Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 31/10/2018

Gli anni 70 in arte da Glenda Cinquegrana a Flashback Torino

Castellani, Picasso, Schifano, Pistoletto. E poi il pezzo forte: un raro Tancredi Parmeggiani dipinto su una porta veneziana.

Una porta veneziana rimaneggiata e dipinta a olio da Tancredi Parmeggiani nel 1955 è il pezzo forte (e più caro) dello stand di Glenda Cinquegrana Art Consulting a Flashback, la fiera d’arte contemporanea e non a Torino presso il Pala Alpitour.

Il pittore veneto aveva anche sottoscritto il manifesto dello Spazialismo a Milano con Lucio Fontana. Ma un’opera di questa fattura, benché parte di un corpo di tre, è molto rara.

Michelangelo Pistoletto “I am the third”, 1980 – litografia su carta

Tancredi Parmeggiani “Composizione” – 1955 tecnica mista su tavola.

La consulente d’arte milanese ha portato anche Alighiero e Boetti, in un collage su carta chiamato Calendario. A un certo punto nello stand della fiera d’arte che inaugura oggi a Torino sembra di scorrere un libro di critica storico del Novecento italiano. La selezione delle opere portate qui è davvero impressionante. Carl Andre, Gianfranco Baruchello, Enrico Castellani, Emilio Scanavino e Mario Schifano. Tutti però con lavori non tipicamente associabili al loro stile.

Picasso e sullo sfondo Schifano, presso lo stand di Glenda Cinquegrana Art Consulting a Flashback Torino, Pala Alpitour. fino al 4 novembre 2018. Stand 38

Di Carl Andre abbiamo ammirato Stilla Novel del 1972, un “turning point” della sua produzione di bellissime lettere di inchiostro su carta proveniente da una collezione privata.

Enrico Castellani è presente con un foglio d’artgento a rilievo di grandi dimensioni dalla Galleria dei Mille di Bergamo. C’è anche in Picasso che è un acquaforte su carta datato 1971 (morì nel 1973) con la firma a stampa.

Boetti e Schifano allo stand di Glenda Cinquegrana Art Consulting a Flashback Torino 2018.

Poco visto questo periodo di Mario Schifano: “Senza Titolo” tra il 1969 e il 1970, quando l’artista stava lasciando i paesaggi anemici e si stava avvicinando alla fascinazione per i televisori. Quest’opera è una tecnica mista su cartoncino.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 07/07/2016

TOILETPAPER alle Galeries Lafayette: Parigi come non l’avete mai vista

Toiletpaper, il magazine di tendenza e arte fondato dall'artista Maurizio Cattelan e dal fotogra [...]

Leisure - 04/09/2018

RTL e gli ascoltatori hanno deciso: hit estiva 2018 è “Non ti dico no”

"Non ti dico no" di BommDaBash e Loredana Bertè è la hit dell'estate 2018. In una cornice molto si [...]

Luxury - 23/09/2018

A Vicenzaoro September c’è molta tecnologia

VICENZAORO September – the Jewellery Boutique Show, il Salone internazionale del gioiello organizz [...]

Top