Magazine - Fine Living People
Society

Society - 25/11/2018

Domenico Cuomo, piccola star ne “L’amica geniale”

Il film più atteso dell'anno, diretto da Saverio Costanzo, mette in luce nuovi talenti da Napoli. Ecco la storia dell'attore del Laboart.

“L’amica Geniale” è stato un libro (e ora un film per la tv) che ha cambiato per sempre l’approccio al passato italiano da parte degli americani. Si capisce che ancora oggi è l’Italia della ricostruzione del Novecento a destare maggiori interessi nel vastissimo pubblico d’oltreoceano. E le recensioni che sono uscite in questi giorni sui giornali USA puntano tutte al romanticismo e idealizzazione di quell’Italia che non c’è più.

Complimenti però arrivano per chi c’è e lavora in Italia a ricostruzioni di questo genere. Con Saverio Costanzo, il celebrato regista, hanno lavorato attori di primo piano, ma soprattutto persone prese dal popolo. E nuovi astri nascenti della recitazione.

I nuovi talenti della scuola Laborart Centro Artistico di Gragnano, si fanno strada nel mondo del cinema e della televisione. Il giovane allievo Domenico Cuomo, dopo aver esordito in “Gomorra La serie 3” (nei panni di Cosimo, nipote di Enzo Sangue Blu) torna sul piccolo schermo questa volta nel cast de “L’amica geniale”, la serie evento tratta dal primo volume della quadrilogia di Elena Ferrante, in onda in quattro prime serate in prima visione su Rai1 e on line su Rai Play tutti i martedì dal 27 novembre.

Domenico Cuomo nella fiction interpreta Antonio Cappuccio (da bambino), primogenito della famiglia Cappuccio, che smette di andare a scuola per aiutare la famiglia. Orfano di padre, Antonio lavora in un’officina meccanica e si prende cura della madre instabile mentalmente.

Per il giovane Cuomo l’esperienza de “L’amica geniale” non è l’unico progetto. La scorsa estate, infatti, ha girato, nel ruolo di Lorenzo, sul set di “Catch-22”, la prima serie televisiva diretta e interpretata da George Clooney, attualmente in lavorazione, tratta dal romanzo “Comma-22” di Joseph Heller e co-prodotta da Sky.

Oltre a Domenico Cuomo, nella serie “L’amica geniale” diretta da Saverio Costanzo, hanno preso parte anche gli allievi Catello Buonomo (Pino Sarratore) e ancora Egidio di Maio, Vincenzo Alfano, Valeria Dell’Amura, Alessio d’Aniello, Giada Iovino, Mariateresa Pezzatini, Marcello Lusciano, Rosaria Ruocco.

Laborart Centro Artistico è nata nel 1987 da un’idea di Imma Cuomo in collaborazione con l’insegnante Rosaria Cannavale. La scuola di Gragnano (Napoli) è una vera e propria fucina di talenti. Ogni allievo, attraverso un percorso di studi pratici e teorici – sia per quanto riguarda la danza, sia per la recitazione – si sente parte integrante della scuola, in particolar modo grazie alla competenza degli insegnanti e professionisti del settore.

La scuola si avvale della collaborazione di validi insegnanti quali Francesca Rapicano e Guy De Bock per la danza, mentre i corsi di recitazione e cinematografia sono a cura di Giuseppe Mastrocinque, che gestisce l’agenzia PM5 Talent di Napoli e Pino L’Abbate.



Travel - 13/10/2018

Vietri sul mare, dove la ceramica è arte pubblica ora arriva l’Unesco

Dopo averlo fortemente sostenuto e promosso, la Cna di Salerno è pronta a garantire il suo contribu [...]

Leisure - 09/09/2016

A Pechino Express ora gli “Antipodi” fanno i documentaristi

Pechino Express più che un programma televisivo è un lifestyle indicator, nel senso che il docu-re [...]

Leisure - 18/06/2018

“Ora o mai più”, la seconda chance strega i telespettatori

Cosa ha portato con la seconda puntata di Ora o mai più rispetto alla prima? Ha portato emozioni, i [...]

Top