Magazine - Fine Living People
Society

Society - 04/11/2018

Grapes in town la Vendemmia di Torino

Palazzi storici, le residenze reali e i musei. La vendemmia torinese attraverso degustazioni, masterclass, viste guidate, conferenze raccontata dalla nostra inviata Alessandra Fenyves.

Le eccellenze vitivinicole piemontesi si sono avvicinate al pubblico  in una vetrina “in the city”, insolita ma non nuova per Torino:  Grapes in Town alla sua seconda edizione . I luoghi prescelti i palazzi storici, le residenze reali e i musei. La vendemmia torinese attraverso degustazioni, masterclass, viste guidate, conferenze e feste in città ha dato una nota di colore e profumo in più all’offerta turistica.

La risposta è stata molto positiva: in 3 (dal 19 al 21 ottobre) giorni sono stati circa 15.000 i visitatori alle iniziative, una più  interessante dell’altra, che hanno messo in luce il meglio della produzione vitivinicola piemontese. Oltre 200 produttori, per conoscere ed approfondire la tradizione vitivinicola.

Vi citiamo alcuni happening per darvi un’idea della ricchezza di questa iniziativa, che, dopo la glamour vendemmia a Milano e in concomitanza con la Vendemmia a Roma, non ha avuto da temere confronti:

 

Il convegno sulle vigne urbane che, grazie alla volontà e  al contributo della Regione Piemonte, ha radunato sotto la Mole i vigneti urbani di Napoli, Pompei, Brescia, Venezia, Siena e Parigi, con ospite d’ecceizione Clos Montmartre, la celebre vigna urbana di Parigi, rappresentata da Éric Sureau, Presidente del Comité des Fetes et d’Actions Sociales, associazione che gestisce il sito.

 

Le masterclass al Museo Nazionale del Risorgimento

Le degustazioni e le masterclass dei grandi vini piemontesi  curate da Piemonte Land of Perfection all’Archivio di Stato, un vero e proprio racconto per valorizzare il legame dei vini serviti con gli aspetti umani e culturali dei relativi territori di produzione.

 

La degustazione a   Palazzo Carignano  con visita alle cucine seicentesche

 

Meditare per assaporare, un’originale degustazione partendo dalle proprietà dei cinque sensi per assaporare i grandi vini rossi e bianchi al Museo Diocesano

 

Villa della Regina con visita alla residenza, ai giardini ed eccezionalmente al vigneto

 

La visita al  Museo Egizio, con il percorso tematico Ogni cosa buona e pura,  alla scoperta delle proprietà nutritive e medicamentose del cibo e dei prodotti naturali con un focus specifico sulla cultura alimentare degli Egizi.

 

Il programma Exclusive, che ha coinvolto alcuni rinomati ristoranti e chef di alto profilo – Il Birichin, il Carignano e la Terrazza Golden, che proporranno menù speciali abbinati ovviamente ai vini del territorio e showcooking.

 

Vendemmia Off: un programma di eventi OFF e di momenti di festa rivolti ai cittadini e ai visitatori: degustazioni del Gambero Rosso e di Slowfood nella Piazza dei Mestieri,

 

Simpatica la collaborazione tra Eataly Lingotto  e l’associazione I Love Toret:  una fontana a forma di toret ( che nel dialetto piemontese vuol dire toretto) è stata  portata in giro  in città su un veicolo elettrico nelle vie del centro storico dispensando gratis dell’eccellente  Barbera Fontanafredda. 

 

 

Eataly Lingotto e la festa de La Notte della Vendemmia: una serata di vino, musica dal vivo, dj set & divertimento.



Leisure - 24/11/2017

Lei, Armando. A Macao Milano la mostra della trasgressione anni 60

A Macao Milano, il polo culturale tra i più frizzanti della città, arriva un libro fotografico, un [...]

Design of desire - 10/02/2018

FuturDome, un palazzo Liberty che rivela arte

Ci sono dei luoghi che sono deputati alla nascita di arte e cultura. Anche col passar del tempo, a v [...]

Fashion - 26/06/2019

Albano sempre più cosmopolita: le scarpe napoletane arrivano a Milano

La nuova boutique ALBANO  in corso Buenos Aires 1 ha appena inaugurato a Milano con collezioni pr [...]

Top