Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 27/01/2018

La Meraviglia di Andy Fluon

Il musicista è un apprezzato e quotato pittore che illumina con la sua fluorescenza. Un mondo di riferimenti pop declinati con gusto e personalità ora in mostra alla Terrazza Duono 21 a Milano.

Delicato e indelebile come solo i grandi pezzi di valore estetico sanno essere, un quadro di Andy Fluon è un’esperienza più che una visione. Nessuna distrazione ammessa, l’arte del fondatore dei Bluvertigo, quando ha a che fare con il linguaggio pittorico cattura lo spettatore e lo ricatapulta in una dimensione fanciullesca e glamour allo stesso tempo.

andy

Innegabili, anche come richiami dichiarati, i frizzi anni 80 nella sua opera. Tanto che le fluorescenze di Andy ora raccolte alla prestigiosa Terrazza Duomo 21 (a Milano fino al 26 febbraio, via Silvio Pellico, 2) sono in mostra come La Meraviglia di Andy Fluon. Quindici opere che rappresentano uno spaccato rivisitato della cultura pop contemporanea, firma del genio creativo e dell’estro pittorico di un artista capace di riportare travolgenti espressioni su tela in una dimensione innovativa, ricca di impatto emotivo e maestria tecnica.

L’artista, presente all’opening della mostra, ci ha detto: “Ho fatto sempre il mestiere dell’artista come un drone che viaggia in diversi contesti. Pensare oggi che il mio dipinto voltando le spalle si possa affacciare sul Duomo è un onore. Questo è il grande benvenuto nella mia Cartoonia, una sintesi dei tratti del bello, che mi piace condividere con voi”.

Le sue visioni fluorescenti, che si possono anche acquistare in loco, ora sono una mostra del grande pathos curata da Giovanna Repossi e promossa da Orange Table Professional Network che ha annunciato la costituzione del suo nuovo Centro Studi e delle realtà professionali e imprenditoriali che si sono di recente affiliate al Network.

Andy fotografato all'op neing di Terrazza Duomo 21 da The Way Magazine.

Andy fotografato all’op neing di Terrazza Duomo 21 da The Way Magazine.

BIO – Andy nasce a Monza nel 1971. Da sempre attratto dalle arti figurative, si forma presso l’Istituto d’Arte di Monza e, successivamente, si specializza in illustrazione e grafica pubblicitaria presso l’Accademia delle Arti Applicate di Milano. Ispirato ai grandi maestri dell’arte italiana e alla cultura “pop” inglese e americana, sedotto dall’idea che la corrente artistica underground, sapientemente nobilitata, possa trovare spazio nel mainstream, Andy consolida negli anni il suo personalissimo codice pittorico basato sull’uso scenografico dei colori acrilici fluorescenti “trattenuti” in visibili bordature nere, a loro volta, utilizzate per sintetizzare, in modo accattivante e mai scontato, forme e piani sia narrativi che prospettici.

Da sinistra, Pop Hat e Laetitia Casta di Andy Fluon.

Da sinistra, Pop Hat e Laetitia Casta di Andy Fluon.

 

Difatti, i soggetti ricorrenti dipinti su tela, tessuti, strumenti musicali, oggetti di design, sono icone appartenenti all’immaginario collettivo dell’arte, della musica, del cinema, ma anche dei cartoni animati e della pubblicità, decontestualizzate per essere ricontestualizzate nel presente attraverso frammenti di memorie personali.

andy duomo mostraL’originale rappresentazione della contemporaneità attraverso l’uso del colore fluorescente, centro vitale della diversificata produzione artistica di Andy promossa negli anni attraverso numerose mostre personali, collettive e fiere d’Arte, gli consente di raggiungere un notevole successo in Italia e all’estero, valendogli collaborazioni con marchi quali Coveri, Carlsberg, Iceberg, Redbull, Costa Crociere, Fiat, Nodis, too late, Uki, Valtur, Custo Barcellona, Ruffino, Gherardini e Galileo. Artista eclettico, curioso, originale, Andy è anche un musicista di talento. Nei primi anni 90 fonda con Morgan i Bluvertigo, contribuendo con sax, tastiere, voce e sintetizzatori alla composizione di tre album e alla pubblicazione di un live e di una raccolta di successi. L’intensa parentesi con i Bluvertigo lo vede impegnato per diversi anni, ma anche recentemente, tra palcoscenici, interviste e apparizioni TV.  Acuto osservatore della realtà musicale contemporanea, attivo nel mondo della musica come compositore di colonne sonore, produttore di band emergenti, conduttore di programmi musicali sia televisivi che radiofonici, da dieci anni Andy si dedica con successo alla sperimentazione proponendo nei club di tutt’Italia “alternative dj-set” caratterizzati da una insolita fusione di sonorità electro-minimal con wave ’80.

Venetian Dream di Andy Fluon è un acrilico fluo su tela e foglia d'oro.

Venetian Dream di Andy Fluon è un acrilico fluo su tela e foglia d’oro.

Nel 2005 fonda FluOn, suo quartier generale e nucleo creativo, che dal 2011 diventa anche nuovo progetto musicale al quale contribuisce con voce e sax a fianco di Fabio Mittino alla chitarra, Fabrizio Grigolo alla postazione elettronica e Luca Urbani alla voce e synth.  Nel nome FluOn è condensata la singolare visione che Andy ha dell’arte e della vita, entrambe incentrate su una bilanciata alternanza di FLUorescenza e inFLUenza, tonalità linguistiche ed emozionali da emettere e ricevere in flusso continuo e in costante “mode ON”. Vive e lavora a Monza.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 16/10/2018

Malandrino: “Stavolta parto senza bagaglio”

Un bell'incontro quello con Malandrino; lui si mette in gioco raccontandosi e ci conduce nel suo mon [...]

Fashion - 21/05/2018

Rivieras, il mocassino dipinto per l’estate

Lusso, calma e voluttà è il motto del brand Rivieras, Leisure shoes come si autodefinisce questo c [...]

Fashion - 29/11/2017

Per Jog Dog scarpe con ispirazione architettonica

Jog Dog Italian shoewear è un marchio che è partito dal 2010 nel freddo di Cortina D'Ampezzo, loca [...]

Top