Magazine - Fine Living People
Society

Society - 12/04/2016

Mantova Capitale italiana della cultura 2016: gli imperdibili

Mantova, fresca di nomina come capitale italiana della cultura 2016, in passato ha ospitato artisti del calibro di Virgilio, Leon Battista Alberti, Andrea Mantegna, Giulio Romano, Torquato Tasso. Nominata patrimonio dell’Unesco nel 2008, è un contenitore culturale creato nel corso dei secoli che grazie a questo progetto ci sarà permesso conoscere a pieno.

L’anno, inaugurato ufficialmente il week end di sabato 9 e domenica 10 aprile ha visto l’apertura delle porte della basilica per un progetto intitolato “Un restauro speciale per un luogo speciale”, progetto didattico basato sullo studio e l’illustrazione delle opere di restauro del campanile. In occasione del quale la chiesa è stata teatro dell’esibizione del maestro Umberto Forni all’organo cinquecentesco Antegnati, accompagnato dai musicisti de “La Pifarescha”.

Noi di The Way Magazine amiamo quando l’arte incontra i luoghi della vita quotidiana, e sopratutto la possibilità di scovare opere nuove o poco conosciute, magari di inestimabile valore e bellezza; in fondo cerchiamo un po’ di farlo in ogni nostro articolo.

Sindaco Mattia Palazzi

Sindaco Mattia Palazzi

E la prima iniziativa in programma di Mantova capitale italiana della cultura 2016, ci permette proprio di conoscere nuovi artisti attraverso una produzione firmata da Stefano Arienti, intitolata “Quadri da un’esposizione” prodotta dal Centro Internazionale di Arte e Cultura di Palazzo Te; un omaggio alla pittura mantovana del 20° secolo. In esposizione oltre 200 opere conservate nei depositi del Museo Civico di Palazzo Te.

«Stiamo lavorando senza sosta, facendo in tre mesi quello che le altre città capitali faranno in un anno» ha dichiarato il sindaco Mattia Palazzi «Ciò è possibile perché stiamo lavorando insieme e uniti, istituzioni, enti, associazioni, sponsor. Quest’anno progettiamo la Mantova del futuro, una città ambiziosa e che si prende cura di sé. Quest’anno siate curiosi di riscoprire la nostra città».

Inoltre gli investimenti in campo tecnologico effettuati per l’anno di Mantova capitale italiana della cultura 2016, hanno fatto avanzare la città fino alla quarta posizione nello Smart City Index 2016, la classifica delle città italiana più tecnologiche realizzata da Ernst&young.

Una cosa è certa, Il 2016 sarà l’anno del futuro per Mantova.

Sul sito ufficiale cella città www.comune.mantova.gov.it tutte le informazioni.



Francesco D'Agostino
Figlio degli anni 90, spinta digital-social di The Way, si è fatto le ossa nel patinato mondo di To Be Magazine. Per scoprire che il dandy elegant che stava impersonando necessitava di una vetrina all’altezza anche sul web. Senza cercare altrove, se l’è creata da solo. Mette passione solo in quello che gli interessa veramente. Al resto nemmeno ci pensa. Grafica, biz obsession e una giusta dose di involontaria leadership lo proiettano sempre al minuto dopo.
Leisure - 03/05/2016

Lo zafferano che viene dalla Grecia, una curiosità profumata ed elegante

Pensare alla Grecia è pensare ad una tavolozza di colori. Il bianco degli intonaci, il turchese [...]

Society - 24/02/2018

I Nuovi Orizzonti di Nicola Artico: “L’arte come benessere”

Jessica Zhu di Spazio Nolo 43 sta facendo a Milano quello che molti blasonati galleristi si ostinano [...]

Leisure - 25/05/2017

L’arte è il bello della finanza: l’apertura innovativa di SCM SIM

Alfredo Rapetti Mogol è stato l'artista protagonista dell'esclusivo private cocktail organizzat [...]

Top