenti internazionali. Come quelli avuti a Londra a luglio, dove 65mila persone accorse ad HYDE PARK in occasione del British Summer Time di Londra, uno dei festival più importanti di tutto il Regno Unito, hanno accolto Zucchero, unico italiano in performance. Che si è esibito sullo stesso palco di Eric Clapton, Santana, Steve Winwood.

Reduce, inoltre, da due indimenticabili live in una delle location più belle del mondo, Piazza San Marco a Venezia, e dallo spettacolare concerto al Castello di Sigulda in Lettonia, Zucchero ha portato il suo Summer Events & Festivals 2018 tour in Scozia, ad Edimburgo e Glasgow, per poi esibirsi al prestigioso Cornbury Music Festival di Oxfordshire ed essere headliner della grande manifestazione olandese, il Bospop Festival.

Zucchero e Santana (foto di Eleonora Rubini)

Con Zucchero sul palco una super band internazionale composta da 12 elementi: POLO JONES (Musical director, bass & backing vocals), KAT DYSON (guitars, dobro, mandolin, bvs & backing vocals), BRIAN AUGER (hammond organ C3),  DOUG PETTIBONE (Pedal Steel Guitar, dobro, lap steel, banjo, guitar & backing vocals), QUEEN CORA COLEMAN (drums & backing vocals), NICOLA PERUCH (keyboards), ADRIANO MOLINARI (drums), MARIO SCHILIRÒ (guitars), ANDREA WHITT (violin, mandolin, pedal steel guitar),  JAMES THOMPSON (sax tenor, sax baritone, flute, harmonica & backing vocals), LAZARO AMAURI OVIEDO DILOUT (trumpet, flugelhorn, french horn) e CARLOS MINOSO (trombone, tuba).

VENEZIA – E poi c’è stata la rentrée a Venezia, dove a piazza San Marco è tornata la musica dopo 7 anni di assenza. Lo show si chiamava “The Best Live”, per due live che erano arricchiti dalla presenza di CHERYL PORTER & HALLELUIAH GOSPEL SINGERS e TOMOYASU HOTEI, che hanno già collaborato in passato con Zucchero.

 

«Venezia, città fatta apposta per l’armonia, per la grazia e per l’arte» così Zucchero descrive una città che ha sempre avuto nel cuore e che lo vede spesso perdersi tra le calli. L’artista ha aderito anche alla campagna #EnjoyRespectVenezia, promossa dal Comune di Venezia per la promozione dei comportamenti virtuosi per tutti gli ospiti e i visitatori.

 



Leisure - 08/06/2018

Ora o Mai Più: un esperimento che lascerà il segno?

Secondo i dirigenti Rai il programma musicale di Amadeus Ora o Mai Più che parte oggi su Rai Uno è [...]

Travel - 15/02/2017

Grandi Giardini Italiani, l’arte del gardening all’italiana

Grandi Giardini Italiani, il network dei più bei giardini visitabili in tutta Italia, in 20 anni ha [...]

Design of desire - 10/04/2018

Il gioiello è un “dramatic luxury” per Atelier Jen

Li abbiamo scoperti nell'ultima tornata di fashion show a New York per Helen Anthony e ce ne siamo r [...]

Top