Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/11/2018

PornHub scatena la guerra dei “primi”: Immanuel Casto o Salmo?

La piattaforma dedicata solitamente ad altro è diventata terreno di scontro per i cantanti italiani. Vediamo perché.

Usare internet come mezzo promozionale creativo si può. Specie in un’epoca in cui tutto è segmentato. E nei segmenti altrui, gli artisti irriverenti ci sguazzano. È Immanuel Casto il primo artista italiano ad aver promosso la sua musica e le sue iniziative su Pornhub, il più grande sito di free video sharing pornografico del mondo. Già nel settembre 2015, il principe del Porn Groove pubblicava il suo video “Alphabet of Love” in esclusiva sulla piattaforma per adulti.

 

Inoltre, nel dicembre del 2017 con la sua società Freak & Chic apriva il primo Pornhub Temporay Store in Europa mentre è stato appena presentato al recente Lucca Comics & Games “Red Light – A star is Porn®”, il primo gioco di carte ufficiale sul mondo dell’industria pornografica ideato da Immanuel Casto che vede per la prima volta insieme Milo Manara, il più grande maestro del disegno erotico, e Pornhub. Il gioco è stato anche tradotto in quattro lingue ed è attualmente in distribuzione, oltre al territorio italiano, anche in Europa e Nord America (www.redlight.games).

 

Da martedì 13 novembre partirà invece il nuovo tour dell’istrionico artista italiano Immanuel Casto (info e prevendite su www.ticketone.it) che lo riporterà nei principali club d’Italia in occasione dell’uscita, lo scorso 14 settembre, de “L’Età del Consenso” (Freak & Chic/Artist First), la nuova raccolta del principe del Porn Groove, al ventesimo posto della classifica dei dischi più venduti della settimana TOP OF THE MUSIC FIMI/GFK (diffusa venerdì scorso da GfK Italia), con all’interno i due inediti “Piromane” e “Goodbye Milano”.

 

L’Età del Consenso è composto da diciannove brani, dagli esordi musicali del 2004 quando il Casto Divo (così chiamato dal suo pubblico) inizia il suo percorso sul web collezionando milioni di visite grazie a raffinati e alquanto spiazzanti videoclip e perfezionando un preciso stile musicale da lui definito “Porn Groove”, agli anni più recenti del suo sviluppo discografico con le uscite di quattro album da studio, l’attivismo nei pride nazionali e un pubblico sempre più numeroso che lo supporta nei suoi tour spesso sold-out.

 

“L’Età del Consenso Tour (prodotto da Freak&Chic) inizierà il 13 novembre dall’Alcatraz di Milano e vedrà il ritorno dal vivo di Immanuel Casto accompagnato dalla sua band e dal suo corpo di ballo.

La precisazione è inevitabilmente nei confronti di Salmo. Il cantautore a fine ottobre in un video di poco più di un minuto di durata pubblicato sul canale Salmo su PornHub, aveva avuto molta eco. Il video vede una provocante mamma fare irruzione nella stanza del figlio adolescente, colto nel pieno di un momento “privato”, causato però non dalla pornografia tradizionale ma dalla nuova canzone di Salmo, parte del disco che uscirà il 9 novembre.



Society - 17/03/2017

Enzo Bollani: “Ecco la mia storia di jazzista della creatività”

La creatività di Enzo Bollani (Milano, 3 maggio 1981) è straripante: Enzo è un promotore del bell [...]

Leisure - 07/12/2018

Nel 2019 Jovanotti farà un tour nelle spiagge italiane

Di grandi concerti sulla spiaggia se ne sono visti diversi nella storia della musica, dai Rolling St [...]

Leisure - 22/10/2017

Le mille luci di New York questa volta è una mostra

Ci sono due modi per leggere gli anni Ottanta del Novecento mondiale: la pittura e New York. Bastere [...]

Top