Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 12/08/2019

Memento 7, l’arte della cucina e accoglienza

Il ristorante di design ha creato le Pizze dei Ricordi, che evocano la storia del paese siciliano e dei suoi personaggi più rappresentativi.

Non molto lontano dai consueti circuiti turistici della Sicilia sud-orientale nasce un nuovo modo di fare cucina. Tra design ricercato e tradizioni rivisitate, Memento 7 arricchisce l’offerta enogastronomica del territorio, a Floridia vicino Siracusa.

Recupero di luoghi emblematici del paese e scelte enogastronomiche di tendenza: sono questi gli ingredienti che un giovane architetto siciliano ha saputo mescolare con cura, lanciando il suo progetto imprenditoriale nel cuore di Floridia, a pochi chilometri dalla città di Siracusa. Inaugurato lo scorso dicembre, il ristorante Memento 7 si è imposto da subito come punto di riferimento per gli estimatori di una cucina ricercata, ma sempre rispettosa delle tradizioni.

L’architetto e imprenditore Santi Fileccia, animato dall’amore per la sua professione e, al tempo stesso, da un forte interesse per il mondo dell’ enogastronomia, è riuscito a sintetizzare queste due spinte, dando  vita ad un vero e proprio viaggio sensoriale nella memoria. Lo dimostra la scelta di convertire in raffinati spazi conviviali le antiche botteghe del paese e di utilizzare le gigantografie di vecchie ricette familiari come elemento decorativo di una sala della struttura. Tutto profuma di memoria, dagli spazi al cibo, e  Memento 7, come suggerisce la stessa parola, diventa un vero e proprio monito rivolto all’intera comunità cittadina, affinché il passato rimanga vivo nelle nuove forme del presente.

L’apertura di questa struttura ristorativa costituisce un passo significativo verso la riqualificazione dello spazio urbano di Floridia, nel tentativo di rianimare un paese che soffre la subalternità al vicino capoluogo di provincia. Per la realizzazione del progetto l’architetto avrebbe potuto scegliere un contesto cittadino differente, più incline ad accogliere le nuove tendenze, ma questo avrebbe reso la sfida meno accattivante, con la conseguente rinuncia a un desiderio coltivato per più di venti anni.  “ Ho aperto il luogo del cuore a Floridia – racconta l’architetto – un vero sogno che si realizza. Memento 7 nasce dall’idea di tutelare il ricordo, per non dimenticare il nostro passato, le nostre radici, i posti dove siamo stati e dove abbiamo lasciato un pezzo di noi. Mi piace pensare, forse ingenuamente, che, come noi ci portiamo dentro i luoghi del cuore, viceversa anche loro si portino dentro un pezzo di noi e che ci riconoscano quando con il pensiero li andiamo a trovare”.

Situato a pochi passi dalla piazza centrale di Floridia, dominata dalla Chiesa Madre di San Bartolomeo, gioiello del tardo barocco, il ristorante offre un’ampia selezione di portate, con prodotti locali di qualità, dai formaggi delle latterie riunite ragusane al pesce fresco dei migliori mercati della zona. Le  pizze, vero must di Memento 7, sono caratterizzate dall’impiego di antiche farine siciliane macinate a pietra e vengono preparate con un impasto leggero sottoposto ad una lievitazione di oltre 48 ore. Il risultato è un prodotto ad altissima digeribilità. I clienti hanno a disposizione un ampio menu che è in grado di soddisfare anche i palati più raffinati. Per chi ricerca ingredienti esclusivi e sapori inusuali, Memento 7 ha creato le Pizze dei Ricordi, che evocano la storia di Floridia e dei suoi personaggi più rappresentativi.

La cucina di qualità non basta, però, a descrivere il progetto imprenditoriale di Fileccia: Memento 7 è anche fonte di piacere per gli occhi. L’architetto ha curato in prima persona la ristrutturazione dell’edificio, scegliendo un design degli interni caratterizzato da tinte forti che contribuiscono a creare un’atmosfera calda, accogliente e vivace. “ I luoghi in cui prima sorgevano quattro botteghe – spiega Fileccia- sono stati trasformati fondendo gli spazi, donando le originali volumetrie e arricchendoli con abbinamenti cromatici d’impatto, giardini pensili, pareti di stucco che richiamano vecchi decori delle case delle nonne e porte antiche anni ’30”.

Memento 7 è un caso paradigmatico di imprenditorialità ben radicata nel territorio, un esempio concreto di come i giovani si spendano per la loro terra, accettando le sfide più difficili e approdando a risultati di alto livello.

Testo e foto a cura di Giuseppe Licitra

 



Society - 30/10/2018

Il miglior pizzaiolo d’Italia votato a “Elementi”

Il 12 novembre “Elementi, i volti dell’impasto”, la competizione itinerante ideata da Molino V [...]

Society - 22/10/2018

Tissot festeggia con Marc Marquez

Lo spagnolo venticinquenne, nonché Tissot Ambassador Marc Marquez è il più giovane pilota a vince [...]

Leisure - 08/03/2018

Da Philadelphia a Milano, l’Impressionismo che dipingeva l’umanità

Mentre la città di Milano saluta ancora con nostalgia l'immenso genio di Michelangelo Merisi, noto [...]

Top