Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 17/05/2017

Tour di lusso a Venezia, ora si può navigare su un bragosso originale

Come gli antichi pescatori, è possibile raggiungere le isole della laguna con un'esperienza di slow-tourism eccezionale. Ecco come.

bragozzoIl bragosso, tipica imbarcazione a due o tre alberi veneziana, da pesca o da carico, veniva utilizzato per la navigazione delle acque adriatiche fino al mar Ionio.

In un panorama veneziano nautico/turistico composto principalmente da gondole e vaporetti, è stato varato la Rosa dei Venti, il bragosso totalmente ristrutturato di proprietà della famiglia Bognolo, i più antichi pescatori di moeche, un granchio senza guscio tipico della laguna che oggi  rappresenta un prelibatezza della gastronomia veneziana.

L’imbarcazione, è a disposizione dal 15 maggio, grazie al tour operator K-Luxury, per una vacanza particolare nelle acque antistanti la città. Gruppi ristretti di 10-12 turisti, si potranno cimentare nella pesca delle moeche e delle altre specie tipiche della zona; cucinandole e gustandole a bordo.

Sono pochissime ad oggi le persone che praticano ancora questa antica metodologia di pesca, la stagione inizia da marzo e si conclude a maggio per poi riaprire a ottobre e per concludersi definitivamente a novembre; in questi mesi i granchi abbandonalo la propria corazza per fare la muta lasciando il corpo molle scoperto (da qui deriva il nome dialettale di moeche, mollezza).

Giudecca, Burano e Chioggia solo le isole che si potranno ammirare in questa vacanza slow, un itinerario alternativo che coniuga, rigorosamente a ritmi slow, bellezze naturalistiche e paesaggistiche con prelibatezze enogastronomiche. Il nuovo bragosso la Rosa dei Venti, vuole esse anche un simbolo per turismo rispettoso del sempre più fragile eco-sistema lagunare.



Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Fashion - 11/03/2018

Moreschi lancia le scarpe dal mood tropicale

Manifattura italiana di pregio e tonalità summer vibe per uno dei marhi più inconici del nostro ma [...]

Fashion - 23/08/2016

Tricot Chic, cinque modi di dire inverno con il knitwear

Tricot Chic knitwear si è sempre presentato come il “luxury del made in Italy” e nemmeno per il [...]

Leisure - 22/02/2019

Le “Rose viola” di Ghemon sono da collezione

Di talento ne ha in abbondanza e Ghemon lo sta dimostrando con l'apprezzamento che gli viene tributa [...]

Top