Magazine - Fine Living People
Society

Society - 01/10/2018

I fratelli Canalicchio: la nautica di precisione da Terni al mondo intero

L’incontro con i fratelli Canalicchio è un racconto di una favola contemporanea fatta di cuore, creatività e hi-tech.

La sede dell’azienda di meccanica e nautica che Giovanni e Pasquale hanno fondato nel 1996 è a Narni, nel cuore dell’Umbria medievale. La produzione è indirizzata da qui non solo nella realizzazione di particolari meccanici di precisione, ma anche di pezzi per il settore aeronautico, elettromeccanico, spazio e difesa, senza mai tralasciare il settore navale.

 

Giovanni e Pasquale trascorrono la loro infanzia a “pane e acciaio” nella bottega dei genitori, un mondo magico pieno di attrezzi e strumenti di ogni forma e genere. Una fucina di materiali dove le idee dei due ragazzini trovano subito terreno fertile.

La ribellione e la “fermezza” di Giovanni si fondono e si confondono con la “flessibilità” e la solarità di Pasquale, una simbiosi unica, che ha generato un’energia strepitosa e vincente.

Le molteplici competenze acquisite nel comparto metalmeccanico di precisione, dove ogni oggetto veniva pensato e realizzato artigianalmente si traducono, con il passare del tempo e l’introduzione di macchinari più evoluti, nell’industria auto/moto racing, difesa, aeronautica ed elettromeccanica.

Questa escalation porta l’azienda, negli ultimi anni, a concentrarsi con particolare attenzione all’industria navale e a specializzarsi nella progettazione e realizzazione di balconi, terrazzi, accessori per i super yacht. Un percorso produttivo eccellente, sia perchè  attento ai minimi dettagli e studiato ad hoc sulle esigenze del cliente, sia per una lavorazione capace di coniugare la  qualità del processo industriale alla bellezza tutta artigianale e di pezzi di acciaio che vengono sempre e comunque lucidati a mano.

L’azienda Fratelli Canalicchio è una sorta di atelier dove si creano “abiti su misura” made in Italy garantendo la massima cura nella scelta dei materiali, dei dettagli e della funzionalità con il supporto tecnico in ogni fase, dalla progettazione dei manufatti alla realizzazione, dal montaggio in barca all’assistenza post vendita. Numerosi sono i brevetti registrati che portano la firma di Pasquale Canalicchio, genio creativo del gruppo.

È proprio un’azienda di una regione senza mare, la Fratelli Canalicchio spa, a ricevere nel 2017 il premio di Fornitore dell’anno dal Gruppo Ferretti, la holding industriale italiana attiva nel settore della cantieristica navale, proprietaria di sette marchi commerciali attivi nella progettazione, produzione e commercializzazione di panfili dai 10 agli 85 metri di lunghezza. Il prestigioso riconoscimento è stato attribuito all’azienda in occasione della convention annuale organizzata dal Gruppo Ferretti cui erano presenti oltre 300 aziende fornitrici di fascia alta-Platinum del Gruppo. Questo fatto è particolarmente curioso e interessante, testimonianza tangibile di come il pensiero possa in qualche maniera generare la realtà, “noi siamo ciò che pensiamo”.

“È stato un premio inaspettato – ha sottolineato Giovanni Canalicchio, presidente dell’azienda – ma sicuramente molto gradito. Mi sento di affermare che tale riconoscimento è il frutto di un lavoro iniziato con caparbietà da me e mio fratello, proseguito e migliorato negli anni, ma soprattutto è la naturale conseguenza della collaborazione e dell’impegno di tutti i nostri collaboratori interni, e della fattiva partnership di tutti i colleghi del Cluster Nautico Umbro”.

 

Grazie alla strategia aziendale, al personale qualificato e ad un buon riscontro da parte della clientela, l’azienda è cresciuta rapidamente cambiando sede all’inizio del 2013 per rispondere alle sempre crescenti esigenze produttive.

“Innovation and Future Oriented” è la mission, offrire al mercato di riferimento manufatti con caratteristiche innovative e peculiari tali da rendere ogni singolo prodotto pezzo unico nel suo genere.

Proprio tale unicità, legata al pregio e all’elevato contenuto tecnologico e qualitativo, che gli viene riconosciuta dai maggiori player nel mercato navale internazionale, fanno di questa realtà un’azienda leader nelle produzioni “custom”.

Tali risultati possono essere raggiunti solo se costante e continua è la predisposizione ad investire in Ricerca e Sviluppo, in risorse umane motivate e pronte ad accogliere sempre nuove sfide.

“Centrale in tale contesto è la persona con il suo bagaglio di competenze e soprattutto con il suo contributo di idee”, ribadisce Pasquale, “nella consapevolezza che la condivisione di ogni problematica, piccola o grande che sia, porta alla soluzione della stessa in maniera più efficace ed efficiente. La crescita aziendale impone scelte strategiche di posizionamento e nuovi investimenti in strutture produttive che ci consentono di soddisfare le crescenti richieste della clientela e l’acquisizione di nuova, nel medio periodo, sui mercati internazionali. Un “work in progress” in cui ciascuno di noi, nella propria funzione, è coinvolto.”

 

Spesso pensiamo alla creatività come se fosse limitata alla sfera artistica, ma è un elemento necessario in tutti gli ambiti della vita. Senza la creatività non avremmo le teorie matematiche che ci hanno fatto conoscere i frattali, oppure andare sulla luna sarebbe rimasta pura fantascienza.

Testo a cura di Katia Pangrazi

www.canalicchio.com



Leisure - 25/02/2018

Sannolo 2018, anche The Way Magazine e Mooziki a caccia di talenti

Sannolo è partito come una risposta scherzosa a Sanremo nel 2017 e si è trasformato in un trampoli [...]

Luxury - 06/05/2018

Ilum, l’arte del design per aria profumata

Un modo di illuminare la casa con stile e fragranze eleganti, Ilum è soprattutto oggetti bell [...]

Leisure - 26/01/2017

A Genova i colori in foto di Elliott Erwitt maestro della commedia umana

Palazzo Ducale a Genova presenta la prima grande retrospettiva di immagini a colori del celebre foto [...]

Top