Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 15/05/2017

Un wine relais a Verona, riapre Villa Cordevigo

Sontuosi saloni e 100 ettari di vigneti e oliveti appartenenti all’azienda Villabella. Giuseppe D‘Aquino fa da chef a L'Oseleta, stella Michelin dal 2013.

L’eleganza senza tempo delle dimore venete ha una nuova casa. Si tratta di Villa Cordevigo Wine Relais, dimora risalente al 1700, situata in località Cavaion Veronese (Verona) e circondata da una tenuta di 100 ettari di vigneti e oliveti appartenenti all’azienda Villabella.

Il relais ha da poco riaperto le sue porte ad una nuova stagione, offrendo ai suoi clienti un soggiorno armonioso, dedicato al relax e alla scoperta della natura che circonda questa piccola isola felice, fatta di pace e sublime benessere in cui dimenticarsi lo stress della vita quotidiana.

Villa Cordevigo per secoli è stata la residenza di storiche e nobili famiglie, le quali hanno apportato magnifiche migliorie artistiche nei sontuosi saloni del palazzo, arricchendoli di affreschi ed opere d’arte. Dopo un ambizioso progetto di restauro, che ha mantenuto immutata l’anima della Villa, questo luogo incomparabile è diventato uno dei più belli Hotel d’Italia, ricco di charme, arte e storia dove i clienti possono assaporare e vivere un mondo di esperienze multisensoriali.

Uno storico edificio immerso nel cuore della natura ora è un luxury hotel dove è possibile trascorrere un soggiorno per ritrovare se stessi. Ed è proprio la natura la vera protagonista: fiori, piante da frutto, cespugli di lavanda e rosmarino inebriano i sensi, accarezzando ed accompagnando il relax del corpo al resto dell’anima. All’interno di Villa Cordevigo, è possibile immergersi nel mondo di Essentia Spa, uno spazio Zen dove regna la pace.

Essentia Spa di Villa Cordevigo offre ai propri clienti un percorso di benessere olistico all’interno di un ambiente raffinato ed esclusivo che promuove salute, equilibrio e benessere per lasciarsi andare a momenti squisiti di puro relax.

Gli appassionati d’arte sanno bene che all’interno della tenuta è custodita una rara collezione di 3.000 reliquie (nella chiesetta risalente al 1300) che furono portate qui dal vescovo di Crema, Marcantonio Lombardo, padrone del luogo sacro ampliato proprio nel 1700 quando il prelato era qui.

Ricavato in una delle ali laterali di Villa Cordevigo, il Ristorante “Oseleta” si presenta in un ambiente elegante e ricco di atmosfera, mantenendo il fascino legato al passato. A Villa Cordevigo, l’arte gastronomica riveste un ruolo principale: la cura del piacere personale e la visione del cibo come vera e propria opera d’arte, sono due dei tratti distintivi che caratterizzano la cucina del ristorante “Oseleta”, che dà l’opportunità ai propri clienti di poter gustare sapori e delizie che incantano il palato e la vista attraverso il meglio della cucina italiana.

L’executive Chef Giuseppe D‘Aquino dirige quest’orchestra di diletto e godimento, fatta di pietanze dell’antica tradizione miscelate con l’innovazione di una cucina d’autore. “L’espressione di ciò che sono”, sono le parole con le quali lo Chef D’Acquino piace definire la sua cucina, un mélange di tecniche acquisite nel corso degli anni, esperienze fatte in vari paesi e tanti ricordi legati alle sue origini napoletane. Il Ristorante “Oseleta” ha ottenuto nel 2013 la prestigiosa stella Michelin.



Leisure - 31/05/2019

White Lies, “Five” va in tour in festival a contatto con la natura

Quest'estate potete scegliere di vedere i White Lies, una delle band britanniche più interessanti d [...]

Travel - 15/10/2017

Relax d’autunno nel lusso discreto del Monastero Santa Rosa

Se non avete ancora pensato a un energy retreat in questo ultimo scorcio di bella stagione, visto ch [...]

Leisure - 18/11/2018

Le Officine del dolce, esempio di gusto e business

Com'era la storia del pennello grande o grande pennello? Lo stesso si può dire di una grande pastic [...]

Top