Magazine - Fine Living People
14/12/2017 - Forte-Piano: la staffetta sulle note di Daniele Gambini, il pianista che ascolta con le dita
Luxury

Luxury - 06/10/2017

Benetti Se77antasette, sulle onde le linee sinuose di Fernando Romero

Lo scafo si distacca completamente dal concetto tradizione di super yacht attraverso il suo design rivoluzionario.

Benetti ha presentato durante l’ultimo Monaco Yacht Show, il nuovo concept yacht Se77antasette, progettato in esclusiva per il cantiere dal designer internazionale Fernando Romero. Un nuovo gioiello del mare che riprende le linee sinuose del famoso designer e le coniuga con l’incredibile progresso tecnologico dei produttori di Lucca.

Vincenzo Poerio, Ceo di Benetti, sottolinea che “l’essenza decisamente innovativa del progetto nasce dall’unione perfetta di due mondi differenti, quello della nautica e quello dell’architettura civile; la difficoltà maggiore è stata quella di rendere un prodotto già ottimo, ancora migliore. Se infatti l’identità del cantiere è riconoscibile in tutto il mondo come prodotto sofisticato di lusso, il Se77antasette, grazie all’abilità di Romero e al know-how di Benetti, eleva lo yachting a una dimensione superiore rispetto a quello che abbiamo conosciuto finora”.

Lo scafo si distacca completamente dal concetto tradizione di super yacht attraverso il suo design rivoluzionario. Geometrie articolate mettono in connessione di tutti i ponti, creando un effetto visivo che sembra intagliato nella struttura portante della nave.

Benetti_77_render by FR-EE © (10)

Il design ha permesso agli ingegneri di nascondere i radar, solitamente alloggiati sopra l’imbarcazione, all’interno della cupola in vetro nella parte più alta della nave.

Fernando Romero, fondatore dello studio internazionale FR-EE, commenta: “Se77antasette nasce dalla riflessione su ulteriori scenari che le nuove tecnologie hanno reso possibili, permettendoci di creare un’esperienza di navigazione completamente nuova. Le linee sinuose e gli spazi contigui hanno generato un sofisticato ecosistema di programmi e collegamento senza soluzione di continuità. Un superyacht all’avanguardia, una nuova forma di arte per il 21esimo secolo.”

SettantasetteA bordo, ogni zona si adatta alle esigenze di vita dei passeggeri; così il ponte principale si trasforma in un’elegante terrazza sul mare dove gli ospiti possono rilassarsi nella piscina di acqua dolce o utilizzarla come palestra.

Inoltre, ogni area dello yacht è pensata anche per le esigenze di un business man e si presta per incontri di lavoro.

La zona giorno con un soffitto a doppia altezza, può passare dalla configurazione zona prima colazione, a zona pranzo o diventare una sala cinema con teatro o pista da ballo con postazione Dj per le feste.

A prua, sul ponte principale si trova la zona dedicata all’armatore. La suite si estende per 100 metri quadrati più una terrazza di 140mq dove spicca una piscina privata che grazia a un sistema di sollevamento del fondo può diventare un eliporto. All’interno di questa zona è previsto anche un ufficio privato.

Sul ponte inferiore si aprono due cabine VIP e quattro cabine per gli ospiti. I bagni, con una vetrata scorreviole consentono l’accesso alla terrazza privata. Le cabine ospiti godono di una struttura sinusoidale che può trasformarsi in seduta o in tavolino.

Per godere di maggiore intimità si può sfruttare dell’osservatorio superiore, composto da lastre di vetro. Durante le ore notturne la cupola può diventare uno schermo per la realtà aumentata controllato tramite comandi vocali e sensori di movimento.

Le dimensioni di questo super yacht permetto di ospitare a bordo 12 ospiti e 19 membri dell’equipaggio. Il sistema di propulsione diesel di ultima generazione, che garantisce una velocità massima di 16 nodi e di crociera a 12 nodi, grazie alle sue dimensioni ridotte è riposto in una sala macchina estremamente contenuta. Così facendo l’intero lower dock è disponibile per gli alloggi.

Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Design of desire - 06/04/2017

La Casa Conviviale, da Eddy Monetti i vincitori del concorso

Oggi si saprà quale degli oltre 50 progetti selezionati da La Casa Conviviale sarà premiato per l' [...]

Fashion - 28/11/2016

L’artigianato cinese in mostra a Milano

L'artigianato cinese, quello di qualità e di tradizione antica, è arrivato a Milano al MA-EC, lo s [...]

Design of desire - 11/04/2017

La poltrona di Gaetano Pesce che ha spaccato il pubblico del Fuorisalone

Una poltrona ha diviso l'opinione delle migliaia di frequentatori del Brera Design District durante [...]

Top