Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 30/11/2018

Il “movimento” nell’arte di Marina Pinksy

Incontro con l'artista russa che espone da oggi alla galleria Gluck 50 di Milano. Una serie di coincidenze e simbolismi per una mostra unica.

Coincidenze e simbolismi sembrano essere dalla parte della giovane Marina Pinsky, artista russa nata nel 1986 a Mosca e naturalizzata a Berlino e Bruxelles. Già la strada dove è esposta, la famosa via Gluck, a Milano rievoca arrivi e partenze di immigrati da ogni parte del mondo.

Marina Pinksy in posa nella sua installazione alla galleria Gluck 50 a Milano per The Way Magazine (foto Christian D’Antonio).

La vicinanza della Stazione Centrale e la suggestione di una città in movimento l’ha sicuramente colpita. “In questo lavoro esposto alla Gluck 50 – ci ha raccontanto illustrando il suo solo show milanese – mi sono riferita agli aspetti della vita in movimento, del confronto e della ricerca, mi sono in fondo guardata intorno. Ed è nata questa installazione, con un video semi-nascosto, girato dalle finestre di un castello europeo dove era in corso un’infestazione di insetti“.

 

 

 

 

 

 

 

Non vogliamo togliervi la sorpresa, anche solo di guardare le immagini se non potete recarvi in loco (via Gluck, 50 Milano fino al 25 gennaio 2019) ma l’evocativa installazione è molto apprezzabile, specie se si considerano i due punti architettonici cardine che qui sono presi a prestito per farne un grande omaggio alla storia italiana: le chiese romaniche a volta e il razionalismo milanese che fa capolino nelle costruzioni posizionate al centro della galleria.

Marina Pinksy ha ricevuto nel 2008 il diploma dalla scuola di Belle Arti di Boston e dall’UCLA (Los Angeles) nel 2012.
Ha esposto al Kunstverein Göttingen in Germania DE (2018), 303 Gallery, New York (2018) e a ritroso in Messico, Sydney, Bilea, Bruxelles, La Biennale de Lyon nel 2015, alla Riga International Biennial of Contemporary Art, Lituania, e al MoMa con altri artisti nel 2015.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 04/02/2019

Arredo e futuro, parte Stockholm Light and Furniture Fair 2019

Per il secondo anno consecutivo Seletti porta il suo humor e il suo spirito pop a Stoccolma in occas [...]

Leisure - 04/03/2018

Mr. Savethewall, la street art entra in galleria

Si chiama appropriatamente "La realtà oltre il muro" la mostra che alla Deodato Arte di Milano vede [...]

Leisure - 24/05/2018

Jürgen Knubben, Skulptur e la quarta dimensione

Jürgen Knubben, Skulptur,è il titolo della mostra del grande scultore tedesco che si inaugura oggi [...]

Top