Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 19/06/2018

Osteria Francescana di Massimo Bottura è il ristorante più buono del mondo

The World's 50 Best Restaurants 2018 awards, sponsorizzato da S.Pellegrino & Acqua Panna, al Palacio Euskalduna di Bilbao in Spagna.

Massimo Bottura di Osteria Francescana, un ristorante a tre stelle Michelin con sede a Modena, in Italia, ha vinto il World’s 50 Best Restautrant, un trofeo che si è attribuito questa sera a Bilbao in Spagna. Tradizioni culinarie italiane viste a dieci chilometri di distanza hanno vinto su tanta e agguerritissima concorrenza.

Lo chef, già 3 star Michelin, ha detto: “Sapevo di aver fatto qualcosa di buono quando è entrata una novantenne nel mio ristorante e mi ha detto: bravo, questo è il posto più bello del mondo”. La tradizione della cucina italiana, dunque, ha vinto per il 2018, portando di nuovo Bottura in vetta al 50 Best, uno dei riconoscimenti maggiori della cucina mondiale dopo che aveva già vinto nel 2016 a New York.

La premiazione annuale che si svolge dal 2002, è un elenco prodotto dalla rivista britannica Restaurant, basato su un sondaggio di chef internazionali, ristoratori, golosi e critici della ristorazione.

“Ho sentito la comunità attorno a me, perché non è solo la mia vittoriadice lo chef più famoso del mondo questa notteperché il feeling che ho è che tutto il premio è per me, il mio team di Modena, ma è una vittoria per tutti gli chef che promuovono la gastronomia del futuro”.

Massimo Bottura con la moglie americana Lara Gilmore stasera, durante la diretta Twitter per la vittoria.

The World’s 50 Best Restaurants 2018 awards, sponsorizzato da S.Pellegrino & Acqua Panna, al Palacio Euskalduna di Bilbao in Spagna ha visto vincere ristoranti da 23 paesi in tutto il mondo e ha accolto nove nuovi ristoranti: sei al loro debutto e tre alla lista come rientri.

Den a Tokyo, in Giappone, vince l’Highest Climber Award, sponsorizzato da Lavazza, in aumento di 28 posti.

Al 17esimo Disfrutar a Barcellona, ​​in Spagna, è stato annunciato come l’Highest New Entry, sponsorizzato da Aspire Lifestyles.

Dan Barber di Blue Hill presso Stone Barns a Pocantico Hills, USA, è stato votato dai suoi colleghi come il vincitore del Premio Chefs Choice, sponsorizzato da Estrella Damm.

Geranium a Copenhagen, in Danimarca, vince il premio Ferrari Trento Art of Hospitality. Azurmendi porta a casa il Sustainable Restaurant Award, sponsorizzato da Dekton® by Cosentino.

Lo chef francese Cédric Grolet vince il premio per il miglior pasticcere del mondo, sponsorizzato da Sosa. Altri premiati speciali: lo chef londinese Clare Smyth, vincitore del premio elit® Vodka World’s Best Female Chef 2018 Gastón Acurio dal Perù, onorato con il Diners Club® Lifetime Achievement Award 2018. Il ristorante californiano SingleThread, vincitore del Miele One To Watch Award 2018 e la chef taiwanese Jessie Liu colleziona la prima borsa di studio Best Best BBVA.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Vip House - 13/02/2018

Marina Graziani, in casa colori basic

Marina Graziani è una showgirl italiana, forse una delle più riconoscibili  tra le Veline della n [...]

Leisure - 08/07/2018

Filippo Bisciglia conduce Temptation Island ma non ci andrebbe mai

A lui che è stabile in un rapporto duraturo tocca il compito di condurre un programma sulle tentazi [...]

Design of desire - 25/01/2017

Imm Cologne, case trendy e tecnologiche tutte “al verde”

All'annuale Imm di Colonia (Internationale Möbelmesse) impera ancora una volta il verde. La casa gr [...]

Top