Magazine - Fine Living People
Society

Society - 09/02/2018

Le Coree unite nelle Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018

Prove di disgelo tra le due nazioni per l'avvio dei giochi globali. Ma ci sono quasi 100 paesi che partecipano. Tensioni allentate?

Possiamo dirlo dopo aver visto la cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali in Corea. Le Coree sono apparse unite a PyeongChang 2018, con segnali di disgelo e strette di mano inizialmente timide tra rappresentanti delle due identità politiche avverse da decenni.

olimpiadi invernali corea the way magazine (1)

Ci sono da oggi 92 nazioni che prendono parte ai Giochi olimpici invernali 2018 con Ecuador, Eritrea, Kosovo, Malesia, Nigeria e Singapore per la prima volta nella storia ai Giochi olimpici invernali.

Nella cerimonia di apertura (a meno tre gradi) ovviamente non poteva mancare Psy, il grande export musicale della Corea del Sud con la sua hit Gangnam Style del 2012.

Dall'Instagram dell'atleta australiano.

Dall’Instagram dell’atleta australiano, Pita Taufatofua.

Pita Taufatofua, l’atleta polinesiano conosciuto per la sua mania di esibirsi a petto “oleato” si è fatto vedere con la bandiera sventolante della sua nazione alla cerimonia. Tutti gli occhi erano su di lui perché, i giornali dicono, che il 34enne fino a due anni fa non aveva mai visto la neve e si è “inventato” un nuovo mestiere: è ammesso nella disciplina scii di fondo ed è il solo secondo atleta dell’area pacifica a qualificarsi per i winter games. E oggi ha agitato la bandiera dell’isola Tonga, la sua nazione nell’arcipelago polinesiano.

olimpiadi invernali corea the way magazine (3)

La cerimonia è stata spettacolare, come ci si aspetta in questi casi, ed è stata sicuramente memorabile per i segnali di pace che esprimeva. La tigre biana ricostruita in gigantesca forgia in scena è il simbolo principale di distensione. I giochi andranno avanti fino al 25 febbraio.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 09/03/2018

Montegallo s’inventa il cappello Saint Tropez

Montegallo Hats, designed by Alice Catena sono i cappelli made in Italy che nascono dal recupero dei [...]

Fashion - 22/09/2017

Hysideis, party borchiato per gente di stile

Hysideis è un marchio italiano di oggetti di lusso handmade completamente realizzati in Italia. Red [...]

Fashion - 30/09/2016

Cividini per l’estate è cool rifarsi ai Tenenbaum

Quando Cividini ha presentato a Milano Moda Donna una collezione di abbinamenti audaci e lunghezze m [...]

Top