Magazine - Fine Living People
Society

Society - 24/02/2019

“La civiltà dell’acqua”: la Lombardia pronta per l’Unesco

Per la regione, cruciale la valorizzazione di percorsi ciclo-pedonali e di strutture per la fruizione turistico-ricreativa.

“La civiltà dell’acqua in Lombardia” è un progetto che propone l’iscrizione del patrimonio di rogge, navigli e canali della Lombardia come patrimonio Unesco. Ha già prodotto tre libri fotografici (uno del celebre fotografo Gabriele Basilico) ed è uno dei principali motivi di promozione della regione lombarda.

Il complesso delle opere di bonifica costituisce un patrimonio che è opportuno tutelare e valorizzare. Per questo, ANBI Lombardia e i Consorzi di bonifica lombardi, in stretta collaborazione con Regione Lombardia, promuovono il progetto “La civiltà dell’acqua in Lombardia” per inserire i maggiori e più significativi manufatti idraulici e irrigui nella lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Umanità dell’UNESCO.

Il complesso network di musei, canali e scenari naturali con significativi manufatti idraulici e irrigui mira a essere inserito nella lista del Patrimonio Mondiale Culturale e Naturale dell’Umanità perché presenta unicità ed eccezionalità del territorio lombardo.

Nel video in alto, i siti proposti e la loro multifunzionalità, insieme a quei fattori che hanno concorso a costituirli (la molteplicità di fiumi e laghi, le marcite, i fontanili, le oasi naturalistiche), e le loro interconnessioni.

La proposta ad UNESCO di beni eccezionali è in virtù delle funzioni plurime svolte: difesa del suolo, risanamento e salubrità del territorio, irrigazione,  valorizzazione dell’ambiente e del paesaggio, trasporto, sport e ricreazione, conservazione della memoria storica, promozione della conoscenza del territorio.

Allo studio anche il collegamento tra siti, musei e eco-ambienti della bonifica e la salvaguardia degli ambienti naturali e delle aree contermini ai siti proposti, assieme alla creazione e la valorizzazione di percorsi ciclo-pedonali e di strutture per la fruizione turistico-ricreativa e culturale dei beni e dei siti proposti.

La cartina con le zone interessate dalla richiesta protezione Unesco in Lombardia.



Society - 22/05/2017

Maria Rosa Fimmanò: “Il benessere è quello che si è piuttosto che quello che si ha”

Il benessere passa dalla risoluzione del malessere. Maria Rosa Fimmanò è esperta di fisica quantis [...]

Society - 21/10/2016

Riappare Carol Alt: “Bella perché mangio crudo”

Carol Alt ha da anni appoggiato la causa della buona alimentazione per divulgare uno stile di vita s [...]

Society - 10/04/2018

Con Mokamusic a ogni fragranza un tema musicale ad hoc

Ci sono le fragranze,  che evocano profumi robusti, orientali, il misteriosi. E poi ci sono le musi [...]

Top