Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 13/02/2019

Vittorio Prato: baritono, bellezza e successo

Il cantante è il Conte di Almaviva ne Le Nozze di Figaro in scena al Teatro Coccia di Novara il 15 e il 17 febbraio, al Teatro Alighieri di Ravenna il 22 e il 24 febbraio.

Il baritono Vittorio Prato è il Conte di Almaviva nella ripresa delle fortunate “Nozze di Figaro” che inaugurarono il Festival dei 2 Mondi nel 2016, con la regia di Giorgio Ferrara, le scene di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, i costumi di Maurizio Galante.

L’opera, una coproduzione con il Festival di Spoleto, il Ravenna Festival e il Teatro Coccia, sarà diretta da Erina Yashima alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro San Gregorio Magno.

Il baritono Vittorio Prato in Missoni.

Vittorio Prato ha dichiarato: “Il conte di Almaviva è un ruolo che mi dato sempre una grande soddisfazione per la centralità del personaggio attorno al quale si intrecciano tutte le vicende. Questa brillante produzione di Giorgio Ferrara, che ho fatto la prima a volta al prestigioso festival di Cartagena in Colombia, mantiene l’essenza di una storia, di per sé complicata, che viene raccontata al pubblico in una maniera semplice senza dover alterare situazioni spesso tragicomiche. Farò quattro cambi di abiti, (disegnati dal bravissimo Maurizio Galante), che si sposano con il susseguirsi delle vicende, nel turbinio di una folle giornata preludio al veloce cambiamento della società.

LIRICA E MODA – Anche i bei cantanti lirici hanno passione per l’estetica e il bel vestire. Prato ha stretto da poco una relazione esclusiva con Missoni, il grande e glorioso brand di vestiti made in Italy. “È stato con grande piacere che ho incontrato la famiglia Missoni al” Japan Orfeo “, una combinazione di musica del grande Monteverdi e arte e tradizioni giapponesi, che ha segnato il mio debutto in Asia in un ruolo da protagonista, indossando i meravigliosi costumi Missoni che ha contribuito all’enorme successo di questo evento immensamente significativo “- ha dichiarato il cantante.

La creatività di Missoni, una pietra miliare indiscutibile nel regno della maglieria di lusso, non cessa mai di incantare Vittorio. Il suo bagaglio contiene sempre alcuni di quegli iconici capi Missoni Uomo che rappresentano una perfetta rappresentazione dello stile italiano naturalmente sofisticato, rendendolo uno dei più stimati ambasciatori del marchio.

 

 

 

Vittorio Prato – riconosciuto come uno specialista del repertorio belcantista, protagonista di opere mozartiane, donizettiane e rossiniane – si è imposto a livello internazionale come uno dei baritoni più interessanti della sua generazione.

È salito sul palcoscenico di prestigiosi teatri fra i quali Staatsoper di Berlino, Liceu di Barcellona, Opéra di Lione, Grand Théatre di Ginevra, Théatre du Capitole di Toulouse, Théatre des Champs-Elysées e Opéra Comique di Parigi, La Monnaie di Bruxelles, Theater an der Wien, Opéra di Losanna, Barbican di Londra, Grand Théâtre di Bordeaux, Metropolitan Theater di Tokyo, Opéra Royal di Liegi, Palau de les Arts di Valencia, Teatro Municipal di Santiago del Cile, Theater Basel, Opera di Roma, Maggio Musicale Fiorentino,  Comunale di Bologna, Verdi di Trieste. Tra i festival vanno ricordati quelli di Pesaro, Wexford, Montpellier, Bad Wildbad e Bad Kissingen.

Con “Il segreto di Susanna”, che lo già visto protagonista a Parigi, Liegi e Lussemburgo, debutta al Teatro Regio di Torino.

Ha cantato con direttori d’orchestra quali Riccardo Muti, Gianluigi Gelmetti, Donato Renzetti e ha lavorato con registi come Pier Luigi Pizzi, Adrian Noble e Antonio Latella. Nella musica antica ha collaborato con I Maestri William Christie, Christophe Rousset, Christopher Hogwood, Ottavio Dantone, Alan Curtis e Diego Fasolis.

Il suo vasto repertorio spazia da Monteverdi al ‘900 e comprende: “Barbiere di Siviglia” (Figaro), “Don Giovanni” (ruolo titolo), “La Traviata” (Germont),  “L’Elisir d’amore” (Belcore), “La Bohème” (Marcello), “La Cenerentola” (Dandini), “Don Pasquale” (Malatesta), “Le nozze di Figaro” (Conte) e “Così fan tutte” (Guglielmo), “Werther” (Albert), “Il Turco in Italia” (Prosdocimo), “La cambiale di matrimonio” (Slook), “Betly” di Donizetti, “Bianca e Gernando” (Filippo) di Bellini, “I Briganti” (Corrado) di Mercadante, “I due Figaro” di Carafa, “La Salustia” di Pergolesi, “L’Orfeo” di Monteverdi, “Les Indes galantes” di Rameau, “Dido and Aeneas” di Purcell, “Demofonte” di Gluck, opere di Handel quali “Giulio Cesare”, “Ezio” e “Imeneo”, “Il segreto di Susanna” di Wolf-Ferrari, “Una Voce in off” di Montsalvatge, “La vedova allegra” di Lehár.

Il repertorio concertistico include “Carmina Burana” di Orff, “Requiem” di Faurè, “Messa di Gloria” di Puccini, “Weinachtsoratorium” di Bach, “Stabat mater” di Szymanowski, “Il ritorno di Tobia” e la “Missa in tempore Belli” di Haydn, “Der Rose Pilgerfahrt” di Schumann e “Die Erste Walpurgisnacht” di Mendelssohn, “Israel in Egypt” di Händel.

La sua discografia include “La Salustia” di Pergolesi (DVD Arthaus Musik), “I Briganti” di Mercadante e “Bianca e Gernando” di Bellini (CD Naxos), “I due Figaro” di Carafa  (DVD Bongiovanni), “Les Indes galantes” (DVD Alpha).

Le Nozze di Figaro in scena

al Teatro Coccia di Novara il 15 e il 17 febbraio, al Teatro Alighieri di Ravenna il 22 e il 24 febbraio.



Luxury - 16/02/2017

Rubelli Venezia, tessuti preziosi che incantano il mondo

Rubelli Venezia incanta tutti gli appassionati di home decor e design con le sue creazioni di tessut [...]

Fashion - 24/03/2019

L’estate italiana di Mjus

Se all'estero ci invidiano la bellezza e la praticità delle nostre collezioni moda, Mjus è un esem [...]

Luxury - 14/03/2018

Ferrari 488 Pista, da Ginevra il nuovo bolide

Siamo nel pieno della settimana del International Motor Show di Ginevra 2018 che si concluderà dom [...]

Top