Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 21/03/2019

Le ceramiche di Maria Cristina Carlini da oggi a Place du Louvre a Parigi

La creativa italiana ha realizzato La nuova città che sale - alta 10 metri - posta presso la Fiera Milano Rho in Italia per Expo 2015.

Maria Cristina Carlini, italiana d’origine, fin da giovanissima nutre la passione per la ceramica, un amore che l’accompagna per tutta la vita. Nel cuore di Parigi dal 21 marzo al 12 aprile la storica Beffroi, in Place du Louvre, accoglie l’imponente opera “Origine” della scultrice realizzata appositamente per l’esposizione a cura di Carla Arigoni.

La grande installazione in grès, composta da sette colonne policrome di differenti altezze, si erge verso l’alto per oltre tre metri, con uno slancio modulare ad evocare la musica della creazione. Le colonne richiamano templi antichi, danze e suoni primordiali, che riportano l’osservatore alle origini della vita e al contempo verso la luce di un prossimo futuro.

Centinaia di cerchi in grès montati su un’anima di ferro sorgono dalla terra e compongono la monumentale creazione che mette in luce lo stretto legame tra l’uomo, la terra e il cielo, con uno sguardo antropologico ravvisabile nell’intera produzione dell’artista.

Infatti il pensiero fondante di Maria Cristina Carlini è incentrato sull’origine, sull’evoluzione dell’universo e sui quattro elementi – Aria, Acqua, Terra e Fuoco – temi sempre presenti nella sua forte espressione artistica dove minerali, vegetali, animali – uomo compreso – sono sempre percepiti uniti da forti legami ed equilibri.

Le sculture nascono direttamente dalle mani di Maria Cristina Carlini che opera in assoluta armonia e nel rispetto della natura; infatti l’artista colora, impasta e dà forma alle sue opere con elementi provenienti dai fondali marini, dalle foreste pietrificate, dalle polveri vulcaniche, dagli ossidi e dai minerali della terra. La scultrice non aggiunge elementi che possano offendere o ferire la natura, la sua opera celebra la bellezza della terra, riportandola alle sue origini, e invia un messaggio di energia positiva, per la sopravvivenza del pianeta a favore di ogni aspetto ecologico.

 

L’allestimento scenografico, ideato da Anna Mari all’interno della torre campanaria, concorre ad accogliere il visitatore in un ambiente che conduce a riflettere su passato, presente, futuro e sull’importanza di interventi di salvaguardia dell’uomo verso la terra che lo ospita.

Carlini ha una formazione cosmopolita. Nei primi anni Settanta si trasferisce a Palo Alto in California dove frequenta il California College of Arts and Craft, in seguito vive a Bruxelles dove continua a sperimentare le tecniche legate all’argilla che prosegue al suo ritorno in Italia.

La sua forza consiste nell’instancabile ritorno all’argilla; molto rappresentative sono le sculture monumentali in cui unisce il ferro al grès dando vita a un connubio personalissimo e indissolubile.

La vita di Maria Cristina Carlini è costellata di riconoscimenti, espone in numerose mostre personali e collettive in diverse sedi pubbliche e private internazionali, e le sue sculture monumentali sono presenti in permanenza in tre continenti: Europa, America e Asia.

L’ultima grande opera collocata in permanenza è La nuova città che sale – alta 10 metri – posta presso la Fiera Milano Rho in Italia e presentata da Philippe Daverio per Expo 2015.

Numerosi libri testimoniano l’intensa attività artistica di Maria Cristina Carlini; hanno scritto di lei affermati critici quali: Luciano Caramel, Guo Xiao Chuan, Martina Corgnati, Gillo Dorfles, Carlo Franza, Flaminio Gualdoni, Yakouba Konaté, Frédérique Malaval, Paolo Levi, Laurence Pauliac, Elena Pontiggia, Cortney Stell.

Maria Cristina Carlini vive e lavora a Milano.

Beffroi, Mairie du 1er arrondissement, 4 Place du Louvre, Parigi Allestimento Anna Mari.



Society - 06/04/2018

Motta ora sceglie: “Voglio vivere e farvi vedere chi sono”

Un pubblico come il suo molti se lo sognano. Motta, vero nome Francesco Motta, ha 30 anni e ha già [...]

Fashion - 15/01/2018

Isabel Benenato debutta con la pulizia nell’eleganza

Eleganza è pulizia ed essenzialità. Di questi tempi capita di scordarcene eppure il debutto a Mila [...]

Trends - 29/11/2016

Fuga dal web-caos, tutte le conseguenze dell’”always on”

L'always on, l'essere sempre connessi, ha fruttato le ovvie conseguenze. Negli stili di vita emergen [...]

Top