Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 10/02/2019

La prima volta di Chagall a Napoli

Dalle collezioni del mondo, 150 opere del genio russo esposti alla Basilica della Pietrasanta nel uore del quartiere antico protetto dall'Unesco.

Un paio di anni fa i disegni e gli acquarelli preziosi erano arrivati a Sorrento. Ma dal 15 febbraio 2015, per la prima volta a Napoli, la poetica magia di Marc Chagall sarà raccontata attraverso l’esposizione di 150 opere presso la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum di Napoli dal 15 Febbraio al 30 Giugno 2019.

Dal 15 Febbraio, nella straordinaria cornice della la Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum di Napoli, verrà ospitata una mostra dedicata al grande artista russo Marc Chagall (1887-1985).

La mostra racconta la vita, l’opera e il sentimento di Chagall per la sua sempre amatissima moglie Bella, attraverso l’esposizione di 150 opere tra dipinti, disegni, acquerelli e incisioni. Un nucleo di opere rare e straordinarie, provenienti da collezioni private e quindi di difficile accesso per il grande pubblico.

Curata da Dolores Duràn Ucar, la mostra racconta il mondo intriso di stupore e meraviglia dell’artista. Nelle opere coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione e guerra, un universo di sogni dai colori vivaci, di sfumature intense che danno vita a paesaggi popolati da personaggi, reali o immaginari, che si affollano nella fantasia dell’artista.
Opere che riproducono un immaginario onirico in cui è difficile discernere il confine tra realtà e sogno.

La mostra è organizzata e prodotta dal Gruppo Arthemisia, che dopo il successo conseguito a Napoli con la mostra di Escher, conferma la propria fiducia nella città partenopea investendo anche sulla straordinaria Basilica della Pietrasanta, un monumento unico nel cuore del centro storico partenopeo protetto dall’Unesco, 27 secoli di storia spalmati su 17 km quadrati, l’area storica più grande d’Europa.

La mostra Chagall. Sogno d’amore, realizzata con il fondamentale contributo di Fondazione Cultura e Arte, è organizzata e prodotta dal Gruppo Arthemisia, che dopo il successo conseguito a Napoli con la mostra di Escher, conferma la propria fiducia nella città partenopea investendo anche sulla straordinaria Basilica della Pietrasanta.
La mostra vede come partner istituzionale il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, si avvale del patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli,promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, è sotto l’egida dell’Arcidiocesi di Napoli, e in sintonia con la sezione San Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia meridionale, Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, della Rettoria della Basilica di S. Maria Maggiore alla Pietrasanta e dell’Associazione Pietrasanta Polo Culturale ONLUS.



Leisure - 30/01/2018

Una vita da collezione, Arbore a Palazzo Reale a Napoli

Radio, televisione, cinema, riviste ma soprattutto musica e colore sono i protagonisti del [...]

Leisure - 07/06/2018

Bello Figo, fenomeno transculturale

Cancellato anche da Wikipedia per le sue controverse e spudorate esternazioni canore, Bello Figo è [...]

Trends - 26/10/2016

X Factor, i numeri che hanno cambiato la musica in Italia

X Factor torna su Sky Uno con gli appuntamenti Live dalla nuovissima X Factor Arena di Milano (il pi [...]

Top