Magazine - Fine Living People
Society

Society - 05/09/2017

Dalla grafia di Emmanuel Macron si capisce che è un angelo guerriero

Lo dice l'esperta di grafologia Marianna Nobile che per The Way Magazine ha preparato un ritratto della personalità del premier homme de France.

Un angelo guerriero che esprime tenacia e fermezza adatte al suo ruolo. Analizzando la grafia di Emmanuel Macron, attuale Presidente della Repubblica Francese, nato ad Amiens il 21 dicembre 1977, si capiscono molti tratti di questa personalità.

In questi mesi e soprattutto dopo il G7 di Taormina dello scorso maggio, si è parlato moltissimo di lui e di sua moglie Brigitte Trogneux, la première dame che è stata anche la sua professoressa di liceo, vent’anni più grande di lui. La coppia si è sposata nel 2007.

Chi è Emmanuel Jean Michel Frédéric Macron?

Dopo la laurea in filosofia ha continuato gli studi presso l’Istituto di Studi politici di Parigi e poi all’ècole nationale d’administration, per poi lavorare dal 2008 come funzionario presso la Banca D’affari Rothschild & Co.

Ha ricoperto la carica di Ministro dell’economia, dell’industria e del digitale dal 2014 al 2016, sotto la presidenza di Hollande. Ha sempre avuto una forte passione per l’attività politica.

Questo è il ritratto ufficiale pubblicato dalla Francia per il nuovo presidente. Rivedete delle caratteristiche fisiche simili a quelle descritte nell'analisi grafologica?

Questo è il ritratto ufficiale pubblicato dalla Francia per il nuovo presidente. Rivedete delle caratteristiche fisiche simili a quelle descritte nell’analisi grafologica?

Proviamo a viaggiare tra le righe e a scoprire qualcosa di più sulla sua grafia: gli elementi che colpiscono della sua scrittura sono il movimento, le disuguaglianze, le angolosità.

È una scrittura fortemente personalizzata con prolungamenti verso il basso e che procede con tonicità e vigore verso il margine destro, che rappresenta il futuro. Si possono desumere, quindi, caratteristiche di flessibilità, pensiero rapido ed originale, mente duttile, dinamismo e una forte esigenza di autonomia rafforzata da una evidente impetuosità. La forma angolosa è indice di fermezza, decisione, tenacia, volontà e di una forte coscienza professionale.

 

Il movimento è caratterizzato dall’agilità e dalla mobilità del tracciato, con forme slanciate e rapide ricombinazioni. Tutto ciò evidenzia vivace immaginazione, facilità nei contatti, desiderio di farsi notare, attività ed entusiasmo. Il pensiero è originale e rapido e consente una rielaborazione dei contenuti in chiave personale.

 

Dal punto di vista delle tipologie freudiane, in Macron si possono ravvisare le peculiarità del “fallico” (Fare per Essere): emerge la necessità di trovare la propria reale identità nella realizzazione di obiettivi spesso ambiziosi e competitivi. Tende ad essere protagonista e leader.

Nella grafia del Presidente si rileva una capacità di assumersi le responsabilità accettandone i rischi con energia ed entusiasmo.

I tratti finali delle parole sono brevi a volte rivolti verso il basso (o addirittura ritornano a sinistra): riservatezza, autocontrollo. Sono segni che “compensano” e frenano un po’ l’impetuosità del Presidente. Gli consentono di fermarsi e attuare strategie prima di iniziare l’azione.

La firma di Emmanuel Macron, 40 anni, presidente francese.

La firma di Emmanuel Macron, 40 anni, presidente francese.

La firma: più grande rispetto al testo, centrale, ascendente e valorizzata con una sottolineatura del paraffo. La firma risulta omogenea con il testo (questo conferma l’affidabilità e la coerenza interna del giovane Macron), ne esalta l’ambizione, la sicurezza e un po’ di narcisismo che, a dosi misurate, non guasta. Le sue fragilità potrebbero riguardare la difficoltà di far fronte agli insuccessi, ai cali di gradimento da parte dei francesi. Potrebbe non riuscire a contenere l’impeto delle sue reazioni dato che mal sopporta le frustrazioni. Tutto ciò a dispetto del viso dai lineamenti dolci che lo caratterizza e che nasconde la sua natura da guerriero!

Su alcuni giornali francesi è stato paragonato a “Jupitérien” il Dio Greco Zeus (o Giove per i romani). In effetti l’archetipo Zeus si richiama ogniqualvolta si attiva una posizione di supremazia e dominio. Rispetto al lavoro, l’uomo Zeus ha una grande curiosità per gli affari, non teme la fatica del lavoro prolungato e risulta recalcitrante all’autorità altrui. Tende a desiderare posizioni di autorità e potere. Le parole chiave di Zeus sono: strategia, comando, controllo, ordine e organizzazione.  Rispetto alle caratteristiche grafologiche dell’archetipo Zeus, la scrittura è movimentata, ampia. Le maiuscole sono importanti e gonfie e il tratto è rapido, tendenzialmente appoggiato e fermo.

Potrebbe essere presente davvero questo archetipo nella scrittura di Monsieur Le Président ma non solo…certamente è quello di cui ha bisogno in questo momento così importante della sua carriera politica. E quindi “en marche” e tanti auguri per il suo lavoro!

A cura di Marianna Nobile – grafologia.nobile@gmail.com

 

Marianna Nobile ha una laurea in  Scienze e tecniche psicologiche e una lunga esperienza da consulente in human capital. La sua analisi grafologica può essere applicata in svariati campi, dal motivazionale al giuridico, ed è un valido mezzo di analisi per la formazione e l’orientamento.
Iscritta all’Associazione Grafologi professionisti con la certificazione come Grafologa Professionista nel settore Professionale, nel 2016 ha vinto il concorso grafologico “Un ritratto per te” indetto da AGIF-Roma, ed è risultata prima ex aequo all’esame finale per il titolo di Grafologa a Roma nel 2014. Ha frequentato la scuola ARIGRAFMILANO, importante associazione italo-francese di grafologia in Italia.
Del suo lavoro dice: “La scrittura che rivela incredibilmente aspetti del nostro carattere a volte sconosciuti anche a noi stessi. La scrittura si modifica nel corso degli anni, risente della scelta dello strumento grafico e del tipo di carta usata, così come della dimensione del foglio. È influenzata dalle tradizioni culturali e dalle aree geografiche di appartenenza. L’analisi della scrittura è uno strumento affidabile che offre informazioni attendibili sull’intelligenza, l’emotività, il modo di relazionarsi con le persone. Fornisce una fotografia delle caratteristiche fondamentali del soggetto e permette di valutare le capacità relazionali e le attitudini professionali”.

 

Travel - 13/02/2017

Il Galles diventa glamour con gli Epic Retreats

La campagna di marketing del Galles con gli Epic Retreats punta all'hotel più esclusivo che si pos [...]

Society - 28/03/2017

Umberto Tozzi nel mondo: “Fate come me, lasciate i computer e scendete nelle cantine”

Umberto Tozzi è un patrimonio di cultura popolare italiana che appartiene a tutto il mondo. Le sue [...]

Leisure - 27/10/2017

Pop-Up Reload, quadri di street artist nel cuore di NoLo

C'è tempo fino al 4 novembre per ammirare nel cuore di NoLo, uno  dei quartieri più dinamici del [...]

Top