Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 05/10/2017

M/Y Cloud 9, lusso galleggiante tra marmi e intarsi

Ha l'ascensore, una cabina VIP, sei cabine matrimoniali e 22 alloggi per i membri dell’equipaggio. Un gioiello di progettazione.

CRN, brand del Gruppo Ferretti, ha presentato in anteprima mondiale allo scorso Monaco Yacht Show il M/Y Cloud 9, uno yacht costruito su misura secondo i voleri dell’armatore.

Questa ultima creazione di CRN è frutto della collaborazione che nasce tra il cantiere navale italiano del Gruppo Ferretti, Zuccon International Project e lo studio inglese specializzato in arredamenti di interni di yach Winch Design.

CRN Cloud 9 at Monaco Yacht Show 2017Il team di CRN ha curato le caratteristiche tecniche, usando soluzioni all’avanguardia, il design elegante è nato dalla creatività dello studio Zuccon International Project.

L’arredamento interno e delle zone ospiti esterne oltre alla selezione delle numerose opere d’arte sono stati curati da Winch Design.

Cloud 9 ha una lunghezza di 74 metri per un baglio di 13,50 metri; misure che permettono di raggiungere una superficie di 1000 mq. A disposizione dei passeggeri cinque ponti più un sottoponte.

Gli ambienti a bordo si susseguono equilibratamente tra gli spazzi interni e gli spazzi esterni; per ospitare fino a 16 ospiti (12 per il chartering) disposti in una suite armatoriale, una cabina VIP, sei cabine matrimoniali e 22 alloggi per i membri dell’equipaggio e membri dello staff (22 + 4 di staff).

All’interno troviamo un vasto utilizzo di rovere chiaro in diverse lavorazioni, finiture in madreperla e opere d’arte a tema marinaio.

Sul primo ponte si apre una piscina che si estende fino a poppa; nel salone principale spiccano i materiali preziosi e le superfici in rovere sbiancato.26300

 

Questo salone può essere trasformato in breve tempo in un cinema grazie al proiettore e al grande schermo che scendono dal soffitto. La zona SPA si apre subito dopo il ponte con spettacolari viste sul mare.

Le sei cabine ospiti si trovano sullo steso livello verso prua. Lo stile viene richiamato dal grande salone principale, ma ogni cabina è caratterizzata da una finitura differente.

Nei bagni spicca il prezioso marmo Calacatta, usato in contrasto con la profondità del marmo Nero Imperiale.

Al ponte inferiore un esclusivo foyer accoglie gli ospiti a bordo della barca, collegandolo agli altri livelli con un ascensore.

Proseguendo verso prua prende spazio la cucina, e la zona dedicata a staff ed equipaggio. Due garage permetto di imbarcare due tender e i water toys dedicati al divertimento in mare.

Il ponte superiore è raggiungibile attraverso una scala interna e si slarga con un elegante e luminosissimo open space, con salone e area dining.

A prua troviamo l’area fitness e la cabina VIP con bagno privato realizzato in marmo. Le finiture sono le stesse che si possono trovare nella suite armatoriale.

26298

L’area riservata all’armatore occupa circa 400 mq, qui trova spazio un’area riservata al divertimento della famiglia con un cinema all’aperto. Sul pavimento è stata adagiata una moquette prodotta appositamente per l’imbarcazione con fibre di di lana e seta bianca.

Nella zona di prua sullo stesso livello trova la suite armatoriale con il letto king-size. Un bassorilievo creato da un artigiano intagliatore del Veneto, è stato selezionato per l’occasione dal Winch Design.

Il bagno dell’armatrice si distingue per la scelta e l’accostamento, il Botticino classico e semi-classico delle pareti è accostato al Botticino martellato del pavimento e al Cappuccino del lavabo.

Durante la crociera gli ospiti possono passare il tempo nel sun dock, dove si trovano i lettini per abbronzarsi al sole e una piscina idromassaggio, oltre a uno scivolo da cui è possibile lanciarsi da 13 metri sul livello del mare.

Questo superyacht è spinto da due motori Caterpillar che lo portano a una velocità massima di 16 nodi e una velocità di crociera che si assesta sui 12 nodi.

Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Travel - 20/04/2016

Arnaboldi Building, riconoscimento da Sydney per il grattacielo del 1970

C’è un grattacielo nel centro di Sydney che gli italiani in visita in Australia non si devono las [...]

Society - 22/06/2017

Moda e chef, connubio di stile e di sapienza

L'eleganza in tavola sposa l'eleganza in passerella. Moda e chef si sono incontrati in un evento c [...]

Society - 09/03/2017

San NoLo porta musica e buonumore nel quartiere creativo di Milano

Quando Riccardo Poli ha parlato la prima volta di San Nolo sembrava una boutade da quattro amici al [...]

Top